FIA Karting European Championship KZ, KZ2 e Academy Trophy rd 2, Cremona: qualifiche – Pole position per Lindblad (KZ), Milell (KZ2) e Orjuela (Academy)

FIA Karting European Championship KZ, KZ2 e Academy Trophy rd 2, Cremona: qualifiche – Pole position per Lindblad (KZ), Milell (KZ2) e Orjuela (Academy)

A poco più di un mese dal primo round disputatosi a Genk, i protagonisti delle categorie con il cambio, la KZ e la KZ2, tornano in pista a Cremona per il secondo e ultimo appuntamento del FIA Karting European Championship. Sono 31 i piloti che si presentano all’atto conclusivo del campionato europeo nella classe regina del karting, mentre sono 83 gli alfieri pronti ad animare la KZ2. Si uniscono a loro anche i 50 giovani che partecipano al secondo dei tre round del FIA Karting Academy Trophy.

Nella giornata di venerdì si sono svolte le consuete qualifiche, per poi proseguire con le prime manche eliminatorie, che si concluderanno sabato pomeriggio per le categorie con il cambio e domenica mattina per l’Academy.

KZ: Noah Milell torna in cattedra

Pneumatici: LeCont

  • Evidentemente la guida pulita di Noah Milell (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex) fa la differenza su una pista incredibilmente gommata come quella di Cremona. Dopo un inizio di stagione complicato, il campione del mondo in carica si aggiudica la pole position grazie a un 45.798, rifilando più di due decimi al diretto inseguitore e ribadendo le proprie capacità.
  • La seconda posizione è appannaggio di un eccezionale Senna Van Walstijn (Sodikart – Sodi – TM Racing). Alla seconda gara nella classe regina del karting, il vicecampione europeo KZ2 in carica nonché secondo classificato nella FIA Karting International Super Cup KZ2 dell’anno scorso esprime la propria velocità e si candida al ruolo di grande protagonista.
  • È altrettanto notevole la performance di Tuukka Taponen (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex). Alla seconda qualifica nella categoria a marce, il campione del mondo OK in carica guadagna la terza piazza, fermando il cronometro a poco meno di due decimi e mezzo dal compagno di squadra.
  • Dopo aver ottenuto il quinto posto nel primo round a Genk, Pedro Hiltbrand (Birel ART Racing – Birel ART – TM Racing) si conferma competitivo con la quarta posizione. Dei piloti che attualmente occupano la top sette in campionato, il vicecampione europeo in carica è il più veloce in qualifica e sarà quindi più determinato che mai nel puntare al titolo.
  • Segnali positivi anche da parte di Juho Valtanen (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex), quinto. L’alfiere finlandese precede di soli 14 millesimi il compagno di squadra e connazionale Simo Puhakka (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex), abile nel portare un quarto Tony Kart nelle prime sei posizioni.
  • Dopo essere salito sul secondo gradino del podio nel primo round a Genk e aver guadagnato la medaglia di bronzo nel campionato europeo dell’anno scorso, Paolo Ippolito (KR Motorsport – KR – IAME) fa sua la settima piazza. Sebbene puntasse sicuramente a un risultato migliore, il portacolori del team KR Motorsport si trova davanti al diretto avversario Emilien Denner (Sodikart – Sodi – TM Racing). Il dominatore del primo round e attuale leader del campionato sigla il nono miglior tempo e dovrà impegnarsi per risalire nelle manche, su una pista che al momento risulta alquanto ostica per i sorpassi. Tra i due principali contendenti al titolo si infila il campione europeo in carica Riccardo Longhi (Birel ART Racing – Birel ART – TM Racing), ottavo e autore della miglior prestazione nel primo settore.
  • Chiude la top ten Lorenzo Camplese (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex), che dà ulteriore prova del feeling speciale creatosi tra il Tony Kart Racing Team e il tracciato di Cremona. Il vicecampione del mondo in carica precede Francesco Celenta (Parolin Motorsport – Parolin – TM Racing), 11°, il campione del mondo del 2020 Jeremy Iglesias (CRG Racing Team – CRG – TM Racing), 12°, e Stan Pex (SP Motorsport – KR – TM Racing), 13°.
  • Qualifiche leggermente al di sotto delle aspettative per Matteo Viganò (Leclerc by Lennox Racing – Birel ART – TM Racing), 14° dopo essere salito sul terzo gradino del podio nel primo round a Genk, il campione europeo del 2020 nonché campione del mondo del 2019 Marijn Kremers (Birel ART Racing – Birel ART – TM Racing), 15°, e il campione del mondo del 2015 Jorrit Pex (SP Motorsport – KR – TM Racing), 19° dopo aver concluso il primo round ai piedi del podio ed essersi aggiudicato la medaglia di bronzo nel mondiale dell’anno scorso.
  • Lieve delusione anche per il vincitore della FIA Karting International Super Cup KZ2 dell’anno scorso Lorenzo Travisanutto (Parolin Motorsport – Parolin – TM Racing), 16° alla seconda esperienza in KZ e appena davanti al pluricampione del mondo Davide Forè (Renda Motorsport – Birel ART – TM Racing), il campione europeo KZ2 del 2020 Viktor Gustavsson (CRG Racing Team – CRG – TM Racing), 20°, Adrien Renaudin (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex), 23°, e il vincitore della CIK-FIA International Super Cup KZ2 nel 2017 Alex Irlando (CRG Racing Team – CRG – TM Racing), 25°.

