RMC Euro Trophy Winter Cup: piena di piloti e piena di azione

RMC Euro Trophy Winter Cup: piena di piloti e piena di azione

[tradotto con il traduttore Google]

Per quattro anni l’élite Rotax MAX Challenge ha dovuto attendere il ritorno dell’evento Winter Cup: dal 21 al 23 febbraio 2020 il prestigioso format ha celebrato un ritorno eccezionale. Organizzata da Camp Company, l’ospite del successo del Rotax MAX Challenge Euro Trophy, la Winter Cup ha dato il benvenuto a esattamente 200 piloti, in rappresentanza di oltre 25 nazioni, un feedback travolgente, a dimostrazione della domanda e della necessità di un evento RMC Winter Cup.

Preparato al meglio, il moderno complesso di kart di Campillos vicino a Malaga è stato il luogo perfetto per il calcio d’inizio della stagione – una pista impegnativa lunga 1.588 metri con strutture professionali per tutti i soggetti coinvolti. E anche il tempo era perfetto. Un weekend soleggiato ma ventoso con temperature di circa 18 ° C ha garantito le migliori condizioni di gara per i piloti che si stavano dirigendo verso la vittoria nelle categorie Micro MAX, Jun-ior MAX, Senior MAX, MAX DD2 e MAX DD2 Masters. Per quanto riguarda la competizione, l’evento si è rivelato una vera prova di forza tra i piloti RMC di maggior successo in Europa. L’ambizione è stata alta, dal momento che i piloti non hanno preso la Winter Cup solo per prepararsi alla stagione agonistica, ma hanno anche combattuto per alcuni premi speciali: il migliore di ogni categoria è stato premiato con una stagione gratuita nell’imminente Rotax MAX Challenge Euro Trofeo – erano in palio premi per un valore di quasi 35.000 Euro.

Micro MAX: Marsh e Radenkovic determinano il ritmo
I driver di Micro MAX hanno fatto un’immagine impressionante. Per la prima volta, la categoria faceva parte di un evento Euro Trophy RMC e ha accolto 28 giovani. Hanno messo in mostra la pura azione agonistica non meno emozionante dei loro colleghi più grandi e più anziani. Due nomi hanno segnato il ritmo per tutto il fine settimana: il britannico Scott Marsh (Dan Holland Racing) e Mateja Radenkovic (Bouvin Power) di Bel-gium. Hanno cambiato regolarmente il comando. In qualifica Marsh ha avuto il vantaggio, dopo che le manche Radenkovic ha respinto. Questa immagine è proseguita nelle finali di domenica, dove entrambe hanno condiviso la vittoria della gara. Alla fine, fu Marsh a vincere la decisiva seconda gara che gli valse la vittoria generale davanti a Radenkovic. Il premio per il miglior ruolo di supporto è andato all’olandese Dean Hoogendoorm (KR) che alla fine ha completato il podio.

Junior MAX: Oli Pylka quasi imbattibile
Oli Pylka (Dan Holland Racing) era il giovane eccezionale in tutto il campo degli juniores. Ha stabilito il ritmo nelle qualifiche, nelle manches e, nonostante una forte pressione, nella prima finale. Solo la seconda finale non è andata secondo i piani per il pilota polacco. Ha abbandonato diverse posizioni e ha dovuto lottare duramente per tornare in cima. Infine, non ha gestito completamente l’attività, vedendo la bandiera a scacchi al secondo posto dietro Daniel Guinchard (KR Sport) dal Regno Unito. Ma nei risultati combinati di entrambe le finali, Pylka ha guadagnato il maggior numero di punti, incoronandolo così vincitore del premio RMC Euro Trophy Winter Cup 2020. Guinchard ha seguito il secondo posto sul podio davanti al miglior debuttante Aaron Walker (Strawberry Racing) al terzo posto.

