Tony Kart archivia la WSK Open Cup di Lonato

Tony Kart archivia la WSK Open Cup di Lonato

Il nostro Racing Team torna in pista al South Garda Karting di Lonato nelle categorie OK, OKJ e MINI.

Inizia l’ultima fase della stagione sportiva per il nostro Tony Kart Racing Team. Dopo il titolo OKJ al FIA Karting World Championship di Sarno ottenuto due settimane fa, il Tony Kart Racer 401 RR è di nuovo protagonista alla WSK Open Cup di Lonato, sempre spinto dai motori DST (OK) e DJT (OKJ) di Vortex (“engine division” di OTK Kart Group). Nella MINI, invece, come sempre, il Racing Team scende in pista con la coppia Tony Kart Rookie – Vortex MCX.

Dopo il titolo ottenuto lo scorso anno in OKJ con il nostro Racing Team, James Egozi affronta per la prima volta la WSK Open Cup nella classe OK, la categoria nella quale ha corso fin da inizio stagione 2022. Il pilota statunitense non sfrutta appieno il proprio potenziale in qualifica e nelle qualifying heat è relegato alla seconda metà della classifica. Tuttavia, Egozi emerge dal gruppo la domenica mattina: nel warm-up è autore del best lap e in prefinale mette in scena una notevole rimonta di 15 posizioni. Quest’ultima permette Egozi di scattare dalla prima fila in finale, ma la partenza dalla linea esterna non lo avvantaggia alla prima curva. Dopo 21 giri, l’americano è quinto sotto la bandiera a scacchi.
Esordio assoluto nella classe regina dei kart monomarcia per Jan Przyrowski, campione della WSK Euro Series 2022 e terzo al Mondiale di Sarno nella categoria OKJ. Il polacco si trova subito a suo agio tra i “Senior” e stampa il quinto tempo nelle prove cronometrate, ma in prefinale rimane coinvolto in un incidente multiplo e precipita nelle retrovie. Przyrowski non demorde e, dopo il giro veloce ottenuto in prefinale, dimostra di essere uno dei piloti più efficaci anche in finale: recupera 14 posizioni, segna il miglior crono assoluto e si piazza in Top 10.

In OKJ, Enzo Tarnvanichkul si presenta a Lonato forte del titolo mondiale “Junior” vinto due settimane prima al Circuito Internazionale Napoli. Già in qualifica il thailandese ha le carte in regola per giocarsi un posto ai piani alti della classifica e chiude quarto nel proprio gruppo di qualificazione, marcando inoltre il miglior crono nel primo settore. Il nostro giovane portacolori naviga nelle posizioni di vertice anche nelle qualifying heat e conclude la finale in Top 10, sebbene nel post-gara i commissari sportivi gli assegnino una penalità di 5 secondi per lo spoiler frontale in posizione non corretta.
Buoni riscontri anche per Alp Hasan Aksoy, il secondo nostro alfiere classificato in finale. Il driver turco, anch’egli quarto nel suo raggruppamento nelle prove cronometrate, si mette in luce nella corsa conclusiva del weekend: +7 posizioni rispetto alla griglia di partenza.
Colpo di sfortuna per Maria Germano Neto: proprio quando stava risalendo la classifica intermedia nelle manche eliminatorie, la portoghese subisce un infortunio e, per precauzione, non scende in pista nella giornata di domenica.

Nella MINI, continua l’apprendistato di Ludovico Mazzola in una categoria che vede al via circa novanta partecipanti. L’italiano apre le prove libere del venerdì con il giro più rapido nella propria sessione e centra una Top 5 come miglior piazzamento nelle qualifying heat. Mazzola disputa una finale priva di sbavature e guadagna 5 posizioni in totale.

Dopo il South Garda Karting di Lonato, il Tony Kart Racing Team scenderà di nuovo in pista a Sarno tra un mese (3 – 6 novembre), in occasione del primo dei due appuntamenti della WSK Final Cup.

Press Release © OTK Kart Group