Risultati

KZ2: Prima pole position in KZ2 per uno strepitoso Arvid Lindblad

Pneumatici: LeCont

  • Arvid Lindblad (SP Motorsport – KR – TM Racing) torna alla guida di un kart a marce e lo fa in grande stile. Dopo aver centrato la top cinque nel primo round a Genk, il pilota del Red Bull Junior Team è il più incisivo nel gruppo 2 con un 46.099 e ottiene la pole position assoluta, confermandosi un grande protagonista anche con il cambio in mano. Il giovane rookie rifila poco più di un decimo e mezzo a Thomas Imbourg (CPB Sport – Sodi – Tm Racing), che ribadisce la propria competitività con il secondo posto nel gruppo e il quinto in classifica generale. Terzo nel gruppo e nono totale è uno sbalorditivo Alex Maragliano (Fina Mangione – Drago Corse – TM Racing), autore di una performance eccellente e della miglior prestazione nel secondo settore alla prima apparizione internazionale con il telaio Drago Corse.
  • Dopo aver messo in mostra un capolavoro nel primo appuntamento a Genk, Tom Leuillet (Leclerc by Lennox Racing – Birel ART – TM Racing) sembra pronto a metterne in mostra un altro sul circuito di Cremona. Il vincitore del primo round nonché attuale leader del campionato è il più veloce nel gruppo 1 grazie a un 46.140, che gli vale la seconda posizione assoluta. Il giovane francese è costretto a fermarsi dopo soli tre giri a causa di un difetto di una gomma anteriore, ma esprime una fiducia disarmante nei propri mezzi e riesce a primeggiare anche così, mentre tutti i suoi avversari completano almeno cinque giri lanciati. A poco meno di un decimo e mezzo da Leuillet ferma il cronometro un ottimo Moritz Ebner (Birel ART Racing – Birel ART – TM Racing), abile nell’ottenere il secondo posto nel gruppo e il sesto in classifica generale dopo aver segnato il miglior secondo settore. Subito dietro alla coppia Birel ART si trova un sorprendente Giorgio Emiliano Carrara (Novalux – Lenzokart – LKE), che porta il suo Lenzokart in terza piazza nel gruppo e in decima totale.
  • Il miglior interprete nel gruppo 4 è un meraviglioso Cristian Bertuca (Birel ART Racing – Birel ART – TM Racing). Alla seconda gara in KZ2, il portacolori del team Birel ART Racing rende evidente il suo amore nei confronti del kart a marce e fa sua la terza posizione assoluta grazie a un 46.180. Il giovane debuttante precede di soli nove millesimi il connazionale Danilo Albanese (KR Motorsport – KR – IAME), che firma il miglior terzo settore e manifesta ancora una volta le proprie doti velocistiche con il secondo posto nel gruppo e il settimo in classifica generale. Dopo essere salito sul terzo gradino del podio alla FIA Karting International Super Cup dell’anno scorso e sul secondo gradino nel primo round del campionato europeo a Genk, David Trefilov (Maranello SRP Factory Team – Maranello – TM Racing) si issa in terza piazza nel gruppo e in 11esima totale, dimostrandosi pronto a contendersi il titolo.
  • A imporsi in un gruppo 3 particolarmente conteso, che vede i primi cinque piloti racchiusi in soli 96 millesimi, è uno straordinario Tim Gerhards (CPB Sport – Sodi – Tm Racing). Il portacolori del team CPB Sport stampa un 46.536 e, sebbene non sigli la miglior prestazione in nessuno dei tre settori, si aggiudica la quarta posizione assoluta, battendo Daniel Vasile (DR – DR – Modena Engines) per cinque millesimi. Già protagonista nel primo round a Genk, l’alfiere del team DR si ripresenta ai vertici della classifica con il secondo posto nel gruppo e l’ottavo totale dopo aver firmato il miglior terzo intertempo. Dà ulteriore prova del proprio potenziale anche Alessio Piccini (Birel ART Racing – Birel ART – TM Racing), terzo nel gruppo, ad appena 34 millesimi da Gerhards e forte del miglior secondo settore, e 12° in classifica generale.
  • Chiudono la top 15 assoluta grazie a performance convincenti Giuseppe Palomba (Birel ART Racing – Birel ART – TM Racing), Paavo Tonteri (CRG Racing Team – CRG – TM Racing) e Matteo Spirgel (CPB Sport – Sodi – Tm Racing). Il pilota del team CPB Sport si ritrova appena davanti a Robert Kindervater (Birel ART Racing KSW – Birel ART – TM Racing), 16° e a soli 43 millesimi dalla pole nel gruppo 3 dopo aver firmato il miglior primo settore, mentre Michael Rosina (TBkart Racing Team – TB Kart – TM Racing) occupa la 20esima piazza dopo aver fermato il cronometro a soli 96 millesimi dalla pole nello stesso gruppo di Kindervater.
  • Qualifiche leggermente al di sotto delle aspettative per Jean Luyet (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex), 17° assoluto, Norton Andreasson (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex), 21°, Jorge Pescador (CRG Racing Team – CRG – TM Racing), 23°, il campione europeo del 2014 Andrea Dalè (Andrea Dalè – CRG – TM Racing), 32°, Genis Civico (Modena Kart – Birel ART – TM Engines), 33°, Markus Kajak (AIX Racing Team – Tony Kart – TM Racing), 37° e ai piedi del podio nel primo round a Genk, David Liwinski (CPB Sport – Sodi – Tm Racing), 38°, Kris Haanen (SP Motorsport – KR – TM Racing), 41° dopo aver guadagnato la medaglia di bronzo a Genk, Kristijan Habulin (TBkart Racing Team – TB Kart – TM Racing), 49°, e Samuel Luyet (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex), 53°.
  • Alla prima apparizione nel campionato europeo KZ2, il pilota di Formula 4 Kirill Small (Birel ART Racing – Birel ART – TM Racing) fa sua la 52esima posizione in classifica generale.
  • È ancora assente il campione europeo in carica Giacomo Pollini.

