A Sarno, Parolin continua a migliorarsi

A Sarno, Parolin continua a migliorarsi

Sempre molto veloce, il nuovo tracciato del circuito di Sarno presentava tuttavia un cambiamento importante rispetto alle vecchie versioni della pista napoletana rimanendo comunque teatro di dure battaglie. Il team Parolin Motorsport ha confermato i suoi miglioramenti nella KZ2 con la presenza costante di Celenta nelle prime posizioni e la convincente entrata in scena di Wharton in questa categoria d’élite. Deligny ha iscritto il suo nome tra i migliori Junior mentre Costoya e Orjuela hanno confermato il loro ruolo al vertice della Mini.

“A Sarno mancavano all’appello tre dei nostri migliori elementi”, ha spiegato Marco Parolin. “Risultati positivi al Covid-19, Valerio Rinicella e Rashid Al Dhaheri non hanno potuto lasciare il loro domicilio mentre Kai Sorensen ha dovuto rinunciare in quanto ancora dolorante per la frattura alle costole rimediata a La Conca. Siamo però molto fieri della progressione di Enzo Deligny che ha gareggiato con i nostri colori. Ha dimostrato il suo valore facendo un meeting straordinario che ha concluso nella Top-5 OK-Junior. Abbiamo due motivi di soddisfazione nella KZ2 con performance di prim’ordine di Francesco Celenta fino al suo incidente in finale e il rapido adattamento di James Wharton con il kart con cambio. Parolin Racing Kart è sempre il costruttore di riferimento per i telai Mini: nella Top-8 finale ne figuravano cinque. Christian Costoya guida sempre il campionato e Matias Orjuela è rimontato al quarto posto, mentre Simas Baciuska ha raggiunto il 15° posto in finale.”

Un ottimo lavoro nella KZ2
Una vittoria con il giro più veloce nell’ultima manche, terzo nella sua prefinale e nella bagarre per la Top-3 finale prima di un contatto, Francesco Celenta è decisamente uno dei protagonisti della categoria. Parolin ha anche permesso a James Wharton di ottenere un risultato positivo nella sua prima gara KZ2 dato che il giovane australiano si è sempre migliorato fino a terminare in undicesima posizione, guadagnando così dieci posizioni in finale. Rimontato di sei posizioni all’undicesimo posto della sua prefinale, Slavik Putiatin ha dovuto rinunciare nel secondo giro della finale.

Deligny prende il comando nella Junior
Autore del quinto tempo tra 80 partecipanti, Enzo Deligny ha raggiunto una nuova tappa in questo week-end. Al termine delle manche occupava il secondo posto e ha vinto la sua prefinale. Si è battuto brillantemente fino alla fine della finale riuscendo ad aggiungere una prima Top-5 al suo palmarès. Guillaume Bouzar e Nando Weixelbaumer non si sono qualificati per la finale.

Sempre in lotta per vittoria nella Mini
Con tre vittorie nelle manche e un giro più veloce, Christian Costoya ha cominciato alla grande. Lo spagnolo ha vinto la sua prefinale e si è battuto per il primo posto in finale. La battaglia epica dell’ultimo giro lo ha fatto retrocedere all’ottavo posto, ma ha conservato il vantaggio nella classifica del campionato. Matias Orjuela ha recuperato progressivamente nonostante un crono molto alto migliorato durante le manche. Quinto nella sua prefinale, ha guadagnato ancora tre posizioni in finale per poi concludere vicino alla Top-5. Simas Baciuska ha realizzato l’exploit recuperando undici posizioni nella prefinale e terminando con una nota positiva al quindicesimo posto in finale. Infine, Oliver Kinmark ha fatto un ritorno spettacolare al terzo posto nelle manche, ma non è riuscito a concretizzare nelle fasi finali.

Missione difficile nella OK
Penalizzata a causa di posizioni nelle retrovie durante le prove di qualificazione, la formazione OK di Parolin Motorsport ha potuto contare solo sulla progressione di Danny Carenini nella prefinale per raggiungere la finale. Jesse Alejandro Carrasquedo e il nuovo arrivato Mario Schettino non sono riusciti a centrare il loro obiettivo nella prefinale.

Press Release © Parolin Motorsport