Scegli la lingua.
Tkart magazine

Test in Pista Tecnica | Test in pista radiatori kart: a parità di dimensioni, quanto incide la tipologia di massa radiante?

go down go up
test in pista tecnica
la prova

RADIATORI KART: A PARITÀ DI SUPERFICIE, QUANTO INCIDE LA TIPOLOGIA DI MASSA RADIANTE?

Potrebbe venire spontaneo pensare che maggiore è la superficie della massa radiante di un radiatore, maggiore sarà la sua capacità di raffreddare. Con l’aiuto della New-Line Racing, che ci ha messo a disposizione tre tipologie diverse di massa radiante (la “Standard”, la “MAX” e la neonata “MAX2”) di identiche dimensioni, abbiamo scoperto che ci sono altri parametri che incidono molto sull’efficacia di un radiatore. Per esempio…

Leggi tutto
test in pillole
Cosa

Verificare, a parità di superficie della massa radiante offerta da un radiatore, quanto le caratteristiche costruttive e strutturali della massa possano incidere sulla sua capacità di raffreddamento.

Come

Con il supporto di New-Line Racing, abbiamo effettuato tre test in pista identici con 3 masse radianti differenti, ovvero che presentano strutture e caratteristiche progettuali diverse tra loro, ma superfici della massa radiante identiche.
Le tre masse provate sono:
– Standard
– MAX
– MAX2

Dove

Pista 7 laghi kart – Castelletto di Branduzzo (Pavia) – Italia

Condizioni

Le condizioni dell’asfalto e della pista, a livello di gommatura dell’asfalto, per una volta sono di scarsa importanza. Quello che può essere interessante è sapere che l’asfalto in tutti è 3 i test ha raggiunto circa 45°C di temperatura. Inoltre il test si è svolto nel momento più caldo del giorno, precisamente dalle 12.25 alle 13.18.

Meteo
29,7 / 31,4°C
IN TEORIA
DIMENSIONI SUPERFICIE

Parlando di masse radianti, la prima variabile che influenza la loro performance è sicuramente la dimensione della massa radiante stessa. A titolo puramente teorico possiamo dire che maggiore è la superficie, maggiore sarà la sua capacità di scambiare calore. In questo test le superfici delle masse non saranno una variabile, ma una costante fissa, infatti i 3 radiatori provati offrono tutti le seguenti misure:
– Larghezza 245 mm
– Altezza 420 mm

Queste sono le dimensioni del radiatore modello RS della gamma New-Line Racing, una taglia “M”, per intenderci.

A cambiare saranno altri elementi, che potete individuare cliccando sui tasti in questa slide, oltre allo spessore, che varierà di 5 mm a seconda della massa.

IN TEORIA
CANNETTE

L’acqua per passare dall’estremo superiore all’estremo inferiore del radiatore, si muove attraverso dei condotti lunghi e sottili, le cannette.
Queste sono disposte una affianco all’altra a una distanza predefinita. Possono essere [1] singole o [2] doppie, ovvero è possibile avere una cannetta che misura quanto lo spessore totale del radiatore, oppure è possibile avere due cannette, una frontale e l’altra posteriore, spaziate tra di loro. Il numero di cannette e le loro dimensioni ovviamente incidono sulla capacità del radiatore di dissipare calore. In teoria, le doppie cannette permettono all’aria di colpire una maggiore superficie. L’aria in entrata colpisce la prima cannetta e successivamente si incanala nello spazio presente tra la prima e la seconda cannetta. Il flusso d’aria, quindi, sbatte anche contro la seconda cannetta dissipando il calore in modo più uniforme lungo tutto lo spessore del radiatore.

Continua a leggere il tuo articolo

Non perdere tempo: registrati ora per un free tour di 24 ore. Articoli illimitati.

Inizia il tuo free tour di 24 ore
Non è richiesta la carta di credito
o
Salta il free tour e diventa un membro di TKART Magazine.
  • Continui aggiornamenti
  • Contenuti interattivi (360°, Video, Gallery, ecc)
  • 15 rubriche
  • Più di 600 articoli approfonditi
  • Accesso a tutto l’archivio
  • Disponibile in italiano, inglese e spagnolo
  • Accesso da desktop e mobile
Abbonati