World Championship KF1 round 2 – De Vries squalificato

World Championship KF1 round 2 – De Vries squalificato

Colpo di scena a Zuera: squalifica in Finale 2 per Nyck De Vries.

La nuova procedura di partenza per le gare del Campionato del Mondo CIK-FIA prevede che i piloti si schierino in pregriglia (l’uscita del parco chiuso, per intenderci…), dopodiché il direttore di gara dà loro il via e tutti quanti accendono i kart, entrano in pista, per poi schierarsi sul rettilineo di partenza e rimanere fermi per cinque minuti: semaforo verde, giro di allineamento e partenza. La pista è calda, le gomme pure e queste si attaccano all’asfalto, ragion per cui i piloti si allungano all’indietro per muovere il kart agendo con le mani sulle ruote posteriori. Nyck De Vries (Zanardi/Parilla) è molto minuto e non riesce ad allungarsi fino a toccare le ruote posteriori; sul suo kart, inoltre, è montata una zavorra di 28 kg, ragion per cui al momento dello start lo Zanardi del campione del mondo in carica rimane letteralmente incollato all’asfalto (il propulsore con la frizione centrifuga, anche accelerando, non riesce a generare una forza sufficiente per staccare le gomme dall’asfalto e si spegne). Uno dei fotografi presenti in pista capisce il problema e prova a spingere il kart, che non si muove, così interviene Tom, il meccanico di De Vries, che solleva il kart, lo porta all’uscita della pregriglia e, dopo che tutti i kart transitano, lo fa ripartire. La rimonta del piccolo pilota olandese è straordinaria e, da ultimo (staccato dal gruppone e con gomme fredde), recupera fino alla quarta posizione. Ma, a fine gara, “concorrente e pilota” vengono chiamati in direzione gara e, dopo qualche ora, giunge il verdetto: squalifica per Nyck De Vries perché il suo meccanico è entrato in pista. Vedremo cosa succederà oggi, visto che la nuova procedura di partenza (inaugurata proprio qui a Zuera) verrà utilizzata ancora nelle due finali della giornata e, molto probabilmente, De Vries rimarrà incollato all’asfalto senza possibilità di muoversi.