WSK Final Cup rd 2, Lonato: heats – I leader sono Maragliano (KZ2), Turney (OK), Ramaekers (OKJ) e Cosma-Cristofor (MINI)

WSK Final Cup rd 2, Lonato: heats – I leader sono Maragliano (KZ2), Turney (OK), Ramaekers (OKJ) e Cosma-Cristofor (MINI)

Prosegue l’attività in pista per il Round 2 della WSK Final Cup al South Garda Karting di Lonato (Italia). Dopo la prima giornata di venerdì, in cui si sono svolte le qualifiche e le prime manche eliminatorie, nella giornata di sabato si sono disputate tutte le rimanenti heat per le quattro categorie presenti in gara: KZ2, OK, OKJ e MINI. Si sono quindi decise le griglie di partenza per le super heat di domenica.

KZ2: Alex Maragliano mantiene la leadership

Pneumatici: Vega

  • Dopo tre qualifying heat, Alex Maragliano (Maranello SRP Factory Team – Maranello – TM Racing) e Cristian Bertuca (Birel Art Racing – Birel Art – TM Racing) si ritrovano con gli stessi punti penalità (8), entrambi con una vittoria all’attivo. Tuttavia, la pole position di ieri in qualifica premia Maragliano ancora in vetta alla classifica intermedia, con Bertuca comunque positivo in seconda posizione.
  • Sorprende Slavik Putiatin (LA Motorsport – Intrepid – TM Racing) con due seconde posizioni. L’ucraino accede alla Top 3 e precede in classifica Alexander Schmitz (Alexander Schmitz – Tony Kart – Vortex), quarto, e Thomas Imbourg (CPB Sport – Sodikart – TM Racing), quinto.
  • Noah Milell (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex) passa dalla 12a posizione alla sesta e migliora le proprie chance di giocarsi il titolo nella giornata di domani. Dietro di lui si posiziona Marek Skrivan (Sumako IPK Racing – IPK – TM Racing), secondo nelle qualifiche di ieri.
  • Anche Emilien Denner (Sodikart – Sodikart – TM Racing) è in grado di recuperare qualche posizione in classifica e momentaneamente è ottavo. Bene anche Alexander Schmitz (Alexander Schmitz – Tony Kart – Vortex), ottavo. Bene anche Daniel Vasile (DR – DR – Modena Engine), nono.
  • Ritirati entrambi nella manche di venerdì, Giuseppe Palomba (Birel Art Racing – Birel Art – TM Racing) e Senna Van Walstijn (Sodikart – Sodikart – TM Racing) rimediano nella giornata di oggi: l’italiano vince due volte ed è decimo, mentre l’attuale leader di campionato colleziona una vittoria e una seconda posizione utili a classificarsi 13°.
  • William Lanzeni (William Lanzeni – EKS – TM Racing) è ai margini della Top 10, 11°, mentre Alessio Piccini (Birel Art Racing KSW – Birel Art – TM Racing) conquista la 12a posizione.
  • Il campione europeo KZ2 in carica Tom Leuillet (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex) passa dalla 20a posizione alla 17a. Matteo Viganò (Leclerc by Lennox Racing – Birel Art – TM Racing) segue il francese in 18a posizione.

Risultati

OK: Joseph Turney passa al contrattacco

Pneumatici: LeCont

  • Sarno gli ha regalato un finale non soddisfacente, ma Joseph Turney (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex) è pronto a prendersi la rivincita. Il britannico, campione in carica della WSK Super Master Series, mette in campo tutta la propria esperienza e con un tabellino di marcia fatto di una vittoria, una seconda posizione, una quarta posizione e un giro veloce passa al comando della classifica intermedia.
  • Alla sua terza gara in OK, Dmitry Matveev (KR Motorsport – KR – IAME) sembra già trovarsi a suo agio tra i “grandi”. Il portacolori di KR Motorsport, due volte secondo nelle manche, arraffa la seconda posizione.
  • Maksim Orlov (Parolin Motorsport – Parolin – TM Racing) termina le tre manche eliminatorie sempre in Top 5 e, dalla 17a posizione, passa dritto in terza posizione. Anatoly Khavalkin (Parolin Motorsport – Parolin – TM Racing), 4°, e Nathan Tye (Sodikart – Sodikart – TM Racing), 5°, completano la classifica dei primi cinque.
  • Ottimi risultati anche da parte di James Egozi (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex) e Maksimilian Popov (Koski Motorsport – Tony Kart – Vortex), con lo statunitense sesto e l’alfiere di Koski Motorsport settimo.
  • Una vittoria e una terza posizione per Alex Powell (KR Motorsport – KR – IAME) nelle qualifying heat, ma il giamaicano paga pegno con una 12a posizione nella manche C-D e rimane stabilmente ottavo in classifica.
  • Tomass Stolcermanis (Energy Corse – Energy Corse – TM Racing) compare in Top 10 grazie a una rimonta dalla 27a posizione alla nona. Nonostante due vittorie, un ritiro nella manche A-C fa precipitare il poleman David Walther (Koski Motorsport – Tony Kart – Vortex) in decima posizione.
  • Ai piedi della Top 10 troviamo Martin Molnar (Energy Corse – Energy Corse – TM Racing), davanti a Lucas Fluxa (KR Motorsport – KR – IAME), 12°, Gustaw Wisniewski (Forza Racing – Exprit – TM Racing), 13°, Thomas Strauven (Ricky Flynn Motorsport – LN – Vortex), 14°, Oscar Pedersen (Ward Racing – Tony Kart – Vortex), 15°, e René Lammers (Parolin Motorsport – Parolin – TM Racing), 16°.

