Khavalkin si rivela nella Junior, Spina si conferma nella OK

Khavalkin si rivela nella Junior, Spina si conferma nella OK

Proseguendo il percorso delle sue eccellenti performance nella WSK Euro Series, Anatoly Khavalkin è sempre stato nelle prime posizioni durante la terza prova del Campionato Europeo FIA Karting sul circuito di Sarno. Nel complesso, tutto il team Parolin Motorsport si è comportato molto bene nel caldo napoletano, nonostante la durezza degli scontri sportivi che si sono svolti a tutti i livelli. I kart Parolin/TM Racing sono ora tra i migliori in entrambe le categorie OK e OK-Junior.

“Dopo delle prove di qualificazione a volte destabilizzanti, tutti i nostri piloti hanno poi fatto progressi significativi durante la gara”, ha dichiarato Marco Parolin. “Siamo particolarmente felici che Khavalkin abbia potuto concretizzare fino alla fine il grande potenziale che aveva mostrato sul circuito di Sarno nella WSK Euro Series. Ha meritato il suo quarto posto nella OK-Junior e ancora meglio dopo l’exploit nelle manche rimontando dalla tredicesima alla prima posizione. Penso che questa competizione segni una fase importante nella sua carriera. Anche Al Dhaheri ha assicurato una buona prestazione, ma la sua finale si è rivelata più complicata. Ora possiamo contare su due top driver per difendere le possibilità del team nella OK-Junior. Siamo molto contenti di riavere Brando Badoer con noi. Questo giovane ha un grande potenziale e faremo tutto il possibile per sostenerlo nella conquista di vittorie. Stiamo rafforzando il nostro potere nella OK grazie alla progressione di Spina al fianco di Wharton e il prosieguo della stagione si preannuncia molto interessante.”

Khavalkin, l’eroe di Sarno
Il giovane russo Anatoly Khavalkin ha fatto una progressione fulminea da quando è passato alla Junior all’inizio dell’anno. Molto veloce, ha ormai fatto suoi tutti i parametri per ottenere dei risultati gratificanti. In occasione dell’appuntamento europeo di Sarno, ha disputato delle manche straordinarie sempre nella Top-3 con un giro più veloce e due vittorie. Partito in testa nella finale, ha poi battagliato con i migliori con molta perseveranza e riuscendo a concludere al quarto posto.

Rashid Al Dhaheri ha disputato quattro buone manche su cinque fino a risalire all’ottava posizione guadagnando quindi undici posizioni. Ha lottato duramente in finale, ma un contatto lo ha fatto retrocedere e si è classificato solo quindicesimo.

Spina termina con una nota positiva
Il campione italiano Alfio Spina, 24° durante le prove di qualificazione, ha alzato l’asticella nelle manche rimontando fino al tredicesimo posto nonostante un ritiro nella bagarre. Ha confermato la sua competitività internazionale continuando con una superba rimonta di sette posizioni in finale per concludere con un sesto posto molto gratificante. L’australiano James Wharton ha dato il meglio durante la finale riprendendo nove posizioni e terminando al dodicesimo posto. Brando Badoer aveva iniziato positivamente il suo ritorno in Parolin ottenendo il sesto tempo nelle prove cronometrate sui 62 partecipanti nella OK. Se ha sofferto un po’ durante le manche, il giovane italiano si è rifatto in finale con un miglioramento di undici posizioni che lo ha portato alla tredicesima posizione.

Grazie al suo ottimo potenziale in entrambe le categorie, Parolin Motorsport si dirige verso la Spagna per disputare sin dal prossimo week-end la serie Champions of the Future sul circuito di Zuera come preludio all’ultima prova del Campionato europeo OK e Junior che avrà luogo la settimana successiva.

Press Release © Parolin Motorsport