A Lonato si è conclusa la WSK Master

A Lonato si è conclusa la WSK Master

Nonostante il persistere dell’emergenza Covid, la Serie WSK Master si è disputata regolarmente e per il team CRG è stata un eccellente banco di prova, per misurare il lavoro svolto durante l’inverno dal punto di vista tecnico e per consentire ai nuovi piloti di prendere il giusto feeling con i telai e lo staff della squadra. L’ultimo appuntamento dei 4 in programma dopo Adria, Lecce e Sarno, si è svolto lo scorso weekend sulla pista di Lonato, dove i piloti CRG si sono confermati su ottimi livelli lato prestazioni, in particolare nelle classi KZ e Mini.

Per quanto riguarda la classe OK Junior è stato scelto di lasciare a riposo i piloti in vista dei 3 appuntamenti internazionali di maggio (Champions of the Future e Campionato Europeo), mentre in OK sono scesi in pista il francese Arthur Rogeon e Paolo Ippolito, quest’ultimo con la mansione di “development driver”, con l’obiettivo di svolgere in condizioni di gara alcuni test di telaio e motore. Dal punto di vista sportivo nella categoria con il cambio è apparso in grande forma Alex Irlando, che ha ottenuto il 2° tempo in qualifica nel suo gruppo e ha poi disputato ottime heat, ma purtroppo in pre-finale un problema tecnico al motore l’ha costretto al ritiro, mentre occupava la 2ª posizione. Anche Jeremy Iglesias si è confermato su ottimi standard di competitività e in finale ha ottenuto il 5° posto. Più sfortunato Tonteri: dopo un’ottima pre-finale, ha avuto una penalità per lo spoiler, che ha poi compromesso anche la sua finale, dove ha ottenuto solo il 18° posto. Weekend da dimenticare anche per Pescador, costretto al ritiro al 1° giro della finale, ma anche nel suo caso le prestazioni del weekend sono state positive e in crescita costante.

In OK ha disputato un fine settimana molto produttivo Rogeon, approdato in finale dopo aver dimostrato ottime prestazioni nelle heat; il suo passo gara in è stato però purtroppo compromesso da un problema allo spoiler, causato da un contatto al 2° giro della corsa. Per Paolo Ippolito, invece, uno sfortunato contatto in pre-finale ha chiuso anzitempo il suo weekend, ma per quanto riguarda il lavoro tecnico svolto nelle prove libere e nelle fasi di qualificazione, lo staff tecnico ha avuto molti feedback positivi.

Infine, nella classe Mini Gerasim Skulanov si è confermato tra i big della categoria, ma uno sfortunato e discusso contatto all’ultimo giro della pre-finale, ha compromesso le sue chance di lottare per la vittoria, avendolo retrocesso dal 3° al 14° posto in griglia per la finale. La sua gara è stata poi come sempre aggressiva, ma nonostante un ottimo recupero ha ottenuto solo la 4ª posizione, mancando il podio per un soffio. Il pilota russo ha così chiuso al 4° posto anche il Campionato. Come sempre si è confermato veloce anche Aleksandar Bogunovic, ma la bagarre dei primi giri in finale non gli ha consentito di andare oltre il 20° posto. A causa di un contatto purtroppo, l’ottimo debuttante con i colori CRG Luviwe Sambudla, Campos e Sachse, sono stati eliminati in pre-finale, mentre l’italiano Prescianotto è risultato sotto peso di pochi grammi per un errore ed è stato escluso dalla pre-finale.

Il mese di maggio vedrà ben 2 gare del Campionato Europeo in programma, mentre gli eventi WSK torneranno il 13 giugno con la Euro Series di Adria.

Il commento dei piloti:

Alex Irlando (KZ): “Purtroppo come già accaduto a Sarno, per un episodio sfortunato, non ho potuto disputare la finale, nonostante fossimo veramente molto veloci. Un problema al motore mi ha fermato in pre-finale, ma in questo tipo di gare mentre stiamo lavorando con la squadra per trovare i set up migliori e per affinare il feeling reciproco, il bilancio che posso fare è molto positivo ovviamente. Anche il lavoro che sta facendo la TM è come sempre eccellente. Nonostante non abbiamo preso parte alla finale siamo riusciti comunque a completare tutto il programma di lavoro stabilito per questa gara, così da poter guardare con ottimismo alle competizioni internazionali che inizieranno con il Campionato Europeo il 20 giugno. Mi spiace molto per l’incidente che ha coinvolto Leuillet alla partenza della finale e gli auguro una pronta guarigione”.

Paolo Ippolito (OK): “Nonostante il mio impegno agonistico sia concentrato sulla KZ, da inizio stagione sto svolgendo anche dei test per la categoria OK e in questa occasione abbiamo deciso di prendere parte alla gara, per comparare i dati raccolti nei test con quelli ottenuti appunto con le condizioni di gara. È stato un lavoro molto produttivo e che ci consentirà di introdurre alcuni aggiornamenti per i prossimi appuntamenti in pista e in seguito anche nella produzione di serie. Mi spiace per il contatto in pre-finale perché avevamo un passo da top ten ed è stato un peccato perdere l’occasione di correre la finale”.

Gerasim Skulanov (Mini): “Avrei voluto finire la mia ultima gara in Mini sul podio. Ho dato tutto per farlo e il team anche, ma sfortunatamente la posizione di partenza dalla 7ª fila ha reso tutto così difficile. Avevamo la velocità per lottare per la vittoria e siamo andati così vicino a riuscirci molte volte quest’anno. Alla fine P4 in gara e in Campionato; non male ma neanche quanto avrei voluto. Ora mi concentrerò su una nuova sfida: OK Junior sempre con CRG. Non vedo l’ora di fare il primo test!”.

Press Release © Kart CRG