WSK Final Cup, Adria: Finale OK – Capolavoro di Arvid Lindblad

WSK Final Cup, Adria: Finale OK – Capolavoro di Arvid Lindblad

Pneumatici: LeCont

  • In finale va in scena ciò che tutti stavano aspettando ed è ancora più spettacolare del previsto. Difatti, la sfida tra Arvid Lindblad (KR Motorsport – KR – IAME) e Nikola Tsolov (DPK Racing – KR – IAME) è di un’intensità sportiva incredibile. Dopo aver dominato anche la Prefinale A, vincendo con più di cinque secondi sul diretto inseguitore, Tsolov parte secondo e sfila quinto in partenza, ma si porta al comando già nel corso dell’ottava tornata, sorpassando proprio Lindblad, che aveva conquistato la testa della corsa al secondo giro. Il pilota del Red Bull Junior Team rimane francobollato all’alfiere bulgaro e sembra volergli mettere pressione senza però sferrare un attacco: quando Tsolov sigla il miglior tempo, Lindblad risponde nella tornata successiva con il giro veloce e i due non si mollano un attimo. Il campione della WSK Euro Series supera il portacolori del team DPK Racing al penultimo giro, ottenendo così un trionfo che dimostra la maturità acquisita in un eccezionale anno d’esordio in OK.
  • Dietro alla coppia KR taglia il traguardo l’altro KR di Alex Powell (KR Motorsport – KR – IAME). Il pupillo della Mercedes sembra inizialmente poter tenere il passo dei primi due, ma alla fine si deve accontentare di un ottimo terzo gradino del podio al debutto assoluto in OK.
  • Dopo essersi imposto con intelligenza in una combattutissima Prefinale B ed essersi aggiudicato così la pole position per la finale, Rafael Camara (KR Motorsport – KR – IAME) mantiene la leadership solo per il primo giro. Il campione della WSK Super Master Series scivola addirittura sesto nelle fasi iniziali, per poi recuperare fino alla quarta piazza.
  • La nuova recluta della Ferrari Driver Academy precede Karol Pasiewicz (Ward Racing – Tony Kart – Vortex) e Joel Bergstrom (Forza Racing – Exprit – TM Racing), che si confermano ai vertici della classifica.
  • Settimo sotto la bandiera a scacchi è Matheus Ferreira (KR Motorsport – KR – IAME), che guadagna tre posizioni rispetto alla partenza e completa un weekend d’esordio notevole in OK. Il pilota brasiliano chiude appena davanti a Gustaw Wisniewski (Sauber Orlen Karting Team – KR – IAME), Zachary David (Sauber Orlen Karting Team – KR – IAME) e Kiano Blum (KR Motorsport – KR – IAME), che completano la top ten con performance convincenti.
  • Dopo essere stato retrocesso dalla settima piazza alla 12esima nella Prefinale A a causa di una penalità di cinque secondi per musetto in posizione non corretta, Giovanni Trentin (KR Motorsport – KR – IAME) recupera ben 13 posizioni rispetto alla partenza per concludere 11°. Subito dietro di lui un impressionante Maxim Rehm (Ricky Flynn Motorsport – Kosmic – Vortex), che guadagna ben 22 posizioni rispetto alla partenza dopo essersi ritirato nella Prefinale A mentre si trovava in quinta piazza.
  • Il rookie tedesco precede Felix Arnold (CV Performance Group – KR – IAME) e Kean Berta Nakamura (Forza Racing – Exprit – TM Racing). Il portacolori del team Forza Racing chiude la Prefinale B in quarta piazza e si dimostra molto veloce, ma viene retrocesso al nono posto da una penalità di cinque secondi causa musetto in posizione non corretta e recupera tre posizioni in finale per terminare 14°.
  • Completa la top 15 un sorprendente Marek Skrivan (H-Kart Club V ACR – IPK – TM Racing), che guadagna ben dieci posizioni rispetto alla partenza.
  • Dopo essere scivolato dalla terza alla nona piazza nella Prefinale B, Akshay Bohra (KR Motorsport – KR – IAME) perde altre otto posizioni in finale e chiude il suo weekend d’esordio in OK in 21esima posizione.

Risultati

©Photo: Sportinphoto