Mike Wilson: gesso, Mondiale e matrimonio…Insieme!

Mike Wilson: gesso, Mondiale e matrimonio…Insieme!

“A inizio settembre mi dovevo sposare e, quindici giorni dopo, avevo il Mondiale in Svezia. Non volevo proprio arrivare in chiesa con il gesso, e volevo anche riuscire ad allenarmi un po’ prima del Campionato del mondo. La soluzione?”

Correva l’anno 1982 e mi trovavo in Lussemburgo, sulla pista Mondercange, per correre una prova del Campionato Europeo. Mancavano cinque o sei giri alla fine e io mi trovavo in seconda posizione dietro al pilota della Birel- Komet. Teoricamente anche un secondo posto mi avrebbe fatto guadagnare dei buoni punti in ottica campionato.
Ma io non ci stavo a essere secondo…
Così, a un certo punto, ho cercato di infilarmi per superare chi mi stava davanti. Lui, di contro, mi ha leggermente chiuso, c’è stato il contatto e mi sono ribaltato con tutto il kart. Non so per quanto tempo sono rimasto svenuto dopo l’impatto, ma ricordo di essermi svegliato direttamente sull’ambulanza che si dirigeva all’ospedale.
Una volta lì, mi dissero che mi ero rotto una gamba e avrei dovuto portare sei settimane di gesso…