WSK Euro Series rd 2, Sarno: heats – I leader sono Palomba (KZ2), Deligny (OK), Gladysz (OKJ) e Martinese (MINI)

WSK Euro Series rd 2, Sarno: heats – I leader sono Palomba (KZ2), Deligny (OK), Gladysz (OKJ) e Martinese (MINI)

Prosegue l’attività in pista per il secondo e ultimo appuntamento della WSK Euro Series sul Circuito Internazionale Napoli di Sarno. Dopo la prima giornata di venerdì, in cui si sono svolte le qualifiche e le prime manche eliminatorie, nella giornata di sabato si sono disputate tutte le rimanenti heat per le quattro categorie presenti in gara: KZ2, OK, OKJ e MINI. Si sono quindi decise le griglie di partenza per le prefinali di domenica.

KZ2: Tripletta per un impeccabile Giuseppe Palomba

Pneumatici: LeCont
  • Dopo aver “accolto” i suoi avversari con la pole position, Giuseppe Palomba (Birel ART Racing – Birel ART – TM Racing) continua a fare gli onori di casa sul circuito di Sarno. Il pilota del team Birel ART Racing domina tutte le tre manche della KZ2, mantenendo le redini in ogni singolo giro disputato e gestendo egregiamente il margine sui diretti inseguitori. L’alfiere italiano si presenterà quindi imbattuto alla prefinale di domani, in cui scatterà dalla pole.
  • Consolida la sua seconda posizione in classifica generale anche un ottimo Danilo Albanese (KR Motorsport – KR – IAME). Il portacolori del team KR Motorsport mette pressione a Palomba nelle prime due manche, però non basta mai a sferrare l’attacco e si deve accontentare del secondo posto in entrambi i casi. Albanese appare leggermente più in difficoltà nell’ultima manche e taglia il traguardo in quarta piazza, ma domani affiancherà comunque Palomba nella prima fila della prefinale.
  • La terza posizione assoluta è appannaggio di Noah Milell (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex), che dimostra la propria costanza con due quarti posti e un terzo. Dopo aver siglato anche il giro veloce nella seconda heat, il campione del mondo in carica si candida al ruolo di grande protagonista per la giornata di domani.
  • Si issa in quarta piazza un eccellente Paavo Tonteri (CRG Racing Team – CRG – TM Racing), che recupera ben 12 posizioni rispetto alla qualifica grazie a una progressione sorprendente. Il pilota del CRG Racing Team guadagna terreno in tutte le heat, collezionando un ottavo posto, un terzo e un secondo.
  • Si confermano ai vertici della classifica anche Daniel Vasile (DR – DR – Modena Engines), quinto totale, Adrien Renaudin (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex), sesto, e il fresco campione europeo KZ2 Tom Leuillet (Leclerc by Lennox Racing – Birel ART – TM Racing), settimo.
  • Arthur Carbonnel (CRG Racing Team – CRG – TM Racing) fa sua l’ottava piazza assoluta, recuperando 11 posizioni rispetto alla qualifica ed esprimendo un feeling notevole con i suoi nuovi colori. Sono in rimonta rispetto alla qualifica anche Michael Paparo (IPK Official Racing Team – IPK – TM Racing) e David Liwinski (CPB Sport – Sodikart – TM Racing), che chiudono la top ten, mentre si conferma all’11° posto Ivan Ekelchik (Leclerc by Lennox Racing – Birel ART – TM Racing). Si riprende, invece, la 12esima piazza totale che si era visto sfumare in qualifica dopo essere risultato sottopeso alle verifiche tecniche Maximilian Paul (DR – DR – Modena Engines).
  • Forte di un terzo posto nella prima manche, con tanto di giro veloce, Simo Puhakka (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex) è costretto al ritiro nella seconda heat a causa di un problema tecnico, verificatosi mentre occupava la sesta piazza. Il portacolori del Tony Kart Racing Team recupera 15 posizioni nell’ultima gara di giornata, concludendo 13° e ritrovandosi 13° anche in classifica generale. Vengono rallentati da alcuni intoppi nonostante diano segnali incoraggianti persino Alex Maragliano (Fina Mangione – Drago Corse – TM Racing) e il vicecampione del mondo in carica Lorenzo Camplese (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex), che completano la top 15.
  • È un percorso travagliato per Robin Glerum (Leclerc by Lennox Racing – Birel ART – TM Racing), che scivola 17° assoluto. Perdono posizioni rispetto alla qualifica e patiscono un ritiro a testa anche Genis Civico (Modena Kart – Birel ART – TM Engines), 18°, Matteo Massetani (Birel ART Racing – Birel ART – TM Racing), 24°, e Nathan Schaap (Leclerc by Lennox Racing – Birel ART – TM Racing), 28° e autore del giro veloce nella terza manche.
  • Accusa addirittura due ritiri Oscar Targett (Birel ART Racing – Birel ART – TM Racing), che si trova 27° totale. Dopo essersi aggiudicato il nono posto nella prima manche, l’alfiere del team Birel ART Racing si ritira dalla seconda heat a causa di un contatto avvenuto durante un tentativo di sorpasso su Lorenzo Camplese (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex) per l’ottava posizione e poi esce di scena al primo giro dell’ultima gara di giornata.

