Scegli la lingua.
Tkart magazine

Come Fare a | Trovare la giusta misura dello squish

3
Exclusive Content

COME TROVARE... LA GIUSTA MISURA DELLO SQUISH

18 Novembre 2017
alt
alt alt
1 L’IMPORTANZA DELLO SQUISH

Lo squish è un parametro chiave per le prestazioni e l’affidabilità del motore. In generale, minore è lo squish, maggiore sarà la turbolenza creata in camera di combustione, con conseguente ottimizzazione della carburazione. Bisogna però stare attenti, perché uno squish troppo basso rischia di portare all’urto del cielo del pistone con la testa del cilindro, soprattutto agli altri regimi, determinando surriscaldamento e grippaggio. Viceversa, uno squish insufficiente non permette la completa combustione della miscela e porta una perdita di prestazioni.
TKART ha già analizzato questi aspetti in un precedente articolo di tecnica poiché, però, anche un solo decimo di mm di modifica dello squish può comportare variazioni sensibili di prestazioni ed eventuali problemi di affidabilità del motore, è utile, qui, analizzare nel dettaglio la procedura per una misurazione attenta e precisa. Senza tralasciare le tecniche per evitare che la misurazione sia influenzata dai giochi e le deformazioni dei componenti del motore.

2 QUANDO SERVE LA MISURAZIONE

La sensibilità di un parametro come lo squish comporta che il suo valore possa cambiare per varie ragioni. In particolare, alcune piccole variazioni si possono verificare in caso di sostituzione del pistone o dei cuscinetti di banco, di piede e testa di biella, piuttosto che della testa del cilindro. È vero che, oggi, i componenti del motore sono sempre più precisi nelle tolleranze e, quindi, la loro sostituzione in teoria dovrebbe mantenere invariato lo squish; ma una misurazione di tale parametro è sempre opportuna dopo aver revisionato il motore.
Non solo, data l’influenza dello squish sulle prestazioni, i preparatori variano il suo valore a seconda delle esigenze, dei circuiti, del tipo di assetto, di gomme e gommatura dell’asfalto, di pilota e rapporto. Molto importante nella definizione dello squish è anche la benzina utilizzata.

3 IL METODO DI MISURAZIONE

La misurazione dello squish viene fatta utilizzando un filo di stagno di diametro superiore a 1,5 mm (idealmente intorno a 1,8 mm). Tale filo viene posizionato all’interno della camera di combustione, quindi, facendo ruotare l’albero motore, lo si schiaccia per rilevare l’esatta distanza minima fra testa del cilindro e cielo del pistone.
Scendendo più nel dettaglio, il procedimento ottimale per la misurazione dello squish prevede di smontare la testa del cilindro e inserire un pezzo di filo di stagno di lunghezza pari al diametro del cilindro (54 mm, cioè il suo alesaggio). Il filo va posizionato parallelo allo spinotto del pistone: in questo modo, gli impercettibili (ma presenti) giochi derivanti dall’inclinazione del pistone che ruota intorno allo spinotto saranno annullati.
A questo punto si rimontata la testa del cilindro, stringendo correttamente le viti una alla volta in senso incrociato e con le coppie esatte, come se il motore dovesse essere rimontato per l’utilizzo.
Dopodiché, afferrando l’albero motore dai due lati (accensione e pignone), lo si fa ruotare avanti e indietro un paio di volte. Quindi, con delle pinzette lunghe, si estrae il filo di stagno e si misura con il calibro la parte più bassa, che si trova dopo il “dente” creatosi ai due estremi del filo di stagno per via dello spazio che rimane tra cielo del pistone e fascia elastica.

Continua a leggere l'articolo abbonandoti a soli 0,96 € / settimana