FIA Karting World Championship KZ, Kristianstad: Finale – Doppietta Tony Kart: Milell è campione del mondo

Pneumatici: MG Tyres

  • Noah Milell (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex) è il nuovo campione del mondo KZ. Il pilota svedese vince la gara più prestigiosa dell’anno sul circuito di casa. La sua finale è stata impeccabile: Noah scatta perfettamente al via dalla seconda posizione e guadagna immediatamente la leadership della gara. Da quel momento Milell è irraggiungibile: suo il miglior giro (50.241), sua la vittoria con addirittura oltre 5 secondi sul secondo classificato e, ovviamente, suo il mondiale.
  • Alle spalle dello svedese arriva Lorenzo Camplese (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex) a completare una doppietta tutta Tony Kart. Lorenzo, nell’arco del weekend, è sembrato a tratti il più in forma dei tre piloti del Racing Team durante le manche, ma in finale deve piegarsi alla velocità del compagno di squadra che è irraggiungibile.
  • Terzo posto per un sorprendente Jorrit Pex (KR Motorsport – KR – TM Racing). L’olandese, che ultimamente non partecipa con assiduità a tutte le gare, ha vissuto un weekend in crescendo. In finale ha dato il meglio, mettendo a segno degli incredibili sorpassi che gli hanno permesso di recuperare fino al podio.
  • Chi ha vissuto una finale terribile è Matteo Viganò (Leclerc by Lennox Racing – Birel ART – TM Racing). L’italiano nelle manche guadagna la pole position della finale grazie a 3 vittorie. Al via della finale perde la prima posizione e si piazza in seconda posizione, alle spalle di Milell, ma la sua gara non dura neanche un giro a causa di un guasto che lo costringe al ritiro.
  • Quarto posto per Viktor Gustavsson (Leclerc by Lennox Racing – Birel ART – TM Racing) che per buona parte della gara sembra essere sicuro di poter conquistare il terzo posto al mondiale nella gara di casa, ma nulla può contro uno scatenato Pex.
  • Simo Puhakka (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex) non riesce ad avere il giusto spunto nei primissimi giri di gara, dopo essere scattato dalla 7^ posizione. Il finlandese sembra avere un ritmo al livello dei due compagni di squadra, ma non gli riesce la rimonta che invece ottiene Pex. In particolare ingaggia un duello con Fabian Federer (SRP Racing Team – Maranello – TM Racing) che chiuderà poi alle sue spalle, davanti a Paolo Ippolito (CRG Racing Team – CRG – TM Racing) e Stan Pex (KR Motorsport – KR – TM Racing), anche lui capace di un ottimo ritmo o di rimontare ben 6 posizioni.
  • Chiudono la top ten i due piloti Birel Art Racing, Marijn Kremers (Birel Art Racing – Birel Art – TM Racing) e Riccardo Longhi (Birel Art Racing – Birel Art – TM Racing), capaci di buone performance in finale, forse le migliori di tutto il weekend, ma che pagano la partenza dalle posizioni di centro schieramento.
  • Da segnalare la performance di Andrea Kimi Antonelli (KR Motorsport – KR – IAME): il giovane italiano sbaglia ancora una volta la partenza e perde davvero tante posizioni, ma mostra comunque un’ottima velocità tanto da far segnare il secondo miglior giro della gara (50.265).

Risultati

 

©Photo: Sportinphoto