Doppio podio Vortex nella WSK “Master” a Lonato

Doppio podio Vortex nella WSK “Master” a Lonato

Nell’atto conclusivo della WSK Super Master Series 2021, i propulsori dell’OTK Kart Group centrano due podi nelle classi OK e OKJ, aggiungendo anche diversi giri veloci nel proprio bottino finale.

KZ2 – I motori RTZ e RSZ di casa Vortex per la classe con il cambio vedono in Simo Puhakka (Tony Kart Racing Team) il miglior interprete della finale. Il pilota finlandese risale di ben 11 posizioni rispetto alla griglia di partenza e finisce nella top 10. Ottima prova anche per Lorenzo Camplese (Tony Kart Racing Team), alla prima gara stagionale con il Tony Kart Racing Team. Accede alla gara conclusiva del weekend anche Jean Luyet (D.E.L. Motorsport).

OK – Sono 11 i motori Vortex DST che occupano lo schieramento di partenza della finale della categoria regina dei kart monomarcia: circa un terzo dei partecipanti. Luigi Coluccio (Kosmic Racing Department) conferma le performance di due settimane fa e centra il 3° posto, oltre a vincere una manche eliminatoria nel corso del fine settimana. Ci sono altri due Vortex nella ristretta cerchia dei migliori cinque: trattasi di Artem Severiukhin (Ward Racing) e di Joseph Turney (Tony Kart Racing Team), rispettivamente 4° e 5° sulla linea del traguardo. Prova concreta anche da parte di Rintaro Sato (Ricky Flynn Motorsport) che ottiene il 7° posto, appena davanti a Tuukka Taponen (Tony Kart Racing Team), 8°. Proseguendo con la classifica troviamo in ordine: Norton Andreasson (Ward Racing), Danny Carenini (Autoeuropeo Motorsport), Alfio Spina (Tony Kart Racing Team), Edoardo Villa (Exprit Racing Team) e Sebastian Gravlund (Kosmic Racing Department). Termina anzitempo la corsa Bruno Del Pino (Tony Kart Racing Team).

OKJ – I DJT al via della finale della “junior” sono 9, oltre il 25% dei concorrenti. Veloce e competitivo anche nel primo round della WSK Euro Series, Harley Keeble (Tony Kart Racing Team) ottiene il 2° posto nella finale, poco distante dal vincitore della corsa. Il pilota britannico firma anche un giro veloce in occasione della prefinale dove conclude 3°. Gli altri due best lap della domenica, quelli della seconda prefinale e della finale, vedono il nome di James Egozi (Tony Kart Racing Team), capace di rimontare posizioni su posizioni fino al 5° posto, davanti a un arrembante Freddie Slater (Ricky Flynn Motorsport) al 6°. Per pochi decimi di secondo, Alexander Gubenko (Tony Kart Racing Team) manca la top 10 sebbene ha la giusta velocità durante le manche eliminatorie, con un giro veloce nella seconda heat che lo dimostra. Scorrendo l’elenco della classifica spuntano anche, in ordine, Jonathan Weywadt (RS Competition), Konstantin Krapin (Ward Racing) e Maxim Rehm (Ricky Flynn Motorsport). Ritirati Maksimilian Popov (Ward Racing) e Dion Gowda (Ricky Flynn Motorsport).

MINI – Jimmy Helias (Tony Kart Racing Team) combatte nella finale di domenica e rimonta ben 11 posizioni dal fondo della griglia. Il pilota francese è tra i migliori venti dell’evento e in occasione delle manche eliminatorie sale anche in un’occasione sul podio.

Press Release © OTK Kart Group