Aspettative disattese a Lonato per Leclerc by Lennox Racing nonostante il potenziale espresso

Aspettative disattese a Lonato per Leclerc by Lennox Racing nonostante il potenziale espresso

La squadra si dimostra ancora una volta competitiva in occasione del primo round della WSK Euro Series, ma alcuni inconvenienti pregiudicano i risultati finali.

Una gara caratterizzata dal meteo variabile e da alcune sventure non permette a tutti i piloti del team Leclerc by Lennox Racing di raggiungere gli ottimi risultati che erano alla loro portata. Tuttavia, i telai CL prodotti da Birel ART e motorizzati TM Racing esprimono nuovamente la propria velocità, sia in condizioni di pista asciutta sia in condizioni di pista bagnata, in tutte le categorie, dalla MINI alla KZ2.

Laurens Van Hoepen è autore del suo miglior weekend stagionale nella classe con il cambio. Il pilota olandese comincia con il quinto tempo di gruppo, a soli 47 millesimi dalla pole, per poi rimanere sempre tra i primi otto nelle manche. L’olandese si conferma ai vertici della classifica anche domenica: in finale Van Hoepen taglia il traguardo al nono posto, salvo poi essere relegato al decimo a causa di una penalità di cinque secondi. È comunque la sua prima top ten dell’anno, a riprova dei suoi continui progressi e della validità del pacchetto tecnico.

Prestazioni di alto livello in KZ2 anche per Matteo Viganò. L’italiano si aggiudica il secondo tempo di gruppo nelle qualifiche. Purtroppo, però, fin dalle prime manche la fortuna volta le spalle all’italiano che non raccoglie neanche una parte dei risultati che si sarebbe meritato viste le premesse. Un andamento simile quello di Viktor Gustavsson: dopo aver siglato il terzo tempo di gruppo in qualifica, lo svedese è protagonista anche nelle manche, in cui si distingue soprattutto per un terzo posto e un giro veloce. Domenica, invece, è una giornata da dimenticare con, in finale, un contatto al primo giro e una penalità di cinque secondi che gli impediscono di ottenere un risultato che rispecchiasse il suo potenziale. Un weekend ancora più amaro quello di Axel Bengtsson, che vede sfumare la possibilità di accedere alla finale a causa di un ritiro prematuro nella sua prefinale.

Martinius Stenshorne conferma le sue capacità in OK. In seguito al sesto tempo di gruppo in qualifica, il pilota norvegese è sempre tra i migliori sei persino nelle manche, anche se purtroppo è costretto al ritiro in una di queste. L’alfiere del team Leclerc by Lennox Racing è sorprendente sotto l’acqua: partito ottavo in prefinale, il giovane rookie si porta in terza piazza in soli 13 giri e si invola verso il secondo, ma sfortunatamente, appena dopo aver fatto segnare il giro più veloce della gara, gli cade la catena e si deve fermare. Stenshorne perde così l’opportunità di essere un assoluto protagonista in finale.

Un weekend all’insegna della continua crescita quello di Marcus Saeter in OKJ. Il pilota norvegese rimonta in tutte le manche che disputa. Recupera altre posizioni anche su pista bagnata: 14 in prefinale e tre nella sua prima finale della stagione.

Matic Presa non si smentisce nella MINI. Sesto nel suo gruppo in qualifica, il giovane sloveno emerge nelle manche, conquistando anche un secondo posto e due terzi. L’alfiere del team Leclerc by Lennox Racing si mostra competitivo persino con la pioggia: dopo essere scivolato 20esimo al secondo giro, Presa taglia il traguardo della sua prefinale in 11esima piazza, mentre in finale sfiora la top 15 in seguito a una rimonta di cinque posizioni.

Il team Leclerc by Lennox Racing dà appuntamento alla prossima gara, il Round 4 della WSK Super Master Series, che si terrà sempre sul circuito di Lonato nel weekend del 23-25 aprile.

Press Release © Leclerc by Lennox Racing