WSK FINAL CUP: RESOCONTO DI SABATO PER MINI E KZ2

WSK FINAL CUP: RESOCONTO DI SABATO PER MINI E KZ2

HOT NEWS – TKART – ADRIA – Anche Mini e KZ2 terminano le manche delineando le posizioni che comporranno le prefinali di domani.

MINI

Doppietta di vittorie per Dmitrii Bogdanov (Tony Kart/LKE), quanto basta per essere il migliore della categoria Mini in queste manche della WSK Final Cup. Il pilota della Baby Race, terzo in qualifica, scavalca le due posizioni sufficenti per finire in testa alla prefinale che si correrà domenica. A fargli compagnia in prima fila Dennis Hauger (Hero/LKE) che di manche ne vince una e nell’altra coglie un prezioso terzo posto. Buone anche le rimonte che compongono la seconda fila. Interno ci sarà Abdul Gaffar Muizzuddin (Hero/LKE) e esterno David Vidales che, addirittura, migliora tantissimo rispetto al trentesimo tempo ottenuto nella qualifica. I due migliori tempi di ieri invece dove sono finiti? Antonio Serravalle (Tony Kart/LKE) è subito dietro in sesta posizione, mentre Giuseppe Fusco (Lenzo Kart/LKE), colui che deteneva la poleposition, termina decimo. Entrambi i piloti vengono penalizzati nella loro ultima manche. I due, infatti, erano finiti in prima e seconda posizione al traguardo. Il loro “lottare” fino all’ultima metro non è però stato ritenuto regolare da parte dei commissari, 5 sono secondi inflitti di penalizzazione per la coppia di piloti.

Per leggere la classifica completa clicca qui.

KZ2

Marco Ardigò (Tony Kart/Vortex) fa capire a tutti che campione del mondo non lo si diventa per caso. L’italiano dimostra di avere un marcia in più rispetto alla concorrenza vince tutte e tre le manche dove in due domina e in una è bravo a riprendere la testa su Jordon Lennox Lamb (CRG/Maxter) che l’aveva momentaneamente conquistata. Proprio l’inglese finisce per due volte alle spalle del leader di giornata e, quindi, ciò basta per fargli compagnia nella prima fila della prefinale di domani. Alle spalle dei due c’è Jonathan Thonon (Praga/Parilla) abbastanza continuo e che, tempi alla mano, potrebbe uscire alla distanza. Quarto Flavio Camponeschi (Tony Kart/Vortex) anche lui ha dimostrato ottima velocità e non a caso condivide i materiali del più bravo di tutti. Sorprendente Mirko Torsellini (Birel/TM), è vero perde un po’ rispetto al secondo tempo delle qualifiche, ma la sua quinta posizione vuol dire che ha il passo dei più veloci. Quasi epica è la performance di Bas Lammers, nelle qualifiche non aveva preso parte a causa probabilmente di un problema tecnico. Si riprende le posizioni che più gli spettano chiudendo le manche, rispettivamente, in decima, quinta e quarta posizione. Lo troveremo in terza fila in prefinale e c’è da scommettere che vorrà ancora migliorarsi.

Per leggere la classifica completa clicca qui.