Scegli la lingua.
Tkart magazine

Editoriale | I prescelti dalla F1: storia di Arvid Lindblad

0
go down go up

I kartisti prescelti dalla F1 Lindblad, un leone sotto il segno del toro

I kartisti, quelli che sognano la scalata alla piramide del motorsport, non sono tutti uguali. Ce ne sono alcuni un po’ “più speciali”, forse più bravi, sicuramente più fortunati degli altri. Parliamo di quelli che fanno parte dei “driver program” dei team di F1 che mirano ad allevare i piloti più promettenti (spesso proprio “pescati” nel vivaio offerto dal karting) per traghettarli dritti dritti fino alla F1. Scopriamo i profili di questi “prescelti” e capiamo come e perché le squadre di F1 li hanno selezionati tra tanti. Dopo aver affrontato “la storia di Antonelli e Mercedes”, oggi raccontiamo quella di un quattordicenne inglese entrato a far parte del Red Bull Junior Team.


Se ami il motorsport, sei inglese e il tuo sogno è diventare pilota di F1, un giorno perfetto per nascere è l’8 agosto, segno zodiacale leone. Il giorno della nascita di un certo Nigel Mansell, “il leone d’Inghilterra”, campione del mondo di F1 1992. Papà Stefan e mamma Anita certe cose le sanno e non ci pensano due volte a “sfornare” Arvid proprio in quella data. Anno 2007, però. Si scherza, ovviamente. Eppure per i superstiziosi, questo potrebbe essere il primo di una serie di segni che tratteggiano Arvid Lindblad da Londra come un futuro campione del motorsport a quattro ruote.
Anche se il primo contatto con i motori arriva grazie a una moto. Anno 2010: Arvid ha 3 anni e suo padre, da bravo ex pilota, ha una passione smodata per le moto. Questi due elementi, sommati, si tramutano in una moto da cross in formato regalo per il piccolo Arvid, che però non sembra apprezzare più di tanto.
L’amore viscerale per la guida scocca due anni più tardi, con due ruote in più: a cinque anni Lindblad prova per la prima volta un go-kart in una pista vicino a casa, Rye House, la stessa in cui girava spesso un certo Lewis Hamilton.

Abbiamo riassunto le principali tappe della carriera di Arvid Lindblad. Dalla nascita… A oggi.

08.2007
Nasce l’8 agosto a Londra.

2012 - 5 anni
Guida per la prima volta un go-kart Bambino nella pista di casa, Rye House.

Ed è proprio amore a prima vista, tanto che dopo un paio di uscite Stefan gli compra un kart, un Bambino. Pur non possedendo conoscenze tecniche, Stefan comincia a far allenare Arvid e dopo sei mesi partecipano alla prima gara, proprio nella categoria Bambino, la prima e l’unica in cui si può correre in Inghilterra a soli sei anni.

E qui salta fuori subito e netto il secondo segno da prescelto del mondo dei motori. Arvid corre e a fine gara è secondo. All’esordio. Coppa, baci della mamma, una bella storia da raccontare lunedì ai compagni di classe che al massimo saranno andati al parchetto. Quelle robe lì. Ce n’è abbastanza per non prendere sonno per una settimana, a quell’età. Eppure Arvid ha un velo di delusione. Perché? Perché non ha vinto. Follia se si pensa che è la prima gara. Eppure… Così è. Così sono quelli che hanno i numeri per farcela. Soddisfatti? Mai. E, infatti, giusto il tempo di correre la gara successiva e la vittoria arriva.

2013 - 6 anni
Partecipa alla sua prima gara nella categoria Bambino e chiude secondo. Poi vince la sua seconda gara.
• Team: Arvid e suo papà Stefan
• Materiale: RK - Comer C50

2014 – 7 anni
Comincia ad allenarsi con il kart 60 IAME Cadet , ma non può gareggiare perché è troppo giovane.
• Team: Arvid e suo papà Stefan
• Materiale: ZIP Kart - IAME Gazelle 60 cc

Continua a leggere il tuo articolo

Non perdere tempo: registrati ora per un free tour di 24 ore. Articoli illimitati.

Inizia il tuo free tour di 24 ore
Non è richiesta la carta di credito
o
Salta il free tour e diventa un membro di TKART Magazine.
  • Continui aggiornamenti
  • Contenuti interattivi (360°, Video, Gallery, ecc)
  • 15 rubriche
  • Più di 700 articoli approfonditi
  • Accesso a tutto l’archivio
  • Disponibile in italiano, inglese e spagnolo
  • Accesso da desktop e mobile
Abbonati