WSK Euro Series rd 2, Sarno: qualifiche – Pole position per Palomba (KZ2), Ippolito (OK), Khavalkin (OKJ) e Pancotti (MINI)

WSK Euro Series rd 2, Sarno: qualifiche – Pole position per Palomba (KZ2), Ippolito (OK), Khavalkin (OKJ) e Pancotti (MINI)

A due settimane dal primo round disputatosi a Lonato, WSK Promotion riapre il sipario a Sarno per il secondo e ultimo appuntamento della WSK Euro Series. Il campionato vede nel suo atto finale una grande affluenza di piloti in tutte le quattro categorie internazionali: 67 nella MINI, 83 nella OKJ, 56 nella OK e 31 nella KZ2, per un totale di 237 partecipanti.

Nella giornata di venerdì si sono svolte le consuete qualifiche, per poi proseguire con le prime manche eliminatorie, che si concluderanno sabato pomeriggio.

KZ2: Giuseppe Palomba riprende da dove aveva lasciato

Pneumatici: LeCont

  • Dopo aver vinto il primo round a Lonato grazie a una performance esaltante, Giuseppe Palomba (Birel ART Racing – Birel ART – TM Racing) dà ulteriore prova delle sue qualità. L’attuale leader del campionato ottiene la pole position con un 54.032 e fa valere il suo ruolo da padrone di casa sul circuito di Sarno.
  • Ferma il cronometro a meno di mezzo decimo da Palomba un altro protagonista quale Danilo Albanese (KR Motorsport – KR – IAME). Il poleman del primo round ribadisce la propria velocità con il secondo posto e si prepara a sfidare il pilota del team Birel ART Racing nelle manche.
  • La terza piazza è appannaggio di Noah Milell (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex), che si ritrova a soli 97 millesimi da Palomba. Il campione del mondo in carica conferma la propria competitività alla sua prima apparizione stagionale nella WSK Euro Series.
  • Milell precede un tridente formato dai suoi compagni di squadra Simo Puhakka (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex), quarto e autore della miglior prestazione nel primo settore, il campione europeo KZ2 del 2018 nonché vicecampione in carica della WSK Open Cup Adrien Renaudin (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex), quinto, e il vicecampione del mondo in carica Lorenzo Camplese (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex), abile nel portare un quarto Tony Kart nelle prime sei posizioni.
  • Si ripropongono ai vertici della classifica grazie a una qualifica positiva Daniel Vasile (DR – DR – Modena Engines) e Genis Civico (Modena Kart – Birel ART – TM Engines), rispettivamente in settima e ottava piazza. Il portacolori del team Modena Kart occupa il quinto posto in campionato ed è il pilota più vicino a Palomba nella classifica provvisoria tra quelli presenti a Sarno. Difatti, sono assenti i due alfieri del CRG Racing Team che sono saliti sul podio nel primo round, il campione del mondo KZ del 2020 Jeremy Iglesias (CRG Racing Team – CRG – TM Racing) e il campione europeo KZ2 del 2020 Viktor Gustavsson (CRG Racing Team – CRG – TM Racing). Mancano all’appello anche altri due portacolori CRG nonché protagonisti quali Alex Irlando (CRG Racing Team – CRG – TM Racing) e Jorge Pescador (CRG Racing Team – CRG – TM Racing), entrambi nella top cinque a Lonato.
  • Completano la top ten un ottimo Robin Glerum (Leclerc by Lennox Racing – Birel ART – TM Racing) e il fresco campione europeo KZ2 Tom Leuillet (Leclerc by Lennox Racing – Birel ART – TM Racing). I due piloti del team Leclerc by Lennox Racing precedono il loro compagno di squadra Ivan Ekelchik (Leclerc by Lennox Racing – Birel ART – TM Racing), 11°.
  • Chiudono la top 15 grazie a performance convincenti Michael Paparo (IPK Official Racing Team – IPK – TM Racing), Oscar Targett (Birel ART Racing – Birel ART – TM Racing), Nathan Schaap (Leclerc by Lennox Racing – Birel ART – TM Racing), che mostra i propri progressi, e Matteo Massetani (Birel ART Racing – Birel ART – TM Racing), che firma il miglior terzo intertempo.
  • Qualifiche leggermente al di sotto delle aspettative per Paavo Tonteri (CRG Racing Team – CRG – TM Racing), 16°, Arthur Carbonnel (CRG Racing Team – CRG – TM Racing), 19° alla prima apparizione con il CRG Racing Team, David Liwinski (CPB Sport – Sodikart – TM Racing), 20°, e Alex Maragliano (Fina Mangione – Drago Corse – TM Racing), 21°.
  • Si vede sfumare, invece, il suo 12° miglior tempo Maximilian Paul (DR – DR – Modena Engines), che risulta sottopeso alle verifiche tecniche.

