Podio e buone prestazioni nella WSK Open Cup ad Adria

Podio e buone prestazioni nella WSK Open Cup ad Adria

Con una formazione simile a quella di Lonato, Parolin Motorsport ha registrato risultati migliori in occasione dell’atto finale della WSK Open Cup sull’Adria Karting Raceway dal 1° al 3 ottobre. Il meeting è iniziato con la pole position di Brando Badoer nella KZ2 ed è proseguito con la Top-3 di Dries Van Langendonck e Chritian Costoya al termine delle manche Mini. Anatoly Khavalkin è salito sul podio nella finale OKJ, mentre Enzo Deligny ha concluso il campionato al quinto posto.

“Senza alcuna posta in gioco particolare, questo tipo di competizione permette alla squadra di lavorare per il futuro”, ha dichiarato Marco Parolin. “Cerchiamo sempre di migliorare il mezzo, ma il lato umano non viene dimenticato perché i giovani piloti hanno bisogno di essere guidati durante il loro processo di apprendimento. Il nostro livello di performance è stato molto convincente, anche se questo era meno evidente nella OK. Il bilancio della prova è stato positivo con risultati incoraggianti da parte di molti dei nostri Junior e Mini. Parolin Racing Kart ancora una volta si è presentato come un attore importante nella competizione Mini con una forte rappresentazione di oltre il 30% del parterre e una presenza continua nella parte alta della classifica.”

Molto veloce al cronometro e autore della pole position, Brando Badoer deve ancora fare un po’ di esperienza nelle gare KZ2 e questo è quello che ha fatto ad Adria terminando in dodicesima posizione. Nella sua prima gara con Parolin Motorsport, il greco Fotios Sotiropolous ha concluso al sedicesimo posto. Jesse Carrasquedo è salito di diciotto posizioni nella OK con la sua tredicesima posizione finale, mentre Arnur Shabdar ha girato in modo positivo fino al sedicesimo posto.

Buona performance di Enzo Deligny, com’è abituato a fare, nella Junior, conquistando la quinta posizione nelle manche e la seconda nella sua prefinale. Purtroppo, ha perso quindici posizioni all’inizio della finale e non ha potuto salire oltre la nona posizione. Enzo ha terminato nonostante tutto nella Top-5 del Campionato. Anatoly Khavalkin ha compiuto la sua missione salendo sul podio. Autore di quattro belle manche su cinque, ha recuperato di tre posizioni nella battaglia finale, rientrando nella Top-3 della gara e concludendo in sesta posizione in classifica generale. Vittima di un ritiro venerdì pomeriggio, Maksim Orlov si è qualificato decimo nella sua prefinale, ma ha dovuto ritirarsi prima dell’inizio della finale. René Lammers è stato regolare nelle sue manche ed è stato in grado di recuperare oltre 20 posizioni. Questo gli ha permesso di disputare serenamente la prefinale e la finale.

Tra i 102 piloti Mini presenti ad Adria, Christian Costoya si è distinto al secondo posto delle qualifiche. È rimasto nel gruppo di testa con una bella costanza. Sesto in una finale turbolenta, ha conquistato il quarto posto in campionato. Dries Van Langendonck ha confermato il suo buon feeling con una corsa molto convincente, che ha finito nella Top-5 della finale. Partendo dal 26° posto in qualifica, Oliver Kinnmark ha rimontato nelle manche grazie a una Top-4 e a un giro più veloce, conquistando alla fine il 14° posto. Jack Illife ha segnato due Top-3 nelle manche, oltr a un quinto posto con il miglior tempo. William Calleja è stato il quinto pilota della squadra a qualificarsi per la finale.

Press Release © Parolin Motorsport