CIK FIA WORLD KF CHAMPIONSHIP: NICKLAS NIELSEN DA 10 e LODE

CIK FIA WORLD KF CHAMPIONSHIP:  NICKLAS NIELSEN DA 10 e LODE

HOT NEWS – TKART – ESSAY (FRANCIA) –  Primo dopo le manche è mister perfezione: Nicklas Nielsen (Kosmic/Vortex), dalla Danimarca. Il pilota della Kosmic Racing Department non solo ha fatto segnare ieri la pole position, ma oggi si è preso anche il lusso di vincere tutte le manche a cui ha preso parte.


La questione, però, è un’altra. Ovvero che non sembra ci possa essere anche solo un avversario alla sua altezza. In Kosmic funziona tutto sul tracciato di Essay: pilota, telaio, motore… Salvo imprevisti, la vita per gli altri è dura. Ma nel karting bisogna sempre aspettare la bandiera a scacchi della finale per dire chi è il vincitore: può sempre succedere di tutto. Tanto che proprio mentre stiamo scrivendo (sono le 19.45 di sabato) è arrivata la pioggia dopo una giornata di sole. E se domani dovesse piovere…  ci sarebbe un bel rimescolarsi della carte.

Torniamo a oggi. Il primo dei non Nielsen è Lando Norris (FA Kart/Vortex). Sbaglia poco o niente e va sempre forte. Chi ieri sembrava essere “l’altro che se la può giocare con Nielsen”, dicasi anche Callum Ilott (Zanardi/Parilla), non può dire la stessa cosa. Nella manche della mattina il fresco vincitore del titolo europeo si fa fregare dal primo Paolo Besancenez (Tony Kart/TM) che passa (il francese va forte ma con due risultati negativissimi conclude 30esimo). Così l’inglese arriva secondo in una manche che stava dominando. Poi rimane coinvolto in un incidente, accumula 25 penalità e domani partirà 11esimo.

A tenere alti i colori Zanardi Strakka Racing ci pensa il campione del mondo il carica, Tom Joyner che va forte, ma deve aspettare il passo falso di Nielsen per pensare di vincere. Altrimenti… sarà dura nonostante parta in prefinale dalla terza piazza, proprio alle spalle del danese.

A seguire, una lista di nomi importanti ma che, visti i valori in campo mostrati fino a ora, non sono in grado di primeggiare se le condizioni di gara rimangono quelle odierne. I nomi in questione sono quelli di Felice Tiene (CRG/Parilla), Gabriel Aubry (Tony Kart/Vortex), Karol Basz (Tony Kart/Vortex) Nikita Mazepin (Tony Kart/Vortex), Linus Lundquist (Tony Kart/Vortex) e Matteo Viganò (Top Kart/Parilla).

Alle loro spalle è finito Niko Kari (Tony Kart/Vortex) che vince addirittura 2 manche, ma paga cara la 28esima posizione dovuta a un ritiro. Lui insieme a Ilott e Norris poteva sembrare essere l’unico anti Nielsen. Partire dalla decima posizione in prefinale, però, non gli faciliterà le cose.

Per leggere la classifica completa della KF clicca qui.