Scegli la lingua.
Tkart magazine

Consigli dei Campioni | I 5 segreti di Danilo Rossi per regolare l’acceleratore

Exclusive Content
alt

I 5 SEGRETI DI DANILO ROSSI PER REGOLARE L'ACCELERATORE

20 Agosto 2016

È sempre stata una specie di “fissazione” del 5 volte Campione del Mondo Danilo Rossi: la regolazione dell’acceleratore… Molto più che un semplice dettaglio

1

IMPORTANZA

“Mi rendo conto che la regolazione dell’acceleratore, in genere, non sia tra le assolute priorità dei kartisti… Io, invece, è un aspetto che ho sempre curato moltissimo, sia quando correvo, sia oggi con il reparto corse della DR Racing e con i nostri piloti. In fondo, tante cose partono da lì; anche alcuni problemi”.

2

REGOLAZIONE

“Sicuramente la prima cosa cui bisogna stare attenti è l’impostazione del pedale dell’acceleratore: va fatta prendendo in considerazione l’altezza del pilota e le sue esigenze. Questa prima regolazione risulterà fondamentale sia per il comfort di guida del pilota, sia per la possibilità di gestire le accelerazioni e, più in generale, per l’affidabilità. Tutti aspetti che, nei prossimi punti, analizzeremo nel dettaglio”.

3

COMFORT

“Una cosa è certa: non si sale su un kart e si inizia a girare senza regolare i pedali di freno e acceleratore. La posizione di guida e l’angolazione di piedi e caviglie sono fondamentali per poter guidare in modo efficace. Un pedale troppo arretrato determina una posizione innaturale del piede e della caviglia, con l’insorgere di possibili dolori dopo diverse tornate e una minore precisione nei movimenti.

Ricordiamoci, inoltre, che il pilota punta i piedi sul telaio (sul tubo anteriore i più alti e sui poggia tacco quelli meno alti n.d.r.) anche per essere meglio collegato a esso e bloccato. Per farlo, però, deve avere una corretta inclinazione del piede, altrimenti in più occasioni rischierà di accelerare in modo involontario, per esempio quando urta cordoli o asperità dell’asfalto”.

4

GESTIONE ACCELERAZIONI

“Anche se il kart richiede una guida più ‘on/off’ rispetto ad altri mezzi, è anche vero che la possibilità di parzializzare e gestire con precisione l’acceleratore è estremamente utile. Per fare ciò bisogna porre molta cura nella regolazione della lunghezza del filo dell’acceleratore, collegandolo più in basso sul pedale se si vuole aumentare la corsa dello stesso e la precisone/sensibilità sull’acceleratore, o più in alto se si vuole maggior immediatezza di risposta. Esistono, poi, dettagli importanti che permettono di evitare micro accelerazioni od oscillazioni del filo dell’acceleratore. Un esempio sono i fermi per strozzare il filo in acciaio: ne esistono di più o meno grandi e pesanti. L’importante, per me, è che non ci siano micro variazioni dell’apertura della valvola (a farfalla o a ghigliottina) del carburatore. Perché ciò non accada, prediligo usare morsetti piccoli e leggeri, mentre evito i modelli più pesanti. Non solo, è importante anche posizionare il morsetto vicino al pedale, per ridurre al minimo l’ampiezza delle oscillazioni di questo componente”.

Continua a leggere l'articolo abbonandoti a soli 0,96 € / settimana