Weekend di studio con meteo variabile in Svezia

Weekend di studio con meteo variabile in Svezia

Le condizioni meteorologiche variabili che hanno accompagnato la terza prova della Champions of the Future Euro Series a Kristianstad hanno permesso al team Birel ART Racing di raccogliere una grande quantità di dati nella OK e nella OK-Junior. Piloti e tecnici hanno dovuto costantemente adattarsi per garantire la loro competitività. Sicuramente un buon allenamento in vista della terza prova del Campionato Europeo FIA Karting che si svolgerà in Svezia tra quindici giorni.

Sull’Åsum Ring non sono mancate le belle prestazioni e le rimonte durante la Euro Series dal 19 al 22 maggio, nonostante i numerosi incidenti che hanno costellato le gare per tutta la durata del meeting. Harley Keeble ha rappresentato al meglio i colori di Birel ART riconquistando 17 posizioni sotto la pioggia nella finale OK. Il venerdì è stato asciutto per le qualifiche e le prime manche, ma sabato il meteo è stato leggermente piovoso, lasciando i concorrenti alle prese con un grip in costante cambiamento. Sebbene le Super Heat si siano svolte domenica in condizioni di asciutto, la pioggia ha interrotto la finale Junior che è partita con pneumatici slick, mentre la finale OK è iniziata su una pista che si asciugava con il passare dei giri.

“Questo fine settimana in Svezia abbiamo dovuto lavorare a un ritmo intenso”, ha dichiarato il Team Manager di Birel ART Racing Riccardo Longhi. “I prossimi giorni saranno frenetici in quanto dovremo analizzare le nostre prestazioni in tutte le condizioni che abbiamo incontrato e prepararci alla prossima prova del Campionato europeo. I nostri piloti hanno dovuto affrontare molti contrattempi nella Euro Series, poiché a Kristianstad vi sono stati diversi incidenti in pista. Tuttavia, la prestazione complessiva della squadra è stata molto interessante. Il potenziale dei telai Birel ART, abbinato agli eccellenti motori TM Racing preparati da Machac, fa ben sperare.”

Keeble arriva fino alla finale OK
Cristian Bertuca e Karol Pasiewicz sono riusciti a piazzarsi tra i primi cinque nella categoria OK fin dall’inizio dell’evento. Dopo un ritiro nelle manche e una complessa Super Heat, Bertuca ha mancato la qualificazione alla finale per soli 2 punti. Pasiewicz è partito dalla sesta fila e ha lottato per entrare nella Top-10 fino a quando un incidente di gara ha interrotto la sua cavalcata e lo ha costretto al ritiro. Harley Keeble ha fatto una splendida rimonta di 15 posizioni durante le manche, ma si è ritirato all’inizio della sua Super Heat. Si è qualificato al 31° posto per la finale e si è trovato molto a suo agio sotto la pioggia. Ha recuperato 17 posizioni salendo al 14° posto sul traguardo, prima di retrocedere al 16° a causa di una penalità per una carenatura anteriore mal posizionata.

OK-Junior: Kutskov a un soffio dall’obiettivo
Le difficili condizioni di gara hanno mascherato il vero livello di prestazioni dei piloti Birel ART nella classe OK-Junior, impedendo loro di raggiungere il traguardo in diverse occasioni. Kirill Kutskov ha aumentato il ritmo dopo due ritiri consecutivi nelle manche e ha concluso con un quarto e un sesto posto nelle ultime due manche. Ha sfiorato la finale per soli 3 punti. Due ritiri nelle manche e uno nella Super Heat hanno interrotto la corsa di Reno Francot, che aveva dimostrato una buona velocità nelle qualifiche. Anche Jindrich Pesl ha dovuto affrontare vari imprevisti.

Birel ART Racing si congratula con Zoe Florescu ed Ella Stevens per i loro progressi nonostante le difficoltà.

La giovane speranza spagnola Aaron Garcia, membro del team Leclerc by Lennox Racing, ha fatto sentire la sua presenza in diverse occasioni nella OK-Junior, in particolare portando il suo Birel ART/TM Racing al quarto posto nella Super Heat 1 dopo una rimonta di nove posizioni.

Press Release © Birel ART