Successo a Portimão

Successo a Portimão

[tradotto con Google]

Inizialmente programmata in piena estate a Le Mans, la 2a edizione del Rotax MAX Challenge International Trophy ha dovuto adattarsi alla pandemia Covid-19 come tutti gli altri. Grazie all’importante lavoro di preparazione svolto dal team 3MK Events, l’evento potrebbe essere riprogrammato in Portogallo dall’8 al 13 dicembre 2020. Con quasi 230 partecipanti e un protocollo sanitario rigoroso, la competizione si preannuncia già un successo come le prove di qualificazione sono appena state completate.

Riunire 229 piloti di 36 nazionalità alla fine della stagione su un circuito di kart è un grande risultato che testimonia gli sforzi degli organizzatori e l’interesse dei concorrenti per il Rotax MAX Challenge International Trophy. Anche se per il momento il sole è appena presente sopra il Kartódromo Internacional do Algarve, il piacere di mettersi in fila all’inizio di un grande evento da Rotax e Mojo con la propria attrezzatura ha motivato tutti i partecipanti.

Il protocollo di controllo delle infezioni messo in atto rassicura la comunità karting e limita i rischi per tutti. L’accesso alla pista è controllato da un sistema di riconoscimento facciale che controlla l’uso delle maschere che è molto apprezzato. Il requisito di un test PCR negativo per entrare nel recinto del circuito e un controllo automatico della temperatura corporea ad ogni ingresso sono alcune delle misure di base e le misure di protezione sono ben rispettate.

Qualifiche sotto la pioggia
Situata ai margini dell’oceano, l’Algarve è sotto l’influenza delle depressioni autunnali del Nord Atlantico. Questo spiega il tempo piovoso degli ultimi giorni e il vento abbastanza forte. Anche se costante, la pioggia non è abbastanza pesante da interrompere lo svolgimento della competizione. Durante le prove cronometrate nel pomeriggio di giovedì 10 dicembre, le battaglie sono state dure in tutte le categorie con distacchi molto ravvicinati per tali condizioni.

Senior: Westover l’indiscutibile poleman
Louie Westover (ESP – Tony Kart – DHR) ha misurato i suoi 66 avversari conquistando la pole position in 1’14”518 nel secondo gruppo Senior. Ha fatto un notevole debutto nel mondo delle competizioni Rotax relegando il pilota più veloce del primo gruppo Linus Hensen (DEU – Mach 1- Kartschmie) di oltre tre decimi, nonché il suo diretto seguace nel secondo gruppo Morgan Porter (GBR – KR – Argenti Motorsport). Nicolas Picot (FRA – Tony Kart – NPS) e Bradley Barrett (GBR – Sodi – Sodi Vitesse) hanno completato i primi cinque davanti a diversi specialisti mentre i primi 12 piloti sono stati raggruppati in meno di un secondo nonostante la pioggia.

DD2 Masters: Grube vince contro il tempo
Progredendo costantemente durante la sessione cronometrata, Henrijs Grube (LVA – Exprit – Team Victoria) ha ottenuto una bella pole position contro due talentuosi rivali, Antti Ollikainen (FIN – Haase – Haase Racing Team) e Rudy Champion (FRA – Sodi – PKS Competition). La competizione si preannuncia entusiasmante, tanto più che un formidabile avversario come Slawomir Muranski (POL – Tony Kart – 46 Team) non è lontano.

Rivelazione in DD2 per Sylas Ritter
Per la sua prima stagione in DD2, Silas Rytter (DNK – Tony Kart – RS Compétition) ha combattuto bene contro Xander Przybylak (BEL – Tony Kart – Bouvin Power) conquistando la pole position con 1’14”013 con 51 millesimi di vantaggio sul suo il rivale, mentre Manuel Tenschert (AUT – Ricciardo – KSB Racing Team) era tre decimi più indietro. Hannes Morin (SWE – Sodi – Sodi Vitesse) e Petr Bezel (CZE – Sodi – KSCA Sodi Europe) sono finiti tra i primi cinque.

Junior: Macintryre fa la differenza
Dopo una lunga lotta con Evan Giltaire (FRA – Sodi – Sodi Vitesse) nel primo gruppo, William Macintyre (GBR – Kosmic – KR Sport) ha continuato i suoi sforzi fino alla fine della sessione per conquistare la pole position in 1’15”278 , 4 decimi più veloce del suo rivale e 7 decimi più veloce del più veloce del secondo gruppo, Patriks Locmelis (LVA – Kosmic – KSB Racing Team). Freddie Spindlow (GBR – Kosmic – KR Sport) ha ottenuto il 4 ° posto davanti a Ethan Pharamond (FRA – Kosmic – KPR), tra i 57 piloti Junior in pista.

Silkunas il poleman in Mini
Markas Silunas (LTU – Praga – Pilenai Racing) ha finalmente conquistato la pole position della Mini in 1’20”160, approfittando di 13 millesimi di secondo nel suo ultimo giro contro Thomas Strauven (BEL – Tony Kart – Strawberry Racing), che aveva dominato fino ad allora. Rodrigo Vilaça (PRT – Tony Kart) ha concluso al 3 ° posto davanti a Ethan Jeff-Hall (GBR – Tony Kart – Strawberry Racing) e Harry Hannam (ARE – MS Kart – DHR). .

Micro: Feghali il più veloce
Christopher Feghali (LBN – KR – Dan Holland Racing) era in una lunga battaglia contro Jacob Ashcroft (GBR – KR – Dan Holland Racing) prima di stabilire il miglior tempo Mini, 1’22”924, 0,141 ” migliore del suo rivale . Juliusz Ociepa (POL – Energy – KRK Racing) si è avvicinato al 3 ° posto davanti a Georges Nassar (LBN – KR – DHR) e Max Sadurski (NLD – Energy).

Programma RMCIT di venerdì 11 dicembre a Portimão
08:30 – 09:39: riscaldamento
09:54 – 16:30: manche di qualificazione