Scegli la lingua.
Tkart magazine

Editoriale | Nicola Gianniberti: battere Trulli e Fisichella. Senza rimpianti

8
Exclusive Content

NICOLA GIANNIBERTI: BATTERE TRULLI E FISICHELLA. SENZA RIMPIANTI

09 Giugno 2022

Suzuka, Giappone, anno 1993. Coppa del Mondo Formula Super A, uno degli appuntamenti clou della stagione, anche perché, all’epoca, il mercato in asia era in forte espansione e per i costruttori una vittoria in terra nipponica contava molto. Io avevo 17 anni ed ero alla prima stagione in Formula Super A, la massima serie del kart. Anche se l’anno prima avevo vinto, a Ugento, il Mondiale in Formula A, ero un “novellino” che arrivava a scontrarsi con piloti già affermati come Fisichella, Trulli e Manetti.

alt

Le prime gare della stagione mi videro sempre protagonista: con il telaio Haase e il motore Rotax preparato da Villa avevo trovato un feeling perfetto, tanto che arrivai a Suzuka forte di un secondo posto nella classifica del Campionato Europeo e, quindi, tra i piloti da tenere d’occhio. Inoltre, va detto, quell’anno le gomme Dunlop andavano veramente forte, e io ero il loro unico pilota di punta e avevo tutte le attenzioni del caso. Anche in Giappone le cose si misero subito bene: fino a sabato avevo i tempi migliori. Poi, però, nella prefinale di domenica arrivò il brutto tempo. Si corse comunque con le gomme slick, ma la pista era umida e nei primi giri un contatto mi fece finire in testacoda. Persi diverse posizioni e dovetti recuperare giro dopo giro mentre la pista si asciugava. Chiusi in sesta posizione, mentre ai primi tre posti c’erano i favoriti della vigilia: Fisichella, Trulli e Manetti. In finale, inizialmente, furono ancora loro tre a fare la gara. Io faticai un po’ a risalire, ma una volta arrivato in quarta posizione iniziai a recuperare bene. Fu il momento decisivo: a Suzuka, una pista veloce con rettilinei lunghi, il gioco delle scie è importante e risalire da soli diventa difficile, per questo quando vidi che riuscivo a recuperare terreno capii che le cose potevano mettersi bene.

Nato il 21 Gennaio 1976, è stato uno dei piloti più forti del karting di inizio Anni ’90. Campione del Mondo Formula A nel 1992, nel ’93 ha vinto Mondiale, Coppa del Mondo ed Europeo in Formula Super A, la categoria regina dell’epoca.

Continua a leggere l'articolo abbonandoti a soli 0,96 € / settimana