Champions of the Future Euro Series rd 4, Franciacorta: Finale OKJ – Vince Dzitiev, Tye ritirato ma è campione

Champions of the Future Euro Series rd 4, Franciacorta: Finale OKJ – Vince Dzitiev, Tye ritirato ma è campione

Pneumatici: Vega

  • Fino a ieri era ai margini della Top 15 della classifica provvisoria, ma oggi Kirill Dzitiev (Ward Racing – Tony Kart – Vortex) emerge dal gruppo con una performance straordinaria. Il portacolori di Ward Racing risale velocemente dalla decima posizione sulla griglia di partenza della finale e, al 17° giro, infila con un bel sorpasso Anatholy Khavalkin (Parolin Motorsport – Parolin – TM Racing).
  • Clamoroso quanto avviene subito dopo. Khavalkin finisce sull’erba appena subisce il sorpasso e perde diverse posizioni, così Maciej Gladysz (Ricky Flynn Motorsport – LN – Vortex), Taym Saleh (KR Motorsport – KR – IAME) e Nathan Tye (Sodikart – Sodikart – TM Racing) incombono su Dzitiev. Saleh passa Gladysz, ma il polacco non molla e i due entrano in contatto e coinvolgono anche Tye: tutti e tre sono ritirati.
  • Dzitiev è così solo in testa e s’invola meritatamente verso la vittoria. Però, Tye può festeggiare comunque perché il titolo della Champions of the Future Euro Series 2022 è già suo.
  • Gran rimonta anche per René Lammers (Parolin Motorsport – Parolin – TM Racing), che aveva iniziato il weekend dalla 58a posizione in qualifica. L’olandese, primo nella super heat 1, parte 11° e guadagna la seconda posizione finale. Sorprende pure Martin Molnar (Energy Corse – Energy Corse – TM Racing), costantemente nelle posizioni di vertice e autore della terza posizione. L’ungherese coglie anche il primo podio in OKJ in un campionato internazionale.
  • Conclude quarto Khavalkin, secondo in campionato dietro a Tye. Quinta e sesta posizione per Jimmy Helias (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex) e Jan Przyrowski (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex), ma il polacco retrocede 13° per una penalità di 5 secondi per il musetto anteriore in posizione non corretta.
  • È Alfie Slater (Ricky Flynn Motorsport – LN – Vortex) a prendersi la sesta posizione, mentre Adam Hideg (Sodikart – Sodikart – TM Racing), settimo, mette in piedi una prestazione eccezionale e recupera 20 posizioni totali, con tanto di giro più veloce della finale.
  • Seguono in classifica Andres Cardenas (Energy Corse – Energy Corse – TM Racing), ottavo, e Thomas Strauven (Ricky Flynn Motorsport – LN – Vortex), nono. Rimonta di ben 24 posizioni per Guillaume Bouzar (Koski Motorsport – Tony Kart – Vortex), ritirato nella super heat e partito dal fondo nella finale. Il lussemburghese si classifica decimo, con Maxens Verbrugge (KR Motorsport – KR – IAME) 11° e a +18 posizioni rispetto al via.
  • Lucas Fluxa (KR Motorsport – KR – IAME) chiude 12°. Rimonte di 22 posizioni per Marcel Kasprzycki (Ward Racing – Tony Kart – Vortex), 14°, e di 18 posizioni per Edward Robinson (Forza Racing – Exprit – TM Racing). Conclude solo 22° Dmitry Matveev (Koski Motorsport – Tony Kart – Vortex), terzo in campionato.

Risultati

Classifica campionato

©Photo: Sportinphoto