Finali incredibili per chiudere il secondo RMCIT

Finali incredibili per chiudere il secondo RMCIT

[tradotto con Google]

L’ultimo giorno del Trofeo Rotax MAX Challenge International 2020 è stato ricco di spettacoli e colpi di scena sul Kartódromo Internacional do Algarve.

Combattute al 100% su pista asciutta e in condizioni miste, le Finali hanno mostrato la straordinaria competitività delle categorie Rotax con partecipanti di altissimo livello provenienti da tutto il mondo, nonostante una situazione di salute non particolarmente favorevole, prima di premiare i grandi vincitori.

Né il tempo piovoso né i vincoli di controllo delle infezioni hanno influenzato il morale dei 229 piloti di 34 nazionalità che si sono riversati nel sud del Portogallo per prendere parte alla seconda edizione del Rotax MAX Challenge International Trophy dall’8 al 13 dicembre 2020. BRP-Rotax e 3MK Events vorrebbero ringraziarli per la loro presenza ed entusiasmo e non vedono l’ora di vederli nell’agosto 2021 a Le Mans.

Micro: il Libano sotto i riflettori con Feghali
Christopher Feghali (LBN – KR – DHR) ha avuto una competizione perfetta in Micro. La vittoria in Finale ha confermato il suo talento che si era espresso senza eccezioni sin dalle prove. Ma la competizione è stata dura, soprattutto con Jacob Ashcroft (GBR – KR – Dan Holland Racing), Mees Houben (NLD – Exprit – GKS Lemmens Power) e Max Sadurski (NLD – Energy) come forti avversari.

Podio e premi finali Micro
1- Christopher Feghali – LBN – un Can-Am DS 90 Quad
2- Jacob Ashcroft – GBR – un motore Micro MAX
3- Max Sadurski – NLD – un buono Rotax di € 1000

Mini: una vittoria convincente per Skjelten
Diversi piloti hanno brillato nella Mini. Ethan Jeff-Hall (GBR – Tony Kart – Strawberry Racing), Thomas Strauven (BEL – Tony Kart – Strawberry Racing), Harry Hannam (ARE – MS Kart – DHR) e Alexander Skjelten (LVA – Birel ART – National) erano spesso presenti in prima linea. Jeff-Hall e Skjelten hanno lottato a lungo per la vittoria finale prima che quest’ultimo vincesse contro Hannam e Strauven.

Podio finale Mini e premi
1- Alexander Skjelten – LVA – un Can-Am DS 90 Quad
2- Harry Hannam – ARE – un motore Mini MAX
3- Thomas Strauven – BEL – un buono Rotax di € 1000

Juniores: Guinchard vince una Finale interrotta dalla pioggia
Partendo su una pista asciutta, la finale Junior ha visto alcune battaglie ravvicinate e colpi di scena. Freddie Spindlow (GBR – Kosmic – KR Sport) ha condotto la prima parte della gara fino a quando Daniel Guinchard (GBR – KR – Argenti Motorsport) ha preso il comando al quarto giro. Quando è arrivata la pioggia, 11 giri erano stati coperti e il Direttore di Gara era in grado di sventolare la bandiera rossa al giro successivo per evitare incidenti con gomme slick su una pista molto scivolosa. Alle spalle di Guinchard, Aaron Walker (GBR – Tony Kart – Strawberry Racing) ha potuto sfruttare la sua incredibile rimonta dalla 22 ° alla 2 ° posizione, mentre William Macintyre (GBR – Kosmic – KR Sport) ha recuperato nove posizioni al 3 ° posto.

Podio e premi finali Junior
1- Daniel Guinchard – GBR – un biglietto per l’RMCGF 2020
2- Aaron Walker – GBR – un motore Junior MAX
3- William Macintyre – GBR – un buono Rotax di € 1000

Senior: Porter vince all’ultimo giro
Dopo aver vinto la Prefinale, anche Morgan Porter (GBR – KR – Argenti Motorsport) ha vinto in Finale. Ma le cose non sono state facili domenica pomeriggio. Dopo un breve acquazzone, la scelta degli pneumatici adatti ha diviso i piloti. Sebbene le slick fossero in definitiva l’opzione migliore, il grip è rimasto limitato in alcuni punti e la gara è stata molto animata con almeno sei diversi leader e molti sorpassi. Rhys Hunter (GBR – FA Kart – DHR) era in testa per i primi due giri, poi Porter ha preso brevemente il comando prima di essere superato da Mark Kimber (GBR – Tony Kart – Strawberry Racing). Kai Hunter (GBR – Tony Kart – DHR) ha poi interrotto il dominio di Kimber che è tornato al 1 ° posto. Un ultimo giro molto intenso ha permesso a Porter di conquistare la vittoria di 4 decimi davanti a Sean Butcher (GBR – Kosmic – KR Sport), mentre Kimber ha chiuso al 3 ° posto.

Podio finale Senior e premi
1- Morgan Porter – GBR – un biglietto per l’RMCGF 2020
2- Sean Butcher – GBR – un motore Senior MAX
3- Mark Kimber – GBR – un buono Rotax di € 1000

DD2: Przybylak trova la via del ritorno al successo
Dopo essere stato dominato in Prefinale, Xander Przybylak (BEL – Tony Kart – Bouvin Power) ha ripreso il comando della Finale della categoria DD2. È subentrato a Paolo Besancenez (FRA – Sodi) dopo diverse battaglie in prima fila al quarto giro. Ha poi dovuto mantenere un buon ritmo per non cadere sotto la minaccia di Petr Bezel (CZE – Sodi – KSCA Sodi Europe). Per molto tempo 3 °, Xen De Ruwe (SVN – Intrepid – SSC Sportstil) non ha potuto resistere all’attacco di Besancenez nell’ultimo giro.

Podio finale DD2 e premi
1- Xander Przybylak – BEL – un biglietto per l’RMCGF 2020
2- Petr Bezel – CZE – un motore DD2 MAX
3- Paolo Besancenez – FRA – un buono Rotax di € 1000

Grube domina fino alla fine in DD2 Masters
Leader delle Manche di Qualificazione e vincitore della Prefinale, Henrijs Grube (LVA – Exprit – Team Victoria) si è progressivamente distaccato dagli avversari per ottenere una netta vittoria in Finale con oltre 3,5 “di vantaggio. Romain Mangé (FRA – Tony Kart ) era in 2a posizione sin dal primo giro, e Slawomir Muranski (POL – Tony Kart – 46 Team) ha dovuto superare Thierry De Jong (NLD – Kosmic) per prendere il 3 ° posto.

Podio finale e premi del DD2 Masters
1- Henrijs Grube – LVA – un biglietto per l’RMCGF 2020
2- Romain Mangé – FRA – un motore DD2 MAX
3- Slawomir Muranski – POL – un buono Rotax di € 1000

Trova i risultati completi sul sito ufficiale