Scegli la lingua.
Tkart magazine

Sotto Esame | CRY30 S14, l’upgrade 2022 del telaio shifter di Birel ART

6
Exclusive Content
alt

CRY30 S14, L’UPGRADE 2022 DEL TELAIO SHIFTER DI BIREL ART

31 Maggio 2022













CIK-FIA 2022

OMOLOGA
L’omologazione viene rinnovata e il certificato 007/CH/10 è valido per le corse fino a 2024

KZ - KZ2

CONFIGURAZIONE
Il modello CRY30 S14 è omologato sia per un uso in veste monomarcia sia a marce, ma è specifico per quest’ultima versione

30

DIAMETRO TUBI
Birel ART produce due telai per la categoria KZ. Il CRY30 S14, come si intuisce dal nome, è costruito interamente con tubi da 30 mm di diametro

ROBOT

SALDATURE
Il processo di saldatura è affidato interamente a strumenti robotizzati se non per un paio di punti

ALLUMINIO

ACCESSORI
Tutti gli accessori sono realizzati in lega leggera di alluminio mentre i cerchi sono in lega di magnesio

S14 è l’ultima versione che Birel ART propone del telaio specifico per le categorie shifter, il CRY30, un modello che può fregiarsi della vittoria del campionato del mondo 2019, del titolo di vicecampione mondiale nel 2020 e di due FIA Karting European Championship KZ, nel 2020 e nel 2021. L’inizio dello sviluppo del CRY30, così come lo conosciamo oggi, è iniziato nel 2019, per le competizioni internazionali della classe KZ (la più prestigiosa categoria a marce al mondo), per poi essere proposto al pubblico nel 2020 con l’identificativo “S11”. A questa versione è seguita la S12, nel 2021, oggi rimpiazzata, appunto, dalla S14 (con un “doveroso” salto, per ragioni scaramantiche, dell’edizione targata con il numero 13).

Nel suo insieme la presentazione è davvero ottima: le finiture sono curate nei minimi dettagli mentre gli accessori sono stati studiati con un duplice obiettivo: offrire una buona qualità percepita, ma contenendo il peso e mantenendo una spiccata semplicità costruttiva. Questi ultimi due aspetti incidono sia sulle performance sia sulla facilità di utilizzo e gestione del kart da parte dei kartisti. Da vicino, poi, si nota l’assenza di imperfezioni, un segnale che, oltre ad appagare la vista, rende subito chiaro quanta attenzione sia stata rivolta al prodotto durante i processi di lavorazione. Le pieghe dei tubi sono tutte lineari, senza nessuna deformazione apparente, così come tutti gli accessori lavorati che mostrano ottime finiture e trattamenti. I tubi della scocca, che per questo modello sono tutti da 30 mm di diametro e 2 mm di spessore, sono in lega di acciaio al cromo molibdeno e subiscono un trattamento termico specifico facente parte del know-how (a noi non accessibile) di Birel ART.

Tutti i tubi hanno dimensioni uguali; a variare, piuttosto, in maniera determinante è proprio il trattamento termico, il quale però non può essere riconosciuto a vista. È questo che, insieme alla forma, determina quasi completamente il comportamento del materiale stesso. A parità di base di partenza e dimensioni, infatti, potremo avere un medesimo tubo con trattamento “X”, tenero come il burro, e con trattato “Y”, al contrario, molto tenace. Questo mix di trattamenti per i vari tubi in uso nella realizzazione della scocca è davvero complesso e articolato e rappresenta uno degli aspetti sui quali l’azienda ha continuato a migliorare per ottenere l’S14. La produzione della scocca, specifica per le categorie a marce, non ha distinzioni di mercato (quindi non esistono produzioni dedicate a determinati Paesi o aree geografiche) e come per i modelli precedenti viene gestita completamente da Birel ART, garantendo così un controllo totale della filiera produttiva: dalla progettazione alla commercializzazione. Confermata la geometria già vista per i modelli S11-S12, che si è dimostrata ben progettata e ha ricevuto ottimi feedback. Invariati quindi anche i materiali che già nelle precedenti versioni erano stati scelti e definiti lavorando su trattamenti del tubo differenti al fine di consegnare ai clienti una scocca durevole che, anche sotto stress, rimanga nelle tolleranze di fabbrica. Il comportamento della scocca in pista è regolare, si adatta facilmente ai cambiamenti richiesti dal pilota, dimostrandosi molto performante soprattutto con il setup di serie. Questi aspetti rendono il CRY30 S14 un kart semplice da utilizzare in ogni condizione, caratteristica che ne ha decretato il successo commerciale che sta ottenendo.

Continua a leggere l'articolo abbonandoti a soli 0,96 € / settimana