Risultati

OKJ: quattro vittorie su quattro per Thibaut Ramaekers

Pneumatici: Vega

  • Dopo la prima pole position di ieri poteva incappare in qualche errore di gioventù, invece Thibaut Ramaekers (VDK Racing – KR – IAME) brilla per la propria maturità e firma quattro solide vittorie in altrettante manche. Di conseguenza, il belga mantiene la prima posizione nella classifica intermedia.
  • Risposta più che positiva anche da parte di Emanuele Olivieri (IPK Official Racing Team – IPK – TM Racing). Il vincitore del primo round di Sarno stacca tre vittorie e un giro veloce, oltre a una terza posizione, nelle qualifying heat e sale secondo in classifica.
  • Notevoli rimonte da parte di Zhenrui Chi (Beyond Racing Team – KR – TM Racing), Simon Rechenmacher (TB Racing Team – KR – IAME) e Alp Hasan Aksoy (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex). Per due volte secondo e due volte terzo nelle manche, Chi guadagna otto posizioni ed è terzo; con una seconda posizione come miglior risultato, Rechnmacher risale nove posizioni ed è quarto; infine, Aksoy è due volte secondo e una volta terzo, tanto da guadagnare 17 posizioni e piazzarsi sesto. In mezzo troviamo Oliver Kinnmark (Koski Motorsport – Tony Kart – Vortex), quinto.
  • Due Top 3 non permettono a Sebastian Lehtimaki (Koski Motorsport – Tony Kart – Vortex) di rimanere secondo e il finlandese scende in settima posizione. Dietro di lui troviamo il campione del mondo in carica Enzo Tarnvanichkul (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex), ottavo.
  • Sicuramente tra i migliori scalatori di giornata ci sono Salim Hanna (Ricky Flynn Motorsport – LN – Vortex) e Miguel Costa (Sauber Academy – KR – IAME). Il colombiano, campione della recente WSK Open Cup, passa da 36° a nono, mentre il brasiliano da 45° a decimo.
  • Scende invece Oleksandr Bondarev (Ricky Flynn Motorsport – LN – Vortex), 11°, seguito da Alfie Slater (Ricky Flynn Motorsport – LN – Vortex), 12°, e da Michael Ider CRG Racing Team – CRG – TM Racing), 13°.
  • In lizza per il titolo, Aleksandr Bogunovic (DPK Racing – KR – IAME) non demorde e sale di 32 posizioni, fino a piazzarsi 14°. Il leader di campionato Zac Drummond (Parolin Motorsport – Parolin – TM Racing) è appena dietro allo sloveno, 15°.
  • La classifica prosegue con Kirill Dzitiev (Ward Racing – Tony Kart – Vortex), 16°, Christian Costoya (Parolin Motorsport – Parolin – TM Racing), 17°, Taym Saleh (KR Motorsport – KR – IAME), 18°, Scott Kin Lindblom (CRG Racing Team – CRG – TM Racing), 19°, e David Cosma-Cristofor (Ricky Flynn Motorsport – LN – Vortex), 20° e costretto al ritiro della manche A-D.

Risultati

MINI: Bogdan Cosma-Cristofor sorpassa Filippo Sala

Pneumatici: Vega

  • La leadership della MINI è contesa tra Bogdan Cosma-Cristofor (Babyrace Driver Academy – Parolin – IAME) e Filippo Sala (Team Driver Racing Kart – KR – IAME). Il pilota rumeno segna cinque vittorie su sei manche e batte l’italiano per appena un punto penalità: infatti, l’autore della pole position vince quattro volte ma termina due volte secondo.
  • Il sorpasso di Cosma-Cristofor scala indietro di una posizione Dean Hoogendoorn (Alonso Kart by Kidix – Alonso Kart – IAME), terzo con tre vittorie, e Iskender Zulfikari (Babyrace Driver Academy – Parolin – IAME), quarto con tre successi. La Top 5 si completa con William Calleja (Parolin Motorsport – Parolin – TM Racing), quinto anche grazie a due primi posti.
  • Noah Baglin (IKART – KR – IAME), sesto, è quello che guadagna più posizioni (+9) tra i piloti classificati dentro alla Top 10, Augustus Toniolo (Team Driver Racing Kart – KR – IAME) segue il britannico in settima posizione, davanti a Bosco Arias (Alonso Kart by Kidix – Alonso Kart – IAME), ottavo, Riven Esteves (Babyrace Driver Academy – Parolin – IAME), nono, e Qarrar Firhand (Alonso Kart by Kidix – Alonso Kart – IAME), decimo.
  • Sfiora la Top 10 Bruno Gryc (Parolin Motorsport – Parolin – TM Racing), 11°, mentre il compagno di squadra Manuel Miguez (Parolin Motorsport – Parolin – TM Racing) perde quattro posizioni e scende 12°. L’attuale leader di campionato Gianmatteo Rousseau (Alonso Kart by Kidix – Alonso Kart – IAME) rimedia la 13a posizione, con il rivale al titolo Vladimir Ivannikov (Gamoto – EKS – TM Racing) subito dietro in 14° posizione. Lorenzo D’Amico (IPK Official Racing Team – IPK – TM Racing) chiude la Top 15.

Risultati

©Photo: Sportinphoto