WSK Open Cup, rd 1, Adria: heats – I leader sono Pex (KZ2), Zhivnov (OK), Lindblad (OKJ), Lammers (Mini)

Con oggi si concludono le Qualifying Heats valide per il primo round della WSK Open Cup, delineando così le griglie di partenza delle prefinali in programma sabato. Da domani si riparte da zero, con i piloti che scenderanno in pista per le Qualifying Heats valide per il secondo round.

KZ2: doppietta per Stan Pex

 Pneumatici: Vega

  • Dopo l’ottima sessione di qualifica di ieri, Stan Pex (KR Motorsport – KR –TM Racing) si conferma per ora come il pilota da battere vincendo due manche a cui aggiunge un secondo posto e un best lap.
  • L’altra vittoria della categoria è quella fatta segnare ieri da Senna Van Walstijn (CPB Sport – Sodikart  – TM Racing), oggi autore invece di un secondo e quarto posto che gli permettono di chiudere la graduatoria in seconda posizione.   
  • Al terzo posto troviamo Danilo Albanese (KR Motorsport – KR –IAME), che recupera quattro posizioni per portarsi davanti a Tom Leuillet (Praga Racing Team – Praga – TM Racing).
  • Leonardo Marseglia (Marseglia Pasquale – Birel ART  – TM Racing), quinto dopo aver guadagnato tre posizioni, precede Putyatin Vyacheslav (CPB Sport – Sodikart  – TM Racing) che invece ne guadagna sette. L’ucraino conclude le manche davanti all’autore della pole Viktor Gustavsson (Leclerc By Lennox Racing – Birel ART  – TM Racing), vittima di una penalità dovuta il musetto anteriore fuori posizione nella prima manche che lo costringe a rincorrere.
  • Scivolano indietro anche Juho Valtanen (KR Motorsport – KR –TM Racing), ottavo dopo il quinto posto in qualifica, e Laurens Van Hoepen (Leclerc By Lennox Racing – Birel ART  – TM Racing), ieri sesto e oggi tredicesimo

Risultati 

OK: in testa c’è Andrey Zhivnov

Pneumatici: Bridgestone

  • Con un primo, un secondo e un terzo posto Andrey Zhivnov (Team Komarov – Tony Kart – TM Racing) guadagna la testa della graduatoria al termine delle heats del primo round, superando così Taylor Barnard (Rosberg Racing Academy – KR – IAME), che invece raccoglie un primo, un secondo e un settimo posto.
  • Nikolas Pirttilahilati (Forza Racing – Exprit – TM Racing), autore di un secondo posto come miglior risultato, guadagna due posizioni e si porta al terzo posto davanti a Marcus Amand (VDK Racing – KR – IAME) e Alfio Spina (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex). Dopo la quattordicesima posizione in qualifica, l’italiano recupera fino a tagliare il traguardo al terzo posto nell’ultima manche.
  • Recupera nove posizioni anche Levente Revesz (KR Motorsport – KR – IAME), sesto davanti a Charlie Wurz (Exprit Racing Team – Exprit – Vortex).
  • Alex Dunne (Energy Corse – Energy Corse – TM Racing), autore di due giri veloci, termina in nona posizione dopo essersi qualificato con il sesto tempo, complice una penalità. Fuori dalla top-ten, Lorenzo Travisanutto (Parolin Racing Kart – Parolin – TM Racing) guadagna 6 posizioni, mentre perdono terreno sia Brando Badoer (KR Motorsport – KR – IAME) che Tuukka Taponen (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex), che concludono rispettivamente al 14° e al 18° posto.

Risultati  

OKJ: Arvid Lindblad recupera e va al comando

Pneumatici: Vega

  • Partendo dalla quarta casella dello schieramento, il vice-Campione Europeo Arvid Lindblad (KR Motorsport –  KR –  IAME), che a luglio qui ad Adria vinse la Super Master Series,  mette a segno due vittorie e un secondo posto che lo portano al comando della graduatoria. Dietro di lui troviamo il Campione de Mondo Freddie Slater (Ricky Flynn Motorsport – Kosmic – Vortex), in netto recupero rispetto al 14° posto della qualifica.
  • Alex Powell (KR Motorsport –  KR –  IAME) si porta in terza posizione davanti a Tymoteusz Kucharczyk (Birel ART Racing – RK  – TM Racing), autore di una vittoria e un secondo posto fino all’ultima heat, dove taglia il traguardo in undicesima posizione.
  • Yuanpu Cui (KR Motorsport –  KR –  IAME) guadagna quattro posizioni portandosi al quinto posto. Dietro di lui, in ordine, troviamo Manuel Scognamiglio Manuel Scognamiglio (Gamoto – Tony Kart – Vortex), Karol Pasiewicz (Birel ART Racing – Birel ART  – TM Racing), Tobias Clausen (Ricky Flynn Motorsport – Kosmic – Vortex), Sebastiano Pavan (KR Motorsport –  KR –  IAME) e Harley Keeble (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex). Quest’ultimo guadagna 15 posizioni rispetto alla qualifica.
  • Finisce fuori dalla top-ten il poleman Rintaro Sato (Ricky Flynn Motorsport – Kosmic – Vortex), dodicesimo davanti a James Egozi (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex), che, alla sua prima uscita ufficiale nella categoria ottiene una vittoria.
  • Giornata sfortunata per il Campione Europeo Ugo Ugochukwu (Sauber karting Team – KR – IAME): dopo la vittoria nella prima batteria arrivano un ritiro e una penalità.

 Risultati 

MINI: René Lammers è super

Pneumatici: Vega

  • È di tre vittorie, un secondo posto e tre giri veloci il bottino ottenuto da René Lammers (Baby Race Driver Academy – Parolin – TM Racing) scattato dalla sesta fila dello schieramento in tutte le batterie. L’olandese raddrizza una qualifica al di sotto delle aspettative e supera Jan Przyrowsky  (AV Racing – Parolin – TM Racing) che ottiene invece due vittorie, un secondo e un terzo posto.
  • Dries Van Langendonck (Leclerc By Lennox Racing – Birel ART  – TM Racing), l’autore della pole e anche di una vittoria, chiude in terza posizione. Dietro di lui si piazza Salim Hanna Hernandez (Energy Corse – Energy – TM Racing), anche lui con una vittoria in tasca.
  • Dalla quinta alla settima posizione troviamo Emanuele Olivieri (Formula K Serafini ASD – IPK – TM Racing), Maciej Gladysz (Parolin Racing Kart – Parolin – TM Racing) e Marcus Saeter (Revolution Motorsport ASD  Energy Corse – TM Racing). 
  • Enzo Tarnvanichkul (Energy Corse – Energy – TM Racing) chiude all’ottavo posto dopo essersi qualificato 26°. Nik Skulac (Praga Racing Team – Praga – TM Racing) e Aleksandar Bogunovic (Gamoto – Tony Kart – TM Racing) chiudono la top-ten.
  • Kean Nakamura-Berta (Team Driver Racing Kart – KR – IAME) e Tiziano Monza (Sauber Karting Team – KR – IAME), rispettivamente 34° e 38° dopo le qualifiche, chiudono in 11^ e 12^ posizione. Guadagna terreno anche Caleb Gafrarar (Leclerc By Lennox Racing – Birel ART  – TM Racing), ieri 50° e oggi 20°.

Risultati 

©Photo: Sportinphoto