Risultati

OK: Un eccellente Enzo Deligny si porta in testa

Pneumatici: MG Tires
  • A Enzo Deligny (Parolin Motorsport – Parolin – TM Racing) mancava la cima della classifica. Grazie a due vittorie e un secondo posto, il pilota del team Parolin Motorsport guadagna la leadership generale, replicando ciò che aveva fatto nel primo round a Lonato due settimane fa. Il giovane francese si preparerà quindi a partire ancora una volta dalla pole nella Prefinale A.
  • Si candida al ruolo di grande protagonista anche Tuukka Taponen (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex), che si aggiudica una vittoria, un secondo posto e un quarto. Il campione del mondo in carica sale così in seconda posizione assoluta e domani scatterà dalla prima casella in griglia nella Prefinale B.
  • È autore di un percorso straordinario persino Douwe Dedecker (KR Motorsport – KR – IAME). Il rookie vince la sua prima manche grazie a una rimonta di ben otto posizioni e continua a recuperare terreno nelle seguenti batterie, collezionando un quinto posto e un terzo. Il portacolori del team KR Motorsport si issa così in terza piazza totale e domani affiancherà Deligny nella prima fila della Prefinale A.
  • Si conferma ai vertici della classifica David Walther (Koski Motorsport – Tony Kart – Vortex), che fa sua la quarta posizione assoluta con un secondo posto, un terzo e un quarto. L’alfiere del team Koski Motorsport non converte le sue due partenze dalla pole in due vittorie, ma domani scatterà accanto a Taponen nella prima fila della Prefinale B e avrà un’altra ottima occasione.
  • Ribadiscono la loro presenza tra i migliori grazie ad alcuni piazzamenti nella top tre anche Freddie Slater (Ricky Flynn Motorsport – LN – Vortex) e Alex Powell (KR Motorsport – KR – IAME), rispettivamente quinto e sesto in classifica generale. Il fresco vicecampione europeo viene retrocesso dalla seconda piazza all’ottava nella sua ultima manche da una penalità di cinque secondi causa musetto in posizione non corretta, ma rimane tra i favoriti per il podio finale.
  • Si dimostra estremamente competitivo persino Joseph Turney (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex), che guadagna 16 posizioni rispetto alla qualifica e ottiene il settimo posto totale. Il campione in carica della WSK Super Master Series viene retrocesso dalla quinta piazza alla decima nella manche A-C da una penalità di cinque secondi causa musetto in posizione non corretta, ma vanta due terzi posti nelle altre due batterie e sarà interessante vederlo all’opera domani.
