Davide Forè: che talento Jarno Trulli!

Davide Forè: che talento Jarno Trulli!

Ci sono compagni di squadra che, pur coetanei, hanno più esperienza di te e possono farti da maestro. Quando arrivai in Tony Kart, nel 1994, mi trovai come compagno di squadra Jarno Trulli, il più grande talento che ho visto in kart.

Ci sono compagni di squadra che, pur coetanei, hanno più esperienza di te e possono farti da maestro. Quando arrivai in Tony Kart, nel 1994, mi trovai come compagno di squadra Jarno Trulli, all’epoca già affermato pilota di kart (nonostante Forè e Trulli siano coetanei n.d.r.) e tra gli uomini di riferimento in ogni gara: giusto così, perché, onestamente, Jarno è in assoluto il più grande talento che ho visto in kart.
Mi ricordo, in particolare, quando andammo in Giappone verso la fine di quella stagione.
Per tutta la settimana Trulli non girò mai su tempi velocissimi. Prima del via della finale, però, dichiarò il tempo che avrebbe fatto in quell’occasione: 2 o 3 decimi più basso di come aveva sempre girato nei giorni precedenti.

Robazzi (“patron” della Tony Kart n.d.r.) scommise con lui che non ci sarebbe riuscito. Invece, puntualmente, Trulli fece quanto dichiarato. Per me fu una cosa fuori dal normale.
Però, già in quello stesso anno, ci fu almeno un’occasione in cui pensai di essere al suo livello.
Eravamo a Parma, per una gara del campionato italiano nel quale, al momento, eravamo in prima e seconda posizione…