Scegli la lingua.
Tkart magazine

Sotto Esame | Il Ricciardo Kart DR01 modello S10 2019

1
Exclusive Content
alt

IL RICCIARDO KART DR01-S10 del 2019

19 Gennaio 2019










CIK-FIA 2015 – 2020

OMOLOGA
L’omologa del telaio DR 01 è del 2015 ed è valida per 6 anni, fino al 2020.

KZ - KZ2

CONFIGURAZIONE
Il telaio è omologato per tutte le categorie. Nell’articolo viene analizzata, in particolare, la configurazione per la classe KZ.

30

DIAMETRO TUBI
In genere si usano tubi da 30 e 32 mm. O tutti uguali, o mischiandoli. Il DR 01 ha tubi tutti da 30 mm

AUTOMATICA

SALDATURE
Due le “scuole di pensiero”: a mano o robotizzata. Birel ART, Casa costruttrice della scocca, salda mediante robot

ALLUMINIO

ACCESSORI
Accessori di serie in alluminio. Su richiesta, anche in magnesio

- Aggiornamento articolo gennaio 2019 -

Il nuovo DR - S10 è l’evoluzione del telaio S9 firmato Ricciardo kart e prodotto da Birel Art. Come già avvenuto per lo scorso aggiornamento, anche questa volta non ci sono cambiamenti radicali (la scocca è sempre la DR 01 omologata nel 2015), ma una serie di migliorie che toccano diversi aspetti. In particolare alcuni dettagli tecnici sviluppati in pista che semplificano l’uso e la gestione del kart.

All’anteriore il telaio è cambiato nella zona dei pedali: in particolare, è diminuito di ben 30 mm l’attacco dove si fissa il ferro del paraurti anteriore. Questo permette di avere un telaio più libero all’anteriore, a vantaggio di una migliore guidabilità.
Altra importante modifica è quella del supporto del piantone sterzo. Qui, i tecnici Birel Art hanno studiato una soluzione innovativa che permette di aumentare la rigidità del telaio: i due tubi che formano il supporto piantone sono regolabili e fissati assieme nella parte finale, così da rendere la zona un corpo unico. Ulteriore vantaggio di questa modifica è la semplicità di regolazione dell’altezza dello sterzo, modificabile svitando una solo vite (nella maggior parte dei telai l’operazione richiede maggior tempo). La grande escursione del volante, poi,  permette di trovare la miglior posizione di guida per i piloti di ogni statura.

Una miglioria coinvolge anche le “C” di regolazione delle geometrie dell’anteriore, con le boccole che, ora, hanno una doppia vite di fissaggio. Ciò permette di mantenere perfettamente in posizione la boccola anche quando si aumenta il Camber, consentendo una regolazione della geometria più precisa.
Per quanto riguarda gli accessori, c’è una nuova barra removibile marchiata FreeLine, la linea di accessori dei brand Birel ART, Ricciardo Kart e Kubica Kart. La barra si contraddistingue per i due uniball fissati ai lati: questi permettono di cambiare la rigidità dell’anteriore a seconda della posizione in cui si fissa la barra; inoltre, consentono una torsione del telaio più omogenea e graduale

Continua a leggere l'articolo abbonandoti a soli 0,96 € / settimana