Sodikart si conferma a livello mondiale con il titolo di Vicecampione

Sodikart si conferma a livello mondiale con il titolo di Vicecampione

[tradotto con Google]

Già sul podio del Campionato Europeo KZ2 nel 2021, il telaio Sodikart ha appena fatto seguito con un altro titolo di Vicecampione, questa volta a livello mondiale. Perfettamente supportata dal team CPB Sport, Senna Van Walstijn ha ottenuto una grande prestazione, passando dall’11° al 2° posto nella FIA Karting International Super Cup a Kristianstad. L’olandese ha conquistato la pole position e stabilito il record sul giro in Finale, arrivando molto vicino alla vittoria in Svezia.

Con 91 partecipanti, 23 nazioni rappresentate e 16 differenti marche di telai al via, la KZ2 International Super Cup è una delle competizioni internazionali più combattute della stagione sportiva. Ancora una volta, il marchio Sodikart e il team CPB Sport erano presenti a questo grande evento, ottenendo un ottimo risultato complessivo, come spiega Paul Bizalion, il team manager…

“La mia prima soddisfazione è quella di aver avuto ben sette piloti nella Finale KZ2, che è una chiara indicazione dell’efficacia del telaio Sodikart e della conoscenza del nostro team tecnico. Nel Campionato Europeo così come qui in Svezia, abbiamo dovuto affrontare condizioni di pista e temperature diverse, ma la nostra estrema competitività è stata una costante in questa stagione. In Finale abbiamo sfiorato il piazzamento di quattro piloti nella top ten, e solo le penalità per posizione errata del musetto ce lo hanno impedito. Ovviamente voglio congratularmi con Senna Van Walstijn per la sua prestazione e il suo secondo posto. Non possiamo che rammaricarci della collisione nella prima gara di sabato, che probabilmente gli ha impedito di conquistare la vittoria. Dopo la pole position, le sue due vittorie e i suoi due secondi posti nelle manches, poi la sua favolosa rimonta in Finale con il giro più veloce in gara, ha dimostrato le prestazioni del pacchetto Sodi-TM. Complimenti anche ai nostri motoristi, a Thomas Imbourg per il suo 7° posto dopo le manche e ad Arthur Carbonnel, un brillante 8° in Finale.”

Che stagione per Senna Van Walstijn!

“Quando ho raggiunto la seconda posizione in Finale, a nove giri dalla fine, ero a più di quattro secondi dal leader”, ha spiegato Senna Van Walstijn. “Alla bandiera a scacchi il distacco si è ridotto a soli due secondi e mezzo. Ovviamente questo mi dà un po’ di rammarico, perché avevo il materiale per vincere. Dopo la vittoria all’Europeo di Wackersdorf seguita dal titolo di vicecampione, i nostri successi al Campionato Tedesco e al Trofeo Margutti, sono comunque felice di essere arrivato sul secondo gradino del podio in questa vera ‘Coppa del Mondo’ KZ2”.

Quattro volte nella top sei delle manche, Arthur Carbonnel ha concluso con un buon 8° posto; Thomas Imbourg (13°) resta una delle rivelazioni dell’incontro; Joey Van Splunteren (16°) e Hubert Petit (26°) erano vicini alla top ten prima di essere penalizzati; Jean Nomblot (36°) è stato ancora sfortunato a essere vittima di un contatto al via; e Nikita Artamonov è riuscito a rimontare in modo notevole dal 26° al 19° posto in Finale.

In KZ, il team Sodikart aveva grandi ambizioni in Svezia, soprattutto dopo il 6° tempo di Adrien Renaudin nelle qualifiche. Anche Anthony Abbasse ha fatto il suo ritorno con un 6° posto nelle manche e un piazzamento tra i primi 10 in Finale prima di essere preso e finire 13° dietro Adrien in 11esima posizione e Douglas Lundberg in 12esima, che è stato uno dei più veloci in pista. L’andamento della Finale non ha confermato la promessa di inizio settimana.

Dopo queste prestazioni molto incoraggianti in KZ, l’intero team Sodikart è determinato a raddoppiare i propri sforzi per giocare un ruolo da protagonista nelle prossime gare.

Press Release © Sodikart