WSK Final Cup rd 1, Sarno: Finale OKJ – Un incontenibile Emanuele Olivieri vola verso il primo successo in OKJ

WSK Final Cup rd 1, Sarno: Finale OKJ – Un incontenibile Emanuele Olivieri vola verso il primo successo in OKJ

Pneumatici: Vega

  • Nonostante il suo potenziale fosse già noto, era difficile immaginare un ritorno in scena talmente stellare per Emanuele Olivieri (IPK Official Racing Team – IPK – TM Racing). Al rientro in pista dopo essersi ripreso dall’infortunio alle costole rimediato poco più di un mese fa al mondiale, disputatosi proprio qui a Sarno, il portacolori dell’IPK Official Racing Team mette in scena un capolavoro. Il pilota italiano scatta secondo e le sue speranze di successo sembrano svanire rapidamente, quando scivola fino alla sesta posizione nel corso del secondo giro e pare non avere le carte in regola per contendersi la vittoria. È proprio nelle difficoltà, però, che emerge lo spirito di un sognatore e, come d’incanto, Olivieri inizia a recuperare terreno con un ritmo eccezionale. Il vicecampione della WSK Super Master Series dell’anno scorso nella categoria MINI raggiunge la coppia di testa e prende le redini della gara al settimo passaggio in seguito a due manovre esemplari, per poi volare indisturbato verso il primo trionfo in OKJ. Il giovane rookie impreziosisce il weekend con il giro veloce e la piazza d’onore nella classifica provvisoria del campionato.
  • Dopo aver dominato la Prefinale A, Zac Drummond (Parolin Motorsport – Parolin – TM Racing) è costretto ad accontentarsi della seconda posizione finale. Partito dalla pole position, l’alfiere del team Parolin Motorsport si dimostra maturo nel rispondere agli attacchi di Miguel Costa (Sauber Academy – KR – IAME) e Aleksandar Bogunovic (DPK Racing – KR – IAME), riportandosi davanti a tutti al sesto passaggio. Il giovane scozzese deve poi cedere alla furia di Olivieri, ma conclude comunque un ottimo weekend con il suo primo podio targato WSK e la leadership in campionato.
  • Sale per la prima volta sul podio in una competizione WSK nella categoria OKJ anche Aleksandar Bogunovic, che si aggiudica la medaglia di bronzo. Il vincitore della Prefinale B si rivela scaltro nella partenza dalla quinta casella in griglia e sale in prima posizione al secondo giro grazie a una manovra astuta ai danni di Drummond. Il pilota del team DPK Racing viene poi sorpassato sia dal rivale del team Parolin Motorsport sia da Olivieri nel corso del sesto passaggio, ma si conferma comunque un assoluto protagonista con la terza piazza sia in gara sia in campionato.
  • Recuperano posizioni rispetto alla partenza grazie a performance notevoli anche Taym Saleh (KR Motorsport – KR – IAME), quarto sia in gara sia in campionato e ancora ai vertici della classifica dopo aver ottenuto il suo primo podio targato WSK alla Open Cup di inizio ottobre, Kian Fardin (Energy Corse – Energy Corse – TM Racing), quinto e ancora in grado di esprimere il proprio feeling con il circuito sul quale ha firmato la pole position al mondiale, Christian Costoya (Parolin Motorsport – Parolin – TM Racing), sesto alla sua seconda gara WSK in OKJ, Alfie Slater (Ricky Flynn Motorsport – LN – Vortex), settimo, e il vicecampione in carica della WSK Super Master Series Kirill Dzitiev (Parolin Motorsport – Parolin – TM Racing), ottavo alla prima apparizione con il team Parolin Motorsport.
  • Termina un weekend eccellente con un nono posto amaro Miguel Costa (Sauber Academy – KR – IAME). Il fresco vicecampione della WSK Open Cup scatta bene dalla terza casella in griglia e si porta in testa alla corsa, ma viene superato sia da Drummond sia da Bogunovic già al secondo giro. L’alfiere della Sauber Academy viene poi attaccato da Saleh e ne approfitta anche Salim Hanna Hernandez (Ricky Flynn Motorsport – LN – Vortex), che accompagna il giovane brasiliano sul prato. Costa scivola così 12° e limita i danni per rimanere nella top cinque in campionato. Il campione in carica della WSK Open Cup, invece, transita 11° sotto la bandiera a scacchi in seguito a una gara concitata e viene successivamente relegato alla 21esima piazza da una penalità di cinque secondi causa musetto in posizione non corretta. Riceve la stessa penalità anche il campione del mondo in carica Enzo Tarnvanichkul (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex), retrocesso dall’ottavo posto al decimo.
  • Sono autori di prestazioni convincenti Dries Van Langendonck (Energy Corse – Energy Corse – TM Racing), 11°, il campione della WSK Open Cup dell’anno scorso nella categoria MINI Niklas Schaufler (DPK Racing – KR – IAME), 12°, e il vicecampione della WSK Champions Cup di inizio stagione nella categoria MINI Jindrich Pesl (Birel ART Racing – Birel ART – TM Racing), 13°.
  • Perdono alcune posizioni rispetto alla partenza, ma ribadiscono la propria presenza ai vertici della classifica Alp Hasan Aksoy (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex), 14°, e Guy Elbag (Ricky Flynn Motorsport – LN – Vortex), 15° e appena davanti a uno straordinario Iacopo Martinese (KR Motorsport – KR – IAME). Il campione in carica della WSK Euro Series nonché della WSK Super Cup by MINI nella categoria MINI guadagna sette posizioni rispetto alla partenza e continua a mostrare le proprie doti mentre muove i primi passi nella OKJ.
  • Sono invece costretti al ritiro alcuni attori principali del weekend quali Lewis Wherrell (Forza Racing – Exprit – TM Racing), il poleman di venerdì Any Consani (Shamick Europe – Parolin – TM Racing), il campione in carica della WSK Super Master Series Oleksandr Bondarev (Ricky Flynn Motorsport – LN – Vortex), Scott Kin Lindblom (CRG Racing Team – CRG – TM Racing) e Stepan Antonov (KR Motorsport – KR – IAME).

Risultati

Classifica Campionato

©Photo: Sportinphoto