WSK Final Cup, Adria: Finale MINI – Un esemplare David Cosma-Cristofor segna la doppietta ad Adria

WSK Final Cup, Adria: Finale MINI – Un esemplare David Cosma-Cristofor segna la doppietta ad Adria

Pneumatici: Vega

  • Dopo aver vinto la Prefinale A grazie a un sorpasso da manuale all’ultimo giro ai danni di Jindrich Pesl (Babyrace Driver Academy – Parolin – IAME), David Cosma-Cristofor (Gulstar Racing – KR – IAME) si impone anche in finale. Il pilota rumeno scatta bene dalla pole position e rimane in testa dallo spegnimento dei semafori fino alla bandiera a scacchi, resistendo alla pressione di Pesl, che è purtroppo costretto a fermarsi alla terzultima tornata in seguito alla caduta della catena. Cosma-Cristofor si aggiudica così il secondo successo consecutivo sul circuito di Adria dopo quello ottenuto in occasione del secondo round della WSK Open Cup e mette la ciliegina sulla torta a un weekend cominciato con la 24esima piazza in qualifica.
  • Secondo al traguardo è Christian Costoya (Parolin Motorsport – Parolin – TM Racing), che guadagna quattro posizioni rispetto alla partenza e primeggia nella sfida entusiasmante con Dean Hoogendoorn (Kidix – Alonso Kart – IAME) e il suo compagno di squadra Dries Van Langendonck (Parolin Motorsport – Parolin – TM Racing). I tre piloti sono autori di innumerevoli sorpassi e controsorpassi e ad avere la meglio è proprio il campione della WSK Euro Series.
  • Hoogendoorn chiude terzo e conquista così il suo primo podio in WSK grazie a un’ottima performance. L’alfiere del team Kidix batte per soli 45 millesimi Van Langendonck, che si deve quindi accontentare del quarto posto dopo aver occupato la terza piazza per più di metà gara.
  • Niklas Schaufler (Emme Racing – EKS – TM Racing) guadagna due posizioni rispetto alla partenza per concludere un weekend cominciato con la pole position al quinto posto. Guadagna due posizioni anche Elliot Kaczynski (Ward Racing – Tony Kart – TM Racing), che arriva subito dietro al campione della WSK Open Cup e sigla persino il giro veloce. È giusto precisare che Kaczynski parte solo ottavo in finale perché, dopo aver dominato la Prefinale B, rallenta improvvisamente a una curva dalla bandiera a scacchi a causa di un problema tecnico e taglia il traguardo in quarta piazza.
  • Recupera ben nove posizioni rispetto alla partenza Iacopo Martinese (Babyrace Driver Academy – Parolin – IAME), settimo e grande protagonista del weekend. In rimonta anche Davide Bottaro (AVracing – Parolin – TM Racing), Filippo Sala (Team Driver Racing Kart – KR – IAME) e Kilian Josseron (Team Driver Racing Kart – KR – IAME), che completano la top ten.
  • Dopo aver vinto la Prefinale B grazie a una straordinaria rimonta di 13 posizioni, Alfie Slater (Energy Corse – Energy Corse – TM Racing) scivola sesto in un primo giro concitato e chiude la gara in 11esima piazza. Lo seguono Oliver Palocko (Babyrace Driver Academy – Parolin – IAME), Roman Kamyab (Babyrace Driver Academy – Parolin – IAME), Lewis Wherrell (Team Driver Racing Kart – KR – IAME) e Vladimir Ivannikov (Formula K Serafini – IPK – TM Racing), che completano la top 15.
  • Dopo essere stato tra i migliori del weekend, Zdenek Babicek (Tepz Racing Team – Parolin – TM Racing) è meno incisivo nella giornata di domenica, scivolando dalla quarta alla 12esima piazza nella Prefinale A e concludendo la finale al 20° posto.
  • Oltre a Pesl, si ritirano Luna Fluxa (Team Driver Racing Kart – KR – IAME), altra protagonista del weekend, e Melvin Kalousdian (Gold Kart Racing Team – Righetti Ridoli – IAME).
  • Escono di scena già in prefinale, invece, Emanuele Olivieri (Formula K Serafini – IPK – TM Racing), costretto al ritiro, e Mattia Padoan (Team Driver Racing Kart – KR – IAME), in difficoltà rispetto alle giornate precedenti.

Risultati