Risultati

OK: Doppietta di Paolo Ippolito

Pneumatici: MG Tires

  • Il fresco campione europeo KZ Paolo Ippolito (KR Motorsport – KR – IAME) si ripresenta nella categoria regina del karting monomarcia e continua a dimostrare le proprie capacità. Il pilota del team KR Motorsport stampa un 54.470 nel gruppo 2 e si aggiudica la seconda pole position assoluta consecutiva, bissando quella ottenuta nel primo round a Lonato. Ippolito rifila 21 millesimi a un ottimo Freddie Slater (Ricky Flynn Motorsport – LN – Vortex), che ribadisce la propria competitività con il secondo posto nel gruppo e il terzo totale dopo essere salito sul terzo gradino del podio nella WSK Super Master Series. Il campione del mondo OKJ del 2020 firma il miglior secondo intertempo e precede di 23 millesimi il fresco vicecampione europeo Alex Powell (KR Motorsport – KR – IAME), terzo nel gruppo con la miglior prestazione nel terzo settore e quinto in classifica generale.
  • Il più incisivo nel gruppo 1 è un eccezionale David Walther (Koski Motorsport – Tony Kart – Vortex), che esprime le proprie doti velocistiche con un 54.566, che gli vale la seconda posizione assoluta. Il portacolori del team Koski Motorsport batte per poco più di mezzo decimo Enzo Deligny (Parolin Motorsport – Parolin – TM Racing), che si conferma al vertice della classifica con il secondo posto nel gruppo, impreziosito dal miglior terzo intertempo, e la quarta piazza totale. Terzo nel gruppo e sesto in classifica generale è il vincitore del primo round nonché attuale leader del campionato Kean Nakamura Berta (KR Motorsport – KR – IAME). Il fresco campione europeo e pupillo del programma Alpine Affiliate è autore della miglior prestazione nel secondo settore.
  • Completano la top ten assoluta grazie a performance notevoli il campione del mondo in carica Tuukka Taponen (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex), settimo e a soli 71 millesimi della pole, Nicolò Cuman (Forza Racing – Exprit – TM Racing), ottavo e ancora tra i più veloci, Tomass Stolcermanis (Energy Corse – Energy Corse – TM Racing), nono con il miglior primo intertempo nel gruppo 2 e attualmente terzo in campionato, e Karol Pasiewicz (Birel ART Racing – Birel ART – TM Racing), che torna alla guida dell’OK dopo aver disputato il primo round in KZ2 e ottiene la decima posizione totale.
  • Pasiewicz è seguito da Ean Eyckmans (Ward Racing – Tony Kart – Vortex), 11° in classifica generale al debutto ufficiale con il team Ward Racing, e da una sorprendente Emma Felbermayr (TB Racing Team – KR – IAME), 12esima.
  • Chiudono la top 15 assoluta Cristian Bertuca (Birel ART Racing – Birel ART – TM Racing), che si ripresenta nella classe regina del karting monomarcia dopo aver ben figurato in KZ2 nel primo round e fa sua la 13esima piazza, Maksim Orlov (Parolin Motorsport – Parolin – TM Racing), 14° dopo aver concluso la WSK Final Cup dell’anno scorso al secondo posto nella categoria OKJ, e la giovane recluta della Mercedes Yuanpu Cui (KR Motorsport – KR – IAME), 15° dopo essersi guadagnato il primo podio targato WSK nel primo round.
  • Qualifiche leggermente al di sotto delle aspettative per Rashid Al Dhaheri (Parolin Motorsport – Parolin – TM Racing), che ritorna con il team Parolin Motorsport dopo aver vinto la WSK Super Master Series l’anno scorso nella categoria OKJ e si ritrova 20° totale.
  • Lieve delusione anche per il campione in carica della WSK Super Master Series Joseph Turney (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex), 23° assoluto dopo essersi visto cancellare il suo miglior tempo a causa di un comportamento giudicato poco sicuro, Maksimilian Popov (Koski Motorsport – Tony Kart – Vortex), 29° dopo aver ottenuto la piazza d’onore nella WSK Champions Cup di inizio stagione, il pilota del programma Alpine Affiliate Matheus Ferreira (KR Motorsport – KR – IAME), 31° all’esordio con il team Energy Corse, Joel Bergstrom (Forza Racing – Exprit – TM Racing), 33° dopo aver ottenuto il suo primo podio in OK nel primo round, il figlio d’arte Rintaro Sato (KR Motorsport – KR – IAME), 36°, Juho Valtanen (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex), 42°, e Coskun Irfan (Ward Racing – Tony Kart – Vortex), 44° dopo essersi assicurato il terzo posto nella WSK Champions Cup.
  • Una qualifica frustrante anche per diversi altri alfieri, a cui vengono cancellati i tempi a causa di una penalità ricevuta per aver superato il limite di tempo previsto dal regolamento per entrare in pista. Tra i piloti penalizzati sono presenti anche protagonisti quali il portacolori del Red Bull Junior Team nonché campione in carica della WSK Euro Series Arvid Lindblad (KR Motorsport – KR – IAME), che torna in pista nella classe regina del karting monomarcia, il vicecampione del mondo in carica Luigi Coluccio (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex), il vincitore della WSK Open Cup dell’anno scorso nella categoria OKJ James Egozi (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex), e Harley Keeble (Birel ART Racing – Birel ART – TM Racing). Dopo essere stato incoronato campione della WSK Euro Series l’anno scorso in OKJ, l’alfiere del team Birel ART Racing perde il secondo miglior tempo nel gruppo 1 e si vede così sfumare l’opportunità di partire in prima fila nelle manche.

