Jordon Lennox-Lamb: il parere di un top driver sui motori OK

Jordon Lennox-Lamb: il parere di un top driver sui motori OK

Il britannico Jordon Lennox-Lamb ha una vasta esperienza nel karting di alto livello.
Vice campione del mondo 2015 della categoria KF, ha partecipato attivamente allo sviluppo dei nuovi motori OK collaborando con la IAME. Il pilota ha consegnato un’analisi altamente rilevante sulla nuova generazione di motori a presa diretta che sarà utilizzata dal 2016.

[divider style=”dotted” top=”10″ bottom=”20″]

[one_half]

[dropcap]”[/dropcap]Sono molto entusiasta dei nuovi motori OK. L’introduzione di una valvola di scarico semplificata e di uno scarico monomarca sono decisioni eccellenti per facilitare l’ampliamento della distribuzione di questi motori in tutti i Paesi. Il motore ok è molto bello da utilizzare. La sua massima velocità e come viene raggiunta, insieme alla leggerezza complessiva, procura brividi che avevo dimenticato. Nei test comparativi a Lonato, è stato provato che un motore OK è più veloce di mezzo secondo rispetto al KF. Sempre a Lonato, la velocità massima non viene raggiunta alla fine del rettilineo, ma dopo, dopo la curva ampia, perché l’OK può accelerare più a lungo.
E’ vicina alla sensazione provata con i vecchi 100cc. La rimozione dei freni anteriori a controllo manuale segue la stessa logica. Nel sorpasso, il talento del pilota sarà più importante con questa configurazione in quanto è richiesta una maggiore sensibilità

[/one_half]

[one_half_last]
nei confronti del grip del kart per evitare il bloccaggio delle ruote posteriori. Alcuni stanno già affermando che i motori Ok saranno più impegnativi fisicamente da guidare, ma, di nuovo, questa è una cosa positiva per la crescita di bravi piloti. Per me non è un problema e penso che non sia una cosa negativa che i più giovani debbano lavorare di più sulla loro forma fisica!”
“Come chiunque altro, mi auguro che i diversi marchi siano vicini in termini di prestazioni dall’inizio della stagione per evitare un possibile corsa ai ripari per compensare il gap. La gestione delle gare OK – Junior resta soggetta a una serie di domande , come per esempio a come potranno abituarsi i piloti tra i 13 e i 15 anni alla scomparsa della frizione e dell’avviamento elettrico. Ma sono convinto che i motori OK abbiano la possibilità di raggiungere il loro obiettivo ed attrarre un gran numero di piloti in tutto il mondo. Personalmente, io non vedo l’ora di competere alle gare OK”.

[/one_half_last]

[box type=”shadow”] Fonte: cikfia.com[/box]

[divider style=”dotted” top=”10″ bottom=”10″]