WSK Super Master Series rd 4, Adria – Finale OKJ: Vince Ugo Ugochukwu, Arvid Lindblad si prende il titolo

WSK Super Master Series rd 4, Adria – Finale OKJ: Vince Ugo Ugochukwu, Arvid Lindblad si prende il titolo

L’americano coglie il suo primo successo in occasione del debutto con KR Motorsport. Il suo compagno di squadra Lindblad ottiene meritatamente il titolo davanti a Pasiewicz e Badoer

Pneumatici: Vega

  •  Ugo Ugochukwu (KR Motorsport – KR – IAME) ottiene la sua prima vittoria nella OKJ coronando così un fine settimana in grande spolvero. La nuova avventura in KR Motorsport comincia sotto i migliori auspici per l’americano che in mattinata conquista anche la Prefinale.
  • Con la seconda posizione di oggi, Alfio Spina (KR Motorsport – KR -IAME) raddrizza in parte un fine settimana cominciato decisamente sottotono. L’italiano si mette in mostra già in partenza come spesso ci ha abituato, prendendosi la terza posizione in una manciata di curve
  • Terzo, ma a tre secondi di distanza, si piazza Arvid Lindblad (KR Motorsport – KR – IAME) che con il podio di oggi si assicura il titolo di campione della WSK Super Master Series. L’inglese, nonostante un primo round poco fortunato, è stato il pilota più costante da Lonato in poi con 2 vittorie di fila.
  • In 4^ posizione Tymoteusz Kucharczyk (Birel ART Racing – RK – TM Racing) precede Miron Pingasov (KR Motorsport – KR – IAME) autore di una incredibile rimonta di 10 posizioni al termine della quale supera anche Maxwell Dodds (Parolin Racing Kart – Parolin – TM Racing) terzo fino a soli 2 giri dalla fine e sesto sul traguardo.
  • Freddie Slater (Ricky Flynn Motorsport – Kosmic Kart – Vortex), 7°, e Brando Badoer (KR Motorsport – KR – IAME), terzo in campionato, precedono Karol Pasiewicz (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex) che invece non ottiene il risultato che forse si aspettava: il polacco infatti scatta dalla terza casella e si porta in seconda posizione, ma perde inesorabilmente terreno da metà gara in poi e chiude 9°. 
  • Percorso inverso, invece, per Brando Badoer che è vittima di qualche contatto di troppo nelle primissime fasi di gara quando perde posizioni invece che guadagnarne. L’italiano si mette poi a testa bassa per cercare di recuperare il terreno perduto, sigla di rabbia anche il miglior giro della gara, ma, come detto, non va oltre la 7^ posizione.
  • Igor Cepil (KR Motorsport – KR – IAME) chiude  il gruppo dei primi dieci da cui escono  Irfan Coskun (Ricky Flynn Motorsport – Kosmic Kart – Vortex) e Harley Keeble  (Tony Kart Racing Team – Tony Kart – Vortex), rispettivamente 12° e 13°.

Classifica Finale

Classifica Campionato

©Photo: Sportinphoto