Senior MAX: Butcher manca la vittoria, vince Valtanen
Con 69 piloti, la categoria senior era il più grande campo alla Coppa invernale del trofeo RMC e prometteva uno spettacolo emozionante. Eppure un uomo è rimasto fuori dal gruppo sin dall’inizio: Juho Valtanen (SP Motorsport). Il finlandese non solo ha stabilito il miglior tempo in qualifica, ma ha mantenuto il vantaggio generale dopo le manches. Tuttavia, nella prima finale di domenica la tendenza è cambiata per lo scandinavo. Ritorna al quarto posto mentre il debuttante Sean Butcher (KR Sport) celebra la vittoria della gara. Sfortunatamente, il britannico non ha potuto legarsi a quella prestazione nella seconda finale. Anche se è stato di nuovo veloce e ha visto anche prima la bandiera a scacchi, gli è stata data una penalità di tempo dopo aver fatto un salto in partenza dopo una fase gialla a pieno campo. Di conseguenza, Juho Valtanen è tornato, ha ereditato la vittoria della gara e da ciò ha rivendicato la vittoria generale. Butcher è ancora arrivato secondo sul podio, spingendo il suo connazionale Lewis Gil-bert (Potenza Racing Engines) al terzo posto.

DD2 MAX:Xander Przybylak detta legge
Xander Przybylak (Bouvin Power) è stato l’uomo del weekend nella categoria Rotax MAX DD2. Dopo aver stabilito il punto di riferimento nelle qualifiche, è stato in ottima forma anche durante le manches, mettendosi in pole position per la domenica finale iniziale. Qui i suoi avversari hanno fatto del loro meglio per impedirgli di fare un passaggio, ma alla fine senza successo. Przybylak ha vinto entrambe le finali, collezionando il massimo
punti e si è imposto in cima alla classifica del giorno. Dietro al nuovo campione della RMC Winter Cup, il francese Nicolas Picot (Daems Racing) e il nuovo arrivato del MAX DD2 Silas Rytter (RS Competition) hanno conquistato il secondo e il terzo posto sul podio.

MAX DD2 Masters: Muranski domina, ma vince il campione
I MAX DD2 Masters erano sotto il controllo di Slawomir Muranksi (46Team) sin dall’inizio. Il polacco è stato il più veloce in qualifica e ha difeso il comando dopo le manches. Quindi non è stato sorprendente che Muranski fosse imbattibile anche nella prima finale. Ma poi, nella decisiva seconda finale, ha sofferto una battuta d’arresto. Dopo 15 giri ha tagliato il traguardo in seconda posizione dietro il francese Rudy Champion (PKS Competition), perdendo di poco la vittoria generale. L’avversario francese di Muranski aveva ottime ragioni per esultare e celebrare la vittoria. Dietro le due prime posizioni, la tedesca Andreas Schindler (RS Competition) è salita sul terzo gradino del podio.

Meik Wagner, organizzatore della RMC Euro Trophy Winter Cup ha tratto una conclusione positiva: “Il ritorno del popolare evento invernale di RMC ha davvero avuto un impatto. Mai prima d’ora una European Winter Cup per i piloti Rotax è stata tanto frequentata. Abbiamo alzato di nuovo le corse Rotax includendo per la prima volta la categoria Micro MAX nel nostro framework. Ciò ha arricchito l’intero programma e reso l’evento un successo ancora maggiore. È stato un assaggio emozionante per la prossima stagione 2020 del Rotax MAX Challenge Euro Trophy, che non vediamo l’ora e che promette di non essere meno entusiasmante “.

L’RMC Euro Trophy prende il via a Genk (BEL) dal 10 al 14 aprile 2020, in seguito alle soste ad Adria (ITA), PFI (GBR) e Wackersdorf (GER). Sebbene ci sia ancora un po ‘di tempo prima che l’apri serie, i campi Rotax si stanno già riempiendo e dopo le prime previsioni, ci si può aspettare di essere al completo. Oltre alle categorie di Micro MAX, Junior MAX, Senior MAX, MAX DD2 e MAX DD2 Masters, l’organizzatore della gara introdurrà la classe Mini MAX nel campionato.