  • Si ripresentano nella parte alta della classifica anche Tomass Stolcermanis (Energy Corse – Energy Corse – TM Racing), ottavo assoluto, Maksim Orlov (Parolin Motorsport – Parolin – TM Racing), nono, l’alfiere del Mercedes Junior Team Yuanpu Cui (KR Motorsport – KR – IAME), decimo, e Matheus Morgatto (DPK Racing – KR – IAME), che guadagna otto posizioni rispetto alla qualifica e si assicura l’11esima piazza.
  • Dopo essersi ritirato dalla sua prima manche in seguito ad alcuni contatti, Kean Nakamura Berta (KR Motorsport – KR – IAME) vince le sue altre due batterie ed è l’unico pilota in grado di battere Deligny. Il fresco campione europeo si ritrova 12° totale, ma rimane comunque tra i pretendenti alla vittoria finale.
  • Perde posizioni rispetto alla qualifica anche Paolo Ippolito (KR Motorsport – KR – IAME), 13° in classifica generale. Il poleman di venerdì accusa alcuni problemi alla valvola del motore nella sua ultima manche e scivola dalla pole al 13° posto, per poi essere retrocesso alla 18esima piazza da una penalità di tre secondi.
  • Nonostante venga retrocesso dal nono posto al 14° nella manche A-C da una penalità di cinque secondi causa musetto in posizione non corretta, Arvid Lindblad (KR Motorsport – KR – IAME) completa una serie di rimonte entusiasmanti e sigla il giro veloce in tutte le sue batterie, dando prova del suo potenziale. Il portacolori del Red Bull Junior Team si prende la 14esima piazza assoluta, recuperando 35 posizioni rispetto a una qualifica in cui si era visto cancellare i tempi registrati. Guadagnano molto terreno dopo essere stati attardati dalla stessa penalità anche il vicecampione del mondo in carica Luigi Coluccio (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex), 19°, James Egozi (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex), 20°, Harley Keeble (Birel ART Racing – Birel ART – TM Racing), 26°, e Maxim Rehm (Ricky Flynn Motorsport – LN – Vortex), 29°.
  • Perdono posizioni rispetto alla qualifica a causa di qualche intoppo, ma danno segnali incoraggianti Karol Pasiewicz (Birel ART Racing – Birel ART – TM Racing), 15° in classifica generale, Nicolò Cuman (Forza Racing – Exprit – TM Racing), 17°, Cristian Bertuca (Birel ART Racing – Birel ART – TM Racing), 22° e terzo nella manche A-C, Emma Felbermayr (TB Racing Team – KR – IAME), 24esima, ed Ean Eyckmans (Ward Racing – Tony Kart – Vortex), 27°.
  • Progrediscono, invece, Kiano Blum (DPK Racing – KR – IAME), 18° totale e secondo nella sua ultima manche, e il pilota del programma Alpine Affiliate Matheus Ferreira (KR Motorsport – KR – IAME), 21°.

