WSK Final Cup rd 2, Lonato: Finale KZ2 – Meravigliosa vittoria di Maragliano, a Van Walstijn il titolo

WSK Final Cup rd 2, Lonato: Finale KZ2 – Meravigliosa vittoria di Maragliano, a Van Walstijn il titolo

Pneumatici: Vega

  • Nella prefinale A sembrava aver perso lo smalto dei giorni precedenti, invece Alex Maragliano (Maranello SRP Factory Team – Maranello – TM Racing) dà prova di sé in finale. Il pilota italiano parte perfettamente allo spegnimento dei semafori e approfitta della bagarre dietro di lui dei primi giri per fuggire in solitaria verso la vittoria. Si tratta del primo successo in una manifestazione WSK Promotion per il pilota di Maranello SRP Factory Team.
  • A soli 15 anni, Marek Skrivan (Sumako IPK Racing – IPK – TM Racing) impressiona per la grande maturità dimostrata in gara. Il pilota ceco, come Maragliano, evita le numerose battaglie dei primi giri e mantiene salda la seconda posizione fino alla bandiera a scacchi.
  • Invece, William Lanzeni (William Lanzeni – EKS – TM Racing) suda fino all’ultimo per ottenere il gradino più basso del podio. L’italiano ingaggia un bel duello con Giuseppe Palomba (Birel Art Racing – Birel Art – TM Racing) e, al penultimo giro, piazza il colpo vincente che gli vale la terza posizione.
  • Palomba difende con le unghie e con i denti la quarta posizione all’ultimo giro da Daniel Vasile (DR – DR – Modena Engine) e riesce nell’intento. Tuttavia, l’italiano riceve una penalità di 5 secondi per la carenatura in posizione non corretta e retrocede in nona posizione, lasciando la quarta posizione proprio nelle mani di Vasile.
  • Anche Senna Van Walstijn (Sodikart – Sodikart – TM Racing), dopo aver concluso sesto, incappa nella penalità di 5 secondi per lo stesso motivo di Palomba. L’olandese passa così in 11a posizione, ma gli basta comunque per laurearsi campione. Contribuisce anche la settima posizione di Noah Milell (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex), rimasto a lungo coinvolto nelle numerose lotte iniziali.
  • Il ritiro nella prefinale B aveva compromesso ogni chance di  Emilien Denner (Sodikart – Sodikart – TM Racing) di giocarsi il titolo. Il francese non bada a ciò e, invece, risale addirittura 12 posizioni nella finale e centra la quinta posizione. Positiva gara anche da parte di Matteo Viganò (Leclerc by Lennox Racing – Birel Art – TM Racing), sesto classificato.
  • Da segnalare anche entrambe le rimonte di 11 posizioni di Daniel Stell (Dorr Motorsport – KR – IAME), ottavo, e di Alessio Piccini (Birel Art Racing KSW – Birel Art – TM Racing), decimo. Perdono diverse posizioni Thomas Imbourg (CPB Sport – Sodikart – TM Racing) e Slavik Putiatin (LA Motorsport – Intrepid – TM Racing), rispettivamente 12° e 13°. Il campione europeo KZ2 in carica Tom Leuillet (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex) chiude il weekend 14°.
  • Sfortunato ritiro per Cristian Bertuca (Birel Art Racing – Birel Art – TM Racing), tra i protagonisti del secondo round. L’italiano si presenta sulla griglia di partenza in pole position, ma non ha un ottimo spunto al via. Al 15° giro, un problema tecnico pone fine alla sua gara.

Risultati

Classifica campionato

©Photo: Sportinphoto