Campionato Europeo, Le Mans: le condizioni della pista condizionano le prove libere, Stenshorne e Pauwels in pole.

Dopo alcune stagioni di assenza dal FIA Karting European Championship, la pista di Le Mans torna a figurare nel calendario. Le condizioni imprevedibili verificatesi sul tracciato hanno influenzato parecchio i risultati in entrambe le categorie.

OK: Pauwels strappa la pole position a Smal


La lotta per la pole position si decide per lo più nel primo gruppo di qualifica. Inizialmente sembra essere nelle mani di Kirill Smal (Tony Kart/Vortex/LeCont) che segna il miglior giro. Successivamente, però, il tempo del russo viene annullato, permettendo a Kobe Pauwels (KR/Iame/LeCont) di partire per la prima volta dalla posizione migliore nelle Heats di domani.

Il pilota belga segna un tempo di 50.822, sufficiente per rimanere imbattuto dai gruppi successivi. Solo nel gruppo 3 Gabriele Mini (Parolin/TM Racing/LeCont) e Dexter Patterson (KR/Iame/LeCont) sono in grado di registrare dei tempi competitivi, con MInì che termina al quarto posto complessivo con 50.837.

Nemmeno il campione del mondo in carica Lorenzo Travisanutto (KR/Iame/LeCont), autore di un giro incredibile nell’ultimo gruppo, può fare nulla, dovendosi accontentare del nono posto complessivo.

OKJ: prima pole position per Stenshorne


Il primo gruppo di qualifica è di nuovo protagonista nella caccia alla pole. Martinius Stenshorne (FA Kart/Vortex/Vega) sorprende tutti segnando il giro più veloce in 52.883.

Il pilota norvegese supera così Evan Giltaire (Sodi/TM Racing/Vega) e Marcus Amand (Kosmic/Iame/Vega) per soli 0.031 e 0.040 secondi.

Dal primo gruppo escono quasi tutti i piloti nelle prime posizioni. Sebbene l’americano Ugo Ugochukwu (FA Kart/Vortex/Vega) faccia segnare un buon crono nel gruppo 2, questo è appena sufficiente per farlo entrare in top 10

La stessa cosa succede per i piloti del gruppo 3 e 4 dove solo Andrea Kimi Antonelli (KR/Iame/Vega) e Arvid Lindblad (Exprit/TM Racing/Vega) riescono a scendere sotto la barriera dei 53 econdi.

Domani sarà una giornata fondamentale in cui si disputeranno la maggior parte delle batterie, che sarà importante terminare in buona posizione in vista della finale di domenica

PH: Sportinphoto