Pole position e podi per Vortex a Sarno

Pole position e podi per Vortex a Sarno

I propulsori dell’OTK Kart Group, nel terzo round della WSK Super Master Series, dimostrano ottime doti velocistiche con due pole position in OK e MINI, oltre a conquistare diversi piazzamenti a podio.

KZ2 – I motori RTZ e RSZ di Vortex lottano per il podio nella classe col cambio. Simo Puhakka (Tony Kart Racing Team), campione in carica della WSK Super Master Series, firma il terzo miglior tempo nelle qualifiche e procede verso le prefinali con una vittoria all’attivo. Il finlandese, in finale, centra la top 5, mentre Pedro Hiltbrand (Tony Kart Racing Team) entra tra i migliori dieci con il 9° posto. Jean e Samuel Luyet (D.E.L. Motorsport) si distinguono per due buone rimonte, rispettivamente di 4 e 11 posizioni.

OK – Due motori DST di casa Vortex salgono sul podio della finale nella categoria regina dei kart monomarcia, in una gara che vede la presenza di altri sette propulsori. Tuukka Taponen (Tony Kart Racing Team) è protagonista per la lotta alla vittoria e conclude al 2° posto, davanti a Artem Severiukhin (Ward Racing) al 3° posto. Top 10 per Joseph Turney (Tony Kart Racing Team), con il britannico in grado di segnare un best lap durante le manche eliminatorie. Miglior scalatore di giornata è Luigi Coluccio (Kosmic Racing Department), bravo a ottenere un piazzamento tra i migliori 15 con un recupero di ben 17 posizioni rispetto alla griglia di partenza. Proseguendo con la classifica, troviamo anche Alfio Spina (Tony Kart Racing Team), Caspian Hagman (Ward Racing) e Markus Kajak (Ward Racing). Luca Griggs (KSM Official Racing Team) e Victoria Blokhina (Ward Racing) sono costretti a lasciare anzitempo la corsa.

OKJ – Una pole position e un podio nella finale della classe “intermedia”, con ben 12 telai dotati del motore DJT, il 35% dei partecipanti alla gara finale del weekend. Maksimilian Popov (Ward Racing) si issa al 1° posto nelle prime fasi della finale, per poi concludere a un soffio dalla vittoria, al 2° posto. Freddie Slater (Ward Racing) e Harley Keeble (Tony Kart Racing Team) occupano entrambi posizioni in top 10, rispettivamente l’8° e il 9° posto. Dion Gowda (Ricky Flynn Motorsport) agguanta la pole position assoluta nelle qualifiche del venerdì in una classe agguerrita composta da ben 80 partecipanti. Il pilota di Singapore conclude poi il suo cammino nel terzo round di campionato con una top 15 davanti, tra l’altro, a James Egozi (Tony Kart Racing Team). In finale troviamo anche, nell’ordine di arrivo: Julius Dinesen (KSM Official Racing Team), David Walther (Koski Motorsport), Maxim Rehm (Ricky Flynn Motorsport), Oscar Wurz (Exprit Racing Team) e Kevin Lantinga (KSM Official Racing Team). Sfortunati Oleksandr Bondarev (Honta Andriy) e Manuel Scognamiglio (Gamoto), che non raggiungono il traguardo.

MINI – Jimmy Helias (Tony Kart Racing Team) è il più veloce in assoluto nelle qualifiche della classe più “piccola” e firma una vittoria nelle heat. Il pilota francese di Tony Kart Racing Team ottiene il podio nella prefinale e conclude il suo fine settimana tra i migliori cinque della categoria. Il suo risultato è per ora sub judice.

Press Release © OTK Kart Group