WSK Open Cup rd 1, Lonato: Finale OK – Joseph Turney dà una vera prova di forza e vince

La Prefinale A si disputa su pista asciutta, mentre la Prefinale B su pista bagnata. La finale, invece, vede di nuovo la pista asciutta.

Pneumatici: LeCont

  • Joseph Turney (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex) mette in luce le sue capacità e conquista la vittoria. Il pilota del Tony Kart Racing Team parte dalla terza casella in griglia, ma si porta subito al comando grazie a un’ottima partenza. A pochi giri dalla bandiera a scacchi, il vicecampione del mondo in carica viene attaccato da Nikola Tsolov (DPK Racing – KR – IAME), più veloce di quasi due decimi al giro e in rimonta dopo una prima fase di gara difficile. L’inglese sa che non può permettersi di farlo scappare e quindi replica subito con una manovra da manuale, che gli consente di prendere margine e di involarsi verso il successo.
  • Tsolov, invece, perde terreno in seguito al sorpasso di Turney, commettendo anche una sbavatura che lo fa retrocedere fino alla settima piazza e gli fa svanire i sogni di gloria dopo la vittoria nella Prefinale A.
  • Arvid Lindblad (KR Motorsport – KR – IAME) vince la Prefinale B in condizioni di pista bagnata grazie a una rimonta di 16 posizioni, ma viene poi retrocesso al terzo posto da una penalità di cinque secondi causa musetto in posizione non corretta. Il talento in orbita Red Bull scatta quindi sesto in finale e si aggiudica il secondo gradino del podio al termine di una gara notevole.
  • Dopo aver “aiutato” il suo compagno di squadra Turney a scappare via nella prima metà di gara, tenendo dietro proprio Tsolov, Tuukka Taponen (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex) ribadisce la propria competitività e guadagna la medaglia di bronzo.
  • Quarto al traguardo è Artem Severiukhin (Ward Racing – Tony Kart – Vortex), che si conferma al vertice della classifica, così come si confermano al vertice Luigi Coluccio (Kosmic Racing Department – Kosmic – Vortex), quinto, e Zachary David (KR Motorsport – KR – IAME), sesto.
  • Recupera cinque posizioni rispetto alla qualifica e chiude ottavo Pedro Hiltbrand (Leclerc by Lennox Racing – Birel ART – TM Racing). Il fresco vicecampione europeo KZ precede Matteo De Palo (KR Motorsport – KR – IAME), che conclude così un weekend sorprendente al debutto in OK. Esordio positivo anche quello di Alexander Gubenko (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex), che completa la top ten grazie a una rimonta di 12 posizioni.
  • L’autore del giro veloce è Tymoetusz Kucharczyk (Birel ART Racing – RK – TM Racing), l’unico oltre a Tsolov a scendere sotto la barriera del 46.2. L’alfiere della Birel ART Racing scatta decimo, scivola a centro gruppo nei primi giri e recupera fino all’ottavo posto, salvo poi essere retrocesso al 12° da una penalità di cinque secondi causa musetto in posizione non corretta.

Risultati

Classifica campionato

©Photo: Sportinphoto