CRG campione del mondo KZ e vincitrice della KZ2 World Cup 2022

CRG campione del mondo KZ e vincitrice della KZ2 World Cup 2022

CRG torna sul tetto del mondo del karting internazionale e lo fa nel modo più bello e netto in assoluto, vincendo entrambi i titoli più importanti delle categorie shifter: il FIA Karting World Championship KZ e la FIA Karting World Cup KZ2. Un weekend perfetto quello disputato dai piloti CRG a Le Mans in Francia, dove i due titoli più di rilievo si sono assegnati in prova unica.

Viktor Gustafsson ha vinto il titolo nella top class KZ, partendo dalla prima fila e portandosi subito al comando della corsa, senza più lasciarlo fino alla bandiera a scacchi. Il pilota svedese ha così riportato in casa CRG il titolo mondiale che mancava da alcune stagioni, il 46 del ricco e prestigioso palmares della Factory italiana. Il successo di Gustafsson è stato costruito fin dalle prove di qualificazione dove, con la 4a posizione nel suo gruppo, si è assicurato la partenza davanti nelle manche dove ha poi ottenuto 2 successi. Il binomio CRG – TM si è dimostrato veloce in tutte le condizioni di pista confermandosi versatile, come ne ha dato prova anche Jeremy Iglesias in KZ, sempre tra i più competitivi e alla fine ottimo 3° al traguardo. È stata una prova di forza incredibile quella messa in campo da CRG, che con questo titolo e due piloti sul podio ha presentato nel migliore dei modi su un palcoscenico prestigioso i telai che saranno commercializzati nel 2023.

Gli stessi telai, sempre spinti dai motori TM, sono stati i grandi protagonisti anche della World Cup KZ2 nella quale il CRG Racing Team ha ottenuto una netta vittoria con Arthur Carbonnel, vero dominatore dell’evento: scattato dalla pole position, ha conquistato poi il successo con 4” di vantaggio sul secondo classificato; un distacco non abituale nelle gare di kart. Carbonnel è stato perfetto nelle fasi di qualificazione con ben 3 vittorie nelle manche che gli hanno garantito la pole position per la Finale, dove poi ha poi conquistato il titolo facendo segnare anche il giro più veloce in gara. La festa CRG in KZ2 avrebbe potuto essere completata anche da Jorge Pescador, che era scattato dalla 2a fila in Finale, dopo aver ottenuto ben 3 successi nelle manche. Purtroppo però il pilota spagnolo ha forato una gomma anteriore mentre lottava per il podio e si è dovuto ritirare. Per quanto riguarda gli altri piloti CRG, in KZ2 sono stati molto sfortunati Paavo Tonteri e Brandon Nilsson, che hanno mancato la qualificazione per pochissimi punti a causa di due ritiri nelle manche. Per entrambi rimarrà un po’ di delusione, considerando che sono stati molto veloci nelle altre gare eliminatorie. Molto sfortunata è stata anche Natalia Balbo, che aveva ottenuto un eccellente 7° posto nel suo gruppo nelle prove di qualificazione, ma poi nelle manche alcuni contatti di gara hanno fermato le sue ambizioni. Fuori dai finalisti in KZ2 sono rimasti anche Gerard Cebrian, Lorenzo Giannoni, Andrea Bosetto, Archie Tillett, Vincenzo Marinov, Axel Matus e Josep Vea.

Nella top class KZ, invece, Alex Irlando ha compromesso il suo weekend perdendo una manche, dopo che aveva iniziato molto bene con il 3° posto nella prima. Si è così qualificato a centro gruppo per la Finale, dove poi è rimasto bloccato dalla bagarre e dal traffico. Sfortunato anche Jaime Alguersuari, che non ha disputato le prove di qualificazione per un problema e quindi è dovuto partire sempre dal fondo della griglia nelle manche. Alla fine per lui un 24° posto finale, facendo registrare tempi molto vicini ai migliori, rappresenta un discreto risultato.

Ora è tempo di festeggiare in casa CRG e condividere questo strepitoso successo con i partner tecnici, a partire dalla TM che, con il supporto di Gianfranco Galiffa in pista, ha garantito alla squadra motori eccezionali.

Il commento dei piloti CRG

Viktor Gustafsson (KZ – World Champion): “Questo risultato eccezionale ci ripaga del grande lavoro fatto quest’anno, durante il quale abbiamo preparato questo evento nel migliore dei modi, spesso anche sacrificando la prestazione in gare di livello minore. Questo aspetto fa comunque parte dei compiti di un Racing Team di una Factory come CRG, perché dal nostro lavoro nasce la produzione dei telai per la rete di vendita e per i Campionati nazionali. Tornando alla gara di oggi devo dire che tutto il weekend è stato perfetto, sia nei primi giorni con il meteo variabile e poco grip in pista, sia domenica, dove abbiamo sfruttato molto bene le gomme nuove. Voglio ringraziare tutti i ragazzi della squdra che hanno fatto un lavoro eccezionale e il mio meccanico Riccardo Messana con il quale ho condiviso lo scorso anno il passaggio in CRG. Un grande grazie anche alla TM che ci ha fornito un supporto eccezionale per quanto riguarda i motori. Sono molto contento e voglio godermi questo momento che ci ripaga di tutto il lavoro svolto in questa stagione”.

Arthur Carbonnel (KZ2 World Cup Winner): “Per me vincere questo importante titolo sulla pista di casa è un sogno che si realizza. Ho scelto di cambiare squadra solo prima del summer break e questa scelta si è rivelata molto positiva. Il team ha fatto un lavoro eccezionale e il feeling con il telaio e il motore è stato molto buono fin dalle prime prove libere. Conquistare la pole per la Finale mi ha dato sicurezza e in gara sono subito riuscito a prendere un piccolo vantaggio, che mi ha consentito di fare una buona gestione delle gomme. Mi dispiace per Jorge perché anche lui meritava di salire sul podio, a conferma di quanto il nostro pacchetto telaio-motore sia competitivo. Ovviamente voglio ringraziare la CRG per avermi dato questa grande chance, il mio meccanico, Gianfranco Galiffa per il supporto motori e la mia famiglia che mi segue sempre”.

Jeremy Iglesias (KZ): “Sono sicuramente contento per il risultato, ma soprattutto per la grande dimostrazione di competitività che abbiamo saputo dare in modo corale con tutta la squadra. Per quanto riguarda la mia gara, avevo la velocità per stare con Viktor e nelle prime fasi ho provato ad andare via con lui, ma non ci siamo riusciti perché i nostri avversari per il podio sono rimasti agganciati a noi. In questa fase ho perso un po’ di tempo, ma non ho voluto prendere rischi compromettendo un weekend così positivo per il team. Alla fine il 3° posto è un risultato molto positivo, ancora di più se lo valutiamo sulla differenza che abbiamo saputo fare sugli altri team motorizzati TM. Complimenti a Viktor che ha fatto un bellissimo weekend e un grazie a tutti i ragazzi della squadra e a Gianfranco Galiffa per il grande supporto motoristico che ci ha fornito per tutta la stagione”.

Press Release © Kart CRG