Scegli la lingua.
Tkart magazine

Must Have | Cosa usano i top team: avvitatore a impulsi

1
Exclusive Content

COSA USANO I TOP TEAM: AVVITATORE A IMPULSI

08 Settembre 2022 • 4 min. lettura

Ci sono strumenti e attrezzi che si comprende quanto possano cambiare la vita di un kartista solo quando si inizia a utilizzarli. Uno di questi è l’avvitatore a impulsi per le ruote del kart. Evita di dover ogni volta avvitare e svitare a mano, con l’apposita chiave a tubo, i tre dadi di fermo che ancorano la ruota al mozzo. Operazione che, se applicata a tutte le ruote, va ripetuta 12 volte. Compiere a mano questo lavoro ruba sempre qualche minuto di troppo ed è piuttosto… Noioso: bisogna puntare i dadi sui prigionieri a mano per poi procedere ad avvitarli con la chiave fino a portarli tutti a battuta contro il cerchio e, infine, stringerli con forza con una mano che tiene gira la chiave mentre l’altra tiene ferma la ruota (operazione non molto agevole). Lo stesso vale quando le ruote vanno smontate, con la complicazione derivante dal fatto che spesso si serrano i dadi in maniera esagerata (per paura di perdere una ruota durante il turno di guida), quindi svitarli diventa spesso una scocciatura. Tutto questo “sforzo” si può ridurre a quello che si applica sull’interruttore di un trapano avvitatore che, in meno di 5 secondi avvita e svita un dado dal relativo prigioniero. Appurato che per chi fa questo sport l’avvitatore è un attrezzo pressoché irrinunciabile, bisogna capire quale scegliere tra i vari modelli presenti sul mercato. Il consiglio è di non considerare quelli da 10-20 euro che si trovano vicino alle casse dei più comuni market dedicati al bricolage (causa scarsa potenza e durata della batteria davvero minima). Proviamo allora a prendere spunto da quanto usano i team professionisti del kart, quelli che frequentano le gare internazionali di maggior prestigio (FIA Karting e WSK). Abbiamo fatto un giro sotto le tende di 12 top team (Birel Art Racing, CRG Racing Team, DPK Racing, Energy Corse, IPK Official Racing Team, KR Motorsport, Koski Motorsport, Leclerc by Lennox Racing, Parolin Motorsport, Sodikart, Tony Kart Racing Team, Ward Racing) durante l’ultimo round del FIA Karting European Championship OK/OKJ 2022 e abbiamo scoperto marche e modelli degli avvitatori che vanno per la maggiore. Nell’oltre il 95% dei casi, la scelta ricade sugli avvitatori a impulsi, mentre solo una piccola parte sceglie i comuni trapani avvitatori. La fascia di prezzo preferita è attorno ai 150 euro (per avvitatori a impulsi che comprendono, oltre allo strumento, la relativa valigetta e la batteria), ma c’è qualcuno che preferisce spendere meno. Scopriamo perché.

Advertisement
alt
1

MILWAUKEE

Fondata nel 1924 a Brookfield (Wisconsin, Stati Uniti d’America), la Milwaukee Electric Tool Corporation è un’azienda che sviluppa, produce e commercializza piccoli apparecchi elettrici a batteria e a rete, tra cui anche i trapani avvitatori. Esistono due modelli – il più economico M12 e l’M18 – e diverse versioni disponibili sul mercato. Nel 2016 è risultata la più grande fornitrice di strumenti a batteria in Nord America. Curiosamente, i primi prodotti a marchio Milwaukee sono arrivati in Europa solamente a partire dal 2001.

Diffusione*: medio-bassa
*diffusione dello strumento in occasione del rd 4 del FIA Karting European Championship OK/OKJ

Prezzo indicativo


A partire da 154 euro (senza batteria e caricabatteria)

Per comprare: amazon.com
Photo credit: Milwaukee

Continua a leggere l'articolo abbonandoti a soli 0,96 € / settimana