Risultati

OKJ: Il campione europeo Anatoly Khavalkin torna in cattedra

Pneumatici: Vega

  • Dopo essersi ritirato nel primo round a Lonato, il fresco campione europeo Anatoly Khavalkin (Parolin Motorsport – Parolin – TM Racing) ricorda a tutti che lui rimane comunque un protagonista. Grazie a un 56.390 registrato nel gruppo 1, il pilota del team Parolin Motorsport si aggiudica la pole position assoluta e rifila poco più di mezzo decimo a Maciej Gladysz (Ricky Flynn Motorsport – LN – Vortex), che si ripresenta ai vertici della classifica con il secondo posto nel gruppo e il quarto totale. Terzo nel gruppo e settimo in classifica generale è uno straordinario Enzo Nienkotter (CRG Racing Team – CRG – TM Racing), che esprime un ottimo potenziale alla prima apparizione in una competizione targata WSK.
  • A imporsi nel gruppo 2 è un eccellente Miguel Costa (Sauber Academy – KR – IAME), che sigla un 56.392 e fa sua la seconda posizione assoluta, ad appena due millesimi dalla pole position. Il portacolori della Sauber Academy batte per soli 28 millesimi Enzo Tarnvanichkul (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex), che ribadisce la propria velocità con il secondo posto nel gruppo e il quinto totale. Esprime nuovamente le sue doti velocistiche anche Dmitry Matveev (Koski Motorsport – Tony Kart – Vortex), terzo nel gruppo, a 64 millesimi da Costa, e ottavo in classifica generale dopo aver guadagnato la medaglia di bronzo nella WSK Super Master Series, conclusasi proprio qui a Sarno nel mese di marzo.
  • È sorprendente la performance di Simon Rechenmacher (TB Racing Team – KR – IAME), che firma il miglior tempo nel gruppo 3 grazie a un 56.440 e si issa così in terza posizione assoluta. Alla prima comparsa nella WSK Euro Series, l’alfiere del TB Racing Team precede di 37 millesimi Guillaume Bouzar (Koski Motorsport – Tony Kart – Vortex), che si presenta al campionato confermando la propria competitività con il secondo posto nel gruppo e il sesto totale. Continua a mostrare i suoi progressi, invece, un eccezionale Niklas Schaufler (DPK Racing – KR – IAME), che stampa il miglior secondo intertempo e si ritrova terzo nel gruppo, a 74 millesimi da Rechenmacher, nonché nono in classifica generale dopo aver vinto la WSK Open Cup l’anno scorso nella categoria MINI.
  • Dimostra di essere in forma anche William Go (Forza Racing – Exprit – TM Racing), che chiude la top ten assoluta dopo aver ottenuto la medaglia di bronzo nel primo round ed essere diventato il primo pilota filippino a salire sul podio di una gara targata WSK. Il portacolori del team Forza Racing è seguito da Tobias Clausen (Shamick Europe – Parolin – TM Racing), autore del miglior primo intertempo nel gruppo 2, e Maxens Verbrugge (KR Motorsport – KR – IAME), il pilota più veloce nel terzo settore nel gruppo 3.