Risultati

Academy: Matias Orjuela fa la differenza

Telaio: Exprit Kart / Motore: Vortex / Pneumatici: LeCont

  • Matias Orjuela si esprime al meglio in un circuito che, a causa dell’enorme quantità di gomma depositatasi sull’asfalto, mette a dura prova gli alfieri dell’Academy Trophy. Il pilota colombiano è il miglior interprete nel gruppo 1 grazie a un 48.413 e guadagna la pole position assoluta, rifilando più di due decimi ad Aleksandar Bogunovič. Forte del quinto posto ottenuto nel primo round a Genk, il giovane sloveno ribadisce la propria presenza ai vertici della classifica con la seconda piazza nel gruppo e la terza in classifica generale. Dei piloti che attualmente occupano la top cinque in campionato, Bogunovič è il più veloce in qualifica e sarà quindi determinato nel puntare a continuare di questo passo. Terzo nel gruppo nonché quinto totale è un sorprendente Mark Dubnitski, autore della miglior prestazione nel secondo settore.
  • A imporsi nel gruppo 2 con un 48.528 è Thibaut Ramaekers, che si aggiudica così il secondo posto assoluto, proprio come fece nel primo round a Genk. Il giovane belga precede di soli 17 millesimi Dinu Sabin Stroescu, abile nel dare prova della propria competitività con la seconda piazza nel gruppo e la quarta totale. La terza posizione nel gruppo nonché sesta in classifica generale è appannaggio di un eccellente Iwo Beszterda, che ferma il cronometro ad appena 34 millesimi da Ramaekers e firma il miglior secondo intertempo.
  • A soli 38 millesimi da Ramaekers conferma le proprie capacità anche Joel Pohjola, quarto nel gruppo e ottavo assoluto. Il pilota finlandese si ritrova subito dietro a un ottimo Santino Panetta, che sigla il miglior terzo settore nel gruppo 1.
  • Completano la top ten grazie a performance convincenti la quota rosa Chiara Battig, supportata dalla FIA Women in Motorsport Commission, e William Go, ancora protagonista dopo essere salito sul secondo gradino del podio nel primo round a Genk.
  • Qualifiche leggermente al di sotto delle aspettative per il poleman di Genk Guillaume Bouzar, reduce dal podio al terzo appuntamento del FIA Karting European Championship OKJ a Kristianstad e oggi 11° assoluto in qualifica dopo aver concluso il primo round al terzo posto, Caleb Gafrarar, 13°, Nikolas Roos, 14°, Luca Houghton, 19° e ai piedi del podio nel primo round, il vincitore del primo round e attuale leader del campionato Arthur Dorison, 28°, e Henry Joslyn, 44°.
  • Sono assenti due protagonisti del primo round quali Jindrich Pesl e Jack Buckley.

Risultati

©Photo: Sportinphoto