Risultati

OKJ: Il primo della classe è un ottimo Maciej Gladysz

Pneumatici: Vega
  • Nonostante si veda sfumare la vittoria nella manche A-D a causa di una penalità di una posizione, ricevuta per aver effettuato una manovra scorretta, Maciej Gladysz (Ricky Flynn Motorsport – LN – Vortex) si aggiudica altri due successi, oltre a un terzo posto e un settimo. Il pilota del team Ricky Flynn Motorsport balza così in testa alla classifica generale ed esprime un feeling particolare con il circuito di Sarno. Il giovane polacco scatterà dalla pole nella Prefinale A.
  • Come volevasi dimostrare, Jan Przyrowski (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex) recupera terreno in tutte le sue manche e si issa in seconda piazza assoluta. Il vincitore del primo round conclude tutte le sue batterie nella top cinque, vantando una vittoria e due secondi posti tra i suoi migliori risultati. Il fresco vicecampione europeo dà ulteriore prova della sua maturità e domani partirà dalla prima casella in griglia nella Prefinale B.
  • Dà nuovamente sfogo alle proprie capacità anche Nathan Tye (Sodikart – Sodikart – TM Racing), che sale in terza posizione totale. Con due secondi posti, un terzo e due quinti, il portacolori del team Sodikart si candida al ruolo di grande protagonista per la giornata di domani, che lo vedrà affiancare Galdysz nella prima fila della Prefinale A.
  • È autore di un percorso notevole persino Dmitry Matveev (Koski Motorsport – Tony Kart – Vortex), quarto in classifica generale e vincitore di una manche. Dopo essersi aggiudicato la medaglia di bronzo nella WSK Super Master Series, l’alfiere del team Koski Motorsport è pronto a dire la sua ancora una volta e domani scatterà accanto a Przyrowski nella prima fila della Prefinale B.
  • La quinta piazza assoluta è appannaggio di uno straordinario Kirill Kutskov (Birel ART Racing – Birel ART – TM Racing), che recupera ben 28 posizioni rispetto alla qualifica e termina persino due manche nella top tre. Il pilota del team Birel ART Racing precede Guillaume Bouzar (Koski Motorsport – Tony Kart – Vortex), che si conferma al sesto posto, forte di tre piazzamenti nella top tre.
  • Ribadisce la sua presenza ai vertici della classifica anche Simon Rechenmacher (TB Racing Team – KR – IAME), settimo totale. Nonostante perda alcune posizioni in tre manche, il portacolori del TB Racing Team colleziona due successi e dispone ancora di ottime chance in vista di domani.
  • Sebbene sia il pilota con il maggior numero di vittorie, Anatoly Khavalkin (Parolin Motorsport – Parolin – TM Racing) si ritrova ottavo assoluto. Dopo essersi ritirato dalla manche A-C mentre si contendeva la seconda piazza con Nathan Tye, il poleman di venerdì trionfa in tutte le sue seguenti quattro batterie, ereditando un successo da Gladysz. Il fresco campione europeo esprime la propria aggressività agonistica, anche nell’accusare Tye per la collisione, e domani sarà ancora più determinato.
  • Sono in rimonta rispetto alla qualifica Leo Robinson (Ricky Flynn Motorsport – LN – Vortex), nono in classifica generale, Maxens Verbrugge (KR Motorsport – KR – IAME), decimo, Salim Hanna Hernandez (Ricky Flynn Motorsport – LN – Vortex), 11°, e Zac Drummond (Parolin Motorsport – Parolin – TM Racing), 12°.
  • È un percorso promettente anche per Niklas Schaufler (DPK Racing – KR – IAME), 13° totale. Ritiratosi dalla sua prima manche a causa di un contatto avvenuto mentre si trovava in nona piazza, l’alfiere del team DPK Racing si riprende in grande stile e vince due batterie, continuando a dare prova dei suoi progressi.
  • Completano la top 15 assoluta grazie a prestazioni convincenti Nikolas Roos (CRG Racing Team – CRG – TM Racing) e Jimmy Helias (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex).
  • Scivola in 16esima posizione totale, invece, Miguel Costa (Sauber Academy – KR – IAME). Il portacolori della Sauber Academy vince una manche e ne conclude altre due tra i primi tre, ma è costretto al ritiro nella manche B-C da un problema tecnico occorso mentre occupava la terza piazza.
  • Perdono posizioni rispetto alla qualifica nonostante esprimano un ottimo potenziale Enzo Tarnvanichkul (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex), 20° in classifica generale e vincitore di due manche, Tobias Clausen (Shamick Europe – Parolin – TM Racing), 21°, Adam Hideg (Sodikart – Sodikart – TM Racing), 22°, Enzo Nienkotter (CRG Racing Team – CRG – TM Racing), 24°, William Go (Forza Racing – Exprit – TM Racing), 25°, e Marcel Kasprzycki (Ward Racing – Tony Kart – Vortex), 28°.
  • Sono autori di performance incoraggianti anche Andy Consani (Sodikart – Sodikart – TM Racing) e Rene Lammers (Parolin Motorsport – Parolin – TM Racing), rispettivamente 17° e 18° in classifica generale.