  • Completano la top 15 totale grazie a prestazioni notevoli Leo Robinson (Ricky Flynn Motorsport – LN – Vortex), che stupisce alla prima apparizione in una competizione targata WSK, Adam Hideg (Sodikart – Sodikart – TM Racing), che sigla il miglior secondo intertempo nel gruppo 2, e Zac Drummond (Parolin Motorsport – Parolin – TM Racing), ancora nella parte alta della classifica e ad appena 92 millesimi dal giro più veloce nel gruppo 3.
  • Qualifiche leggermente al di sotto delle aspettative per il vincitore del primo round nonché attuale leader del campionato Jan Przyrowski (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex), 20° in classifica generale. Il vicecampione europeo in carica ha già dato prova di sapersi destreggiare in grandi rimonte, quindi rimane comunque tra i favoriti per la vittoria finale.
  • Lieve delusione anche per Jimmy Helias (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex), 18° assoluto e a soli 97 millesimi dalla miglior prestazione nel gruppo 3, Nathan Tye (Sodikart – Sodikart – TM Racing), 21° dopo essersi aggiudicato la medaglia di bronzo nella WSK Champions Cup di inizio stagione, il vincitore della WSK Champions Cup Andres Cardenas (Energy Corse – Energy Corse – TM Racing), 22° e autore del miglior terzo settore nel gruppo 1, Martin Molnar (Energy Corse – Energy Corse – TM Racing), 25° e attualmente secondo in campionato, Rene Lammers (Parolin Motorsport – Parolin – TM Racing), 28° dopo essersi assicurato la piazza d’onore nel primo round, il poleman del primo round Scott Lindblom (CRG Racing Team – CRG – TM Racing), 30°, Kirill Kutskov (Birel ART Racing – Birel ART – TM Racing), 33°, Luviwe Sambudla (KR Motorsport – KR – IAME), 34° e attualmente quarto in campionato, il vincitore della Final Cup dell’anno scorso Lucas Fluxa (KR Motorsport – KR – IAME), 36°, Emanuele Olivieri (IPK Official Racing Team – IPK – TM Racing), 47°, e Zhenrui Chi (Beyond Racing Team – KR – TM Racing), 59° dopo aver concluso la WSK Champions Cup di inizio stagione sul secondo gradino del podio.
  • Dopo aver rimediato un infortunio alle costole nel primo round, la quota rosa Maria Germano Neto (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex), vincitrice della seconda edizione del programma “FIA Girls on Track – Rising Stars”, è costretta a saltare il round conclusivo di Sarno. Si ripresenta al via dopo gli acciacchi rimediati a Lonato, invece, Andrea Dupe (Sodikart – Sodikart – TM Racing), che si ritrova 43° totale.
  • La quota rosa del Mercedes Junior Team Luna Fluxa (KR Motorsport – KR – IAME) fa suo il 45° posto in classifica generale, mentre vengono cancellati i tempi di diversi piloti a causa di una penalità ricevuta per aver superato il limite di tempo previsto dal regolamento per entrare in pista. Tra gli alfieri penalizzati sono presenti anche protagonisti quali Lewis Wherrell (Forza Racing – Exprit – TM Racing), attualmente quinto in campionato, e Tiziano Monza (Shamick Europe – Parolin – TM Racing).
  • È da sottolineare la performance di Stepan Antonov (KR Motorsport – KR – IAME), che firma il miglior primo intertempo nel gruppo 3 e si piazza 24° assoluto.

