Scegli la lingua.
Tkart magazine

Sotto Esame | Parolin Invader M.Y. 2022: il re della KZ2

11
Exclusive Content
alt

PAROLIN INVADER MODEL YEAR 2022: IL RE DELLA KZ2

19 Aprile 2022










CIK-FIA 2022

OMOLOGA
Il nuovo telaio Parolin Invader 2022 è omologato CIK-FIA 017-CH-99.

KZ

CATEGORIA
Il certificato di omologa e l’impostazione “double face” impostata da Parolin lo rendono utilizzabile in tutte le categorie, ma per la sua struttura questo telaio è più indicato per le categorie a marce.

32 mm

DIAMETRO TUBI
Il telaio Parolin Invader è costruito utilizzando tutti tubi da 32 mm di diametro e 2 mm di spessore.

ROBOT

SALDATURE
Il telaio Invader, come tutti i telai di casa Parolin di ultima generazione, è realizzato attraverso un processo di saldatura completamente automatizzato.

ALLUMINIO e MAGNESIO

ACCESSORI
Tutti gli accessori sono realizzati in lega leggera di alluminio, mentre mozzi e cerchi sono proposti in magnesio di serie.

Quella 2021 è stata una stagione importante per Parolin Racing Kart, per quanto riguarda le categorie a marce. La vittoria a Kristianstad (Svezia) della FIA Karting International Super Cup (per intenderci, il “mondiale” dedicato alla KZ2) con Lorenzo Travisanutto, infatti, ha segnato il raggiungimento di un obiettivo che l’azienda aveva nel proprio mirino, come prioritario, dopo il lavoro fatto sui propri prodotti “shifter”. In particolare, il telaio che ha portato alla vittoria Parolin Racing Kart è stato il modello Invader che, seppur omologato e utilizzabile in tutte le classi, è maggiormente indicato per le categorie a marce in virtù delle proprie caratteristiche strutturali e geometriche dei tubi della scocca. Il lavoro di sviluppo - mirato e senza stravolgimenti radicali - che ha interessato l’Invader, oggi in vendita al pubblico in versione “model year 2022”, ha riguardato ogni componente del telaio (scocca, ma anche accessori), a 360°: dalla scelta della lega migliore, al trattamento più efficace, senza trascurare il processo di lavorazioni che accompagna il materiale dalla forma grezza a quella finita.
Parolin Racing Kart produce i propri telai internamente. Questo permette di ridurre i tempi della fase di sviluppo dei prodotti stessi e di avere un controllo della qualità più diretto rispetto ad altre realtà. Anche gli accessori vengono progettati e realizzati internamente all’azienda: l’ufficio tecnico supervisionato da Albino Parolin, titolare di Parolin Racing Kart, segue il percorso nel suo complesso, dalla colata della lega, alle lavorazioni interne tramite CNC.

Il telaio Invader M.Y. 2022 (leggi qui l’articolo dedicato al model year 2018 “Sotto esame – Parolin Invader il telaio dedicato alle categorie shifter”) mantiene forme tradizionali, che già hanno dimostrato di essere efficaci, e segue in modo fedele le angolazioni e le misure della precedente edizione. Invariata anche la struttura: la scocca è interamente costruita con tubi da 32 mm di diametro in lega di acciaio al cromo-molibdeno, con spessore di 2 mm.
Il nome rimane invariato e non ci sono distinzioni di mercato: il telaio Invader, infatti, è in un’unica versione per qualsiasi Paese. Esteticamente si caratterizza per linea inconfondibile e propria di Parolin, introdotta già 4 anni fa con l’arrivo del kit carenature studiato in galleria del vento (di cui potete leggere l’articolo nel nostro “Focus Tech – Dynamica le carenature per i kart campioni del mondo by Parolin Racing”) e per il colore rosso lucido e glitterato, tipico di Parolin Racing Kart.

Continua a leggere l'articolo abbonandoti a soli 0,96 € / settimana