Scegli la lingua.
Tkart magazine

Come Fare a | Guida base all’analisi dati con il software aim race studio 3

go down go up

GUIDA BASE ALL’ANALISI DATI CON IL SOFTWARE AIM RACE STUDIO 3

DA SAPERE

Se parliamo di sistemi di acquisizione dati per kart, non neghiamolo, il mondo si divide in tre macro gruppi di utilizzatori.
Quelli che comprano una dashboard e si limitano a guardare sullo schermo LCD da pochi pollici i tempi sul giro, le temperature dei gas di scarico e dell’acqua, gli intertempi e i giri motore.
Poi ci sono quelli che, presi dalla mania di monitorare tutto (come se aggiungere sensori al kart facesse in automatico abbassare il tempo su giro) acquistano ogni tipo di sensore, da quelli per la temperatura delle gomme a quelli su volante e pedali, ma poi non sanno che farsene (a proposito: se vuoi delle dritte su quali sensori acquistare, leggi “Consigli degli esperti - Acquisizione dati per kart: quali sensori comprare?”).
Infine ci sono i più “temerari”, quelli che i dati raccolti dal sistema di acquisizione poi li scaricano su computer o tablet (a seconda del sistema di acquisizione che si possiede) e li analizzano, studiano, elaborano mediante appositi software.
Quest’ultimo caso descritto è l’unico approccio al mondo del “data logging” che permette davvero di migliorare il proprio stile di guida e analizzare al meglio i parametri raccolti dal sistema GPS incluso nella dashboard oltre che dai vari sensori installati sul kart.
Per capire come muovere i primi passi in questa direzione, abbiamo preso in esame uno dei più diffusi sistemi di acquisizione dati, l’AiM MyChron5s, e il relativo software per PC che consente di visualizzare, gestire ed esaminare tutti i numerosi dati che il MyChron5s stesso registra. Il software si chiama Race Studio 3 e nella nuovissima versione Beta, ancora parzialmente in fase di sviluppo, permette di analizzare tutte le informazioni raccolte durante le sessioni in pista e metterle in sincro con le immagini registrate dalla Smartycam HD Rev.2.1, la telecamera stabilizzata con accelerometro integrato. Va detto che utilizzare un software di questa complessità al massimo delle sue potenzialità richiede esperienza. Per questo abbiamo descritto le principali attività da svolgere per prendere confidenza con un sistema di acquisizione dati.

IL DOWNLOAD DEL SOFTWARE

Come prima cosa bisogna collegarsi al sito di AiM, recarsi nella sezione download SW/FW e, di fianco al software che ci interessa, in questo caso Race Studio 3 con Analisi 3 inclusa (l’ultima evoluzione del software al momento di scrivere questo articolo, n.d.r.), cliccare sul tasto “download page”. Il software in questione può essere utilizzato con tutte le dashboard di AiM TECH disponibili, anche quelle meno recenti. L’unica differenza è che il nuovo MyChron5s permette di scaricare i dati sul PC direttamente via Wi-Fi mentre le dashboard precedenti richiedevano di collegarsi tramite cavo o di scaricare i dati su un’apposita chiavetta. Un altro elemento da tener presente è che il software di AiM TECH funziona soltanto su sistemi Windows a 64 bit e non su Mac. Dunque, i kartisti amatoriali che sono in possesso di un computer con il logo della “Mela”, per poterlo utilizzare devono provvedere a creare una partizione di sistema oppure utilizzare una macchina virtuale che faccia “girare” Windows a 64 bit.

Continua a leggere il tuo articolo

Non perdere tempo: registrati ora per un free tour di 24 ore. Articoli illimitati.

Inizia il tuo free tour di 24 ore
Non è richiesta la carta di credito
o
Salta il free tour e diventa un membro di TKART Magazine.
  • Continui aggiornamenti
  • Contenuti interattivi (360°, Video, Gallery, ecc)
  • 15 rubriche
  • Più di 600 articoli approfonditi
  • Accesso a tutto l’archivio
  • Disponibile in italiano, inglese e spagnolo
  • Accesso da desktop e mobile
Abbonati