Risultati

MINI: Filippo Pancotti è il miglior interprete

Pneumatici: Vega

  • Dopo aver concluso il primo round a Lonato ai piedi del podio, Filippo Pancotti (Babyrace Driver Academy – Parolin – IAME) dimostra di avere le carte in regola per vivere un’altra gara da protagonista. Il pilota della Babyrace Driver Academy fa la differenza nel gruppo 2 e firma la pole position assoluta grazie a un 1:03.320. Il giovane italiano rifila più di due decimi a un eccellente Ainis Vibriantis (Energy Corse – Energy Corse – TM Racing), che ribadisce la propria velocità con il secondo posto nel gruppo e il quarto totale. Terzo nel gruppo con il miglior terzo intertempo e settimo in classifica generale è un sorprendente Luke Kornder (Gamoto – EKS – TM Racing), che esprime un ottimo feeling con il circuito napoletano.
  • È altrettanto sorprendente Cristian Blandino (Federica Amico – EKS – LKE), che sigla il giro più veloce nel gruppo 3 in 1:03.485 e si issa in seconda posizione assoluta. Alla prima apparizione nella WSK Euro Series, il portacolori del telaio EKS precede di soli 13 millesimi Iacopo Martinese (Babyrace Driver Academy – Parolin – IAME). Dopo essersi aggiudicato la medaglia di bronzo nel primo round, l’alfiere del team Babyrace Driver Academy è autore della miglior prestazione nel primo settore e dà l’ennesima prova della propria competitività con la seconda piazza nel gruppo nonché quinta totale. Si conferma ai vertici della categoria anche Filippo Sala (Team Driver Racing Kart – KR – IAME), che torna alla guida di un KR e guadagna il terzo posto nel gruppo, a 86 millesimi da Blandino e con il miglior terzo intertempo. Il pilota del Team Driver Racing Kart si ritrova così ottavo in classifica generale.
  • Il dominatore del primo round Vladimir Ivannikov (Gamoto – EKS – TM Racing) si ripresenta in forma smagliante a Sarno e mette subito le cose in chiaro. Il leader del campionato è il più incisivo nel gruppo 1 grazie a un 1:03.622 e si porta in terza posizione assoluta. Continua a mostrare le proprie capacità anche Dean Hoogendoorn (Alonso Kart by Kidix – Alonso Kart – IAME), che ferma il cronometro ad appena nove millesimi da Ivannikov e fa suo il secondo posto nel gruppo nonché il sesto totale dopo aver ottenuto la piazza d’onore nel primo round. Terzo nel gruppo, a 65 millesimi da Ivannikov, e nono in classifica generale è un altro protagonista quale Ilie Tristan Crisan (Alonso Kart by Kidix – Alonso Kart – IAME). I piloti che attualmente occupano le prime tre posizioni in campionato si marcano stretto e si preparano a una sfida intensa.
  • Completa la top ten assoluta il vincitore della WSK Champions Cup di inizio stagione Christian Costoya (Parolin Motorsport – Parolin – TM Racing), che si ripropone tra i più veloci. Il campione in carica della WSK Euro Series è seguito da Pietro Bagutti (AV Racing – Parolin – TM Racing), 11° alla prima apparizione con il team AV Racing, e Oliver Palocko (Babyrace Driver Academy – Parolin – IAME), 12° e attualmente quarto in campionato.
  • Chiudono la top 15 totale grazie a performance convincenti Gaspar Benett (IPK Official Racing Team – IPK – TM Racing), 13°, Dries Van Langendonck (Parolin Motorsport – Parolin – TM Racing), 14° dopo essersi aggiudicato la medaglia di bronzo nella WSK Super Master Series, e Augustus Toniolo (Team Driver Racing Kart – KR – IAME), 15° e autore del miglior terzo intertempo nel gruppo 1.
  • Qualifiche leggermente al di sotto delle aspettative per Roman Kamyab (Babyrace Driver Academy – Parolin – IAME), 33° in classifica generale, il poleman del primo round Iskender Zulfikari (Team Driver Racing Kart – KR – IAME), 37°, e Louis Cochet (Babyrace Driver Academy – Parolin – IAME), 39°.
  • È da sottolineare la prestazione di Jan Stencel (DR – DR – TM Racing), che è il più veloce nel secondo settore nel gruppo 3, ma si ritrova solo 47° assoluto.

Risultati

©Photo: Sportinphoto