A Cremona (Italia) sono stati assegnati i titoli europei KZ e KZ2 2022

A Cremona (Italia) sono stati assegnati i titoli europei KZ e KZ2 2022

Il FIA European Championship 2022 si è concluso sulla pista di Cremona, in Italia, dove dal 16 al 19 giugno si è disputato il 2° e conclusivo Round del Campionato continentale per le classi KZ e KZ2. In casa CRG c’erano molte aspettative, soprattutto in KZ2, dopo la bella e convincente prova nella gara di apertura di Jorge Pescador, ma sulla pista italiana le cose non sono andate nella direzione giusta purtroppo. I risultati ottenuti in pista sono stati al di sotto delle aspettative e del potenziale espresso fin dalle prove libere. Certamente è stato un weekend reso complicato anche dalle elevate temperature e dalla gestione delle gomme su una pista che si è gradualmente gommata molto, ma soprattutto sono stati alcuni episodi sfortunati a incidere sul bilancio complessivo dei piloti CRG.

Alla fine Jorge Pescador ha chiuso la Finale penalizzato anche da 5” per lo spoiler e un deludente 15° posto, dopo che era partito dalla casella 24 della griglia di partenza. Più convincenti sono state le performance di Paavo Tonteri, che dopo le Heat aveva meritato il 7° posto sulla griglia di partenza, ma sfortunatamente per un contatto ha terminato la Finale solo al 16° posto. Molto positivo anche il weekend di Alessio Baldi, debuttante con i colori CRG in KZ2 e ottimo 13° al traguardo in Finale, dopo che aveva conquistato il 20° posto nella classifica intermedia a seguito delle Heat e la 29ª posizione generale nelle prove di qualificazione. In KZ il migliore dei piloti CRG è stato Jeremy Iglesias, che ha conquistato una positiva 6ª posizione dopo essere partito P8 dalla griglia di partenza. Il suo passo gara è stato in linea con i primi e con un risultato migliore nelle prove di qualificazione avrebbe potuto ambire al podio. Alla fine il pilota francese chiude il Campionato con il 12° posto nella classifica generale, al di sotto certamente delle aspettative, ma con molti spunti tecnici positivi per guardare all’immediato futuro con ottimismo. Più difficile è stato il weekend di Viktor Gustafsson, che ha chiuso a ridosso della top ten al 12° posto, e di Alex Irlando, attardato da alcuni problemi tecnici nelle manche di qualificazione e solo 19° al traguardo. Per la cronaca sportiva, Paolo Ippolito ha vinto il Campionato in KZ e Tom Leuillet in KZ2.

Il commento dei piloti

Paavo Tonteri (KZ2): “Chiudiamo questo Campionato Europeo con sensazioni contrastanti, perché da una parte abbiamo dimostrato in molte occasioni una buona velocità e un pacchetto tecnico motore-telaio davvero competitivo, ma dall’altra abbiamo certamente raccolto molto meno del nostro potenziale in termini di risultati. Per quanto mi riguarda il weekend più difficile è stato quello di Genk, mentre qui a Cremona devo dire che ho avuto un ottimo feeling immediatamente con il materiale tecnico e la pista. Purtroppo, però, la bagarre dei primi giri mi ha attardato e fatto perdere il contatto con il trenino di testa, ma il mio passo è stato molto buono e avrei potuto chiudere nella top 5. Da questa consapevolezza dobbiamo partire per preparare la World Cup di settembre a Le Mans: conosciamo la direzione del lavoro da svolgere e anche la solidità del nostro potenziale. È stato un fine settimana molto duro quello di Cremona perché è una pista sulla quale non avevamo dati e soprattutto dalle prove libere alle fasi finale la pista stessa è cambiata in modo radicale. Vorrei fare un ringraziamento speciale alla squadra che lavora sempre al massimo e a Gianfranco Galiffa per il suo lavoro con i motori TM”.

Jeremy Iglesias (KZ): “Il risultato finale non rispecchia il nostro potenziale tecnico e dobbiamo lavorare su ogni dettaglio, sia per quanto riguarda il motore, sia per il telaio, al fine di rendere i nostri weekend di gara più efficaci. Siamo stati costanti e veloci in tutte le occasioni in questa parte centrale della stagione e sappiamo che ci manca veramente poco per lottare stabilmente per il podio. Questo fine settimana è stato molto impegnativo per le temperature elevate, ma ci ha consentito anche di acquisire molti dati utili in vista delle prossime gare e, in particolare, in funzione del Campionato del Mondo di settembre. Si correrà in Francia e desidero preparare questo evento di “casa” nel migliore dei modi. Intanto facciamo i complimenti a Paolo per la sua vittoria”.

Press Release © Kart CRG