Risultati

MINI: Uno straordinario Iacopo Martinese cala il poker e ottiene la leadership

Pneumatici: Vega
  • Iacopo Martinese (Babyrace Driver Academy – Parolin – IAME) si dimostra più determinato che mai. Grazie a quattro vittorie e un terzo posto, il pilota del team Babyrace Driver Academy sale al comando della classifica generale e domani partirà dalla pole nella Prefinale A. Dopo essere salito sul terzo gradino del podio nel primo round, il giovane italiano è pronto a contendersi il successo nella WSK Euro Series.
  • Accumula lo stesso numero di penalità con i medesimi risultati un eccellente Christian Costoya (Parolin Motorsport – Parolin – TM Racing), che si ritrova in seconda piazza assoluta perché era stato battuto da Martinese in qualifica. Tuttavia, il campione in carica della WSK Euro Series ha la meglio sul portacolori della Babyrace Driver Academy nel loro unico scontro diretto, sorpassandolo all’esterno dell’ultima curva e involandosi così verso il trionfo. Inoltre, va precisato che Martinese eredita una vittoria da Ilie Tristan Crisan (Alonso Kart by Kidix – Alonso Kart – IAME), penalizzato nella manche C-E per aver effettuato una manovra scorretta. Costoya scatterà dalla prima casella in griglia nella Prefinale B e rimanda quindi il tanto atteso confronto con il diretto avversario alla finale.
  • Si issa in terza posizione un ottimo Filippo Sala (Team Driver Racing Kart – KR – IAME). L’alfiere del Team Driver Racing Kart si vede sfumare la vittoria nella manche B-C a causa di una penalità di una posizione, ricevuta per aver effettuato una manovra scorretta, ma vanta altri due successi oltre a un secondo posto e un quinto. Il giovane italiano affiancherà il connazionale Martinese nella prima fila della Prefinale A.
  • Si conferma ai vertici della classifica anche Dean Hoogendoorn (Alonso Kart by Kidix – Alonso Kart – IAME) grazie a una vittoria, tre secondi posti e un quarto. Dopo essersi guadagnato la piazza d’onore nel primo round, il pilota del team Alonso Kart by Kidix si candida al ruolo di grande protagonista per la giornata di domani, che inaugurerà accanto a Costoya nella prima fila della Prefinale B.
  • Perde qualche posizione rispetto alla qualifica, ma ribadisce la propria competitività Filippo Pancotti (Babyrace Driver Academy – Parolin – IAME). Con due secondi posti, un terzo e due quarti, il poleman di venerdì fa sua la quinta piazza totale.
  • Si ripresentano ai vertici della classifica grazie a performance notevoli anche Ilie Tristan Crisan, sesto assoluto e vincitore di una manche, Oliver Palocko (Babyrace Driver Academy – Parolin – IAME), settimo, Dries Van Langendonck (Parolin Motorsport – Parolin – TM Racing), ottavo dopo essere stato retrocesso dalla settima piazza all’11esima nella manche B-F da una penalità di cinque secondi causa musetto in posizione non corretta e aver poi ereditato la vittoria da Sala nella manche B-C, Luke Kornder (Gamoto – EKS – TM Racing), nono, e Pietro Bagutti (AV Racing – Parolin – TM Racing), decimo.
  • Nonostante scivoli dalla seconda piazza alla decima nella sua prima manche e venga successivamente relegato al 16° posto da una penalità di tre secondi, Cristian Blandino (Federica Amico – EKS – LKE) continua a esprimere il suo potenziale e occupa l’11esima posizione in classifica generale.
  • Perde posizioni rispetto alla qualifica anche Vladimir Ivannikov (Gamoto – EKS – TM Racing), 12° totale. Relegato dalla terza piazza alla sesta nella manche A-C da una penalità di un secondo causa manovra scorretta e ritiratosi dalla manche B-C in seguito a un contatto avvenuto mentre si contendeva il terzo posto, il vincitore del primo round trionfa nella sua ultima batteria e fa capire di essere ancora pienamente in lizza per il titolo di campione.
  • Chiudono la top 15 grazie a un percorso degno di nota Gaspar Benett (IPK Official Racing Team – IPK – TM Racing), 13° e vincitore di una manche, Roman Kamyab (Babyrace Driver Academy – Parolin – IAME), 14°, e Luuk Taal (Energy Corse – Energy Corse – TM Racing), 15°. Il portacolori del team Energy Corse precede un tridente di protagonisti quali Augustus Toniolo (Team Driver Racing Kart – KR – IAME), Iskender Zulfikari (Team Driver Racing Kart – KR – IAME) e Ainis Vibriantis (Energy Corse – Energy Corse – TM Racing), che perde 14 posizioni rispetto alla qualifica, ma dà segnali incoraggianti. Il giovane lituano viene rallentato specialmente da un contatto avvenuto nella manche A-D mentre si contendeva la seconda piazza proprio con Zulfikari.
  • Uno spaventoso incidente che coinvolge Ilie Tristan Crisan e Giacomo Giusto (Modena Kart – Energy Corse – TM Racing) costringe la direzione gara a esporre le bandiere rosse nella manche C-F, ma fortunatamente entrambi i giovani piloti rimangono illesi. Inoltre, Giusto e Crisan conservano rispettivamente la quinta e sesta posizione perché la gara viene dichiarata conclusa e quindi vale la classifica dell’ultimo giro completato.

Risultati

©Photo: Sportinphoto