Scegli la lingua.
Tkart magazine

Vero o Falso | Tutta la verità (e tutte le bugie) sull’olio per motori 2T per kart – pt.2/3

0
go down go up
% D’OLIO
OTTANO
COLORAZIONE
kart
quiz
INIZIA
VISCOSITÀ
MINERALI
RESIDUI
GLI OLI 100% SINTETICI CONSENTONO PERCENTUALI DI UTILIZZO MINORI RISPETTO AI SINTETICI-RICINATI (SEMI-SINTETICI A BASE VEGETALE)
Risposta
Nunzio Carbone
Titolare Exced, azienda specializzata in oli, lubrificanti e additivi per il kart
Prossima domanda
BRAVO!

Uno dei migliori lubrificanti disponibili oggi sul mercato è proprio l’olio di ricino, che viene aggiunto – per le sue proprietà – a tutti gli oli non completamente sintetici. Lo si considera un ottimo lubrificante, da ogni punto di vista, se lo si utilizza con motori capaci di regimi superiori ai 9.000 rpm. Quindi non c’è differenza nelle percentuali di utilizzo tra oli 100% sintetici e semi-sintetici.
Se parliamo di oli specifici per la miscela da kart, infatti, bisogna dire che hanno tutti caratteristiche apposite per regimi costantemente molto elevati oltre che per sollecitazioni altissime, ragion per cui la percentuale di olio da inserire nella miscela può variare in base al motore utilizzato e alla categoria di appartenenza, ma non in base alla tipologia di olio.
Se l’obiettivo è ridurre la percentuale di olio da usare per realizzare la miscela, volendo, qualora fosse permesso, utilizzando un olio ad alta viscosità (SAE W50 o W60) si può ridurre la quota di olio di 0,5 oppure di 1 punto percentuale rispetto a quella utilizzata abitualmente con oli di viscosità inferiore, pur mantenendo una lubrificazione eccellente.

SBAGLIATO!

Uno dei migliori lubrificanti disponibili oggi sul mercato è proprio l’olio di ricino, che viene aggiunto – per le sue proprietà – a tutti gli oli non completamente sintetici. Lo si considera un ottimo lubrificante, da ogni punto di vista, se lo si utilizza con motori capaci di regimi superiori ai 9.000 rpm. Quindi non c’è differenza nelle percentuali di utilizzo tra oli 100% sintetici e semi-sintetici.
Se parliamo di oli specifici per la miscela da kart, infatti, bisogna dire che hanno tutti caratteristiche apposite per regimi costantemente molto elevati oltre che per sollecitazioni altissime, ragion per cui la percentuale di olio da inserire nella miscela può variare in base al motore utilizzato e alla categoria di appartenenza, ma non in base alla tipologia di olio.
Se l’obiettivo è ridurre la percentuale di olio da usare per realizzare la miscela, volendo, qualora fosse permesso, utilizzando un olio ad alta viscosità (SAE W50 o W60) si può ridurre la quota di olio di 0,5 oppure di 1 punto percentuale rispetto a quella utilizzata abitualmente con oli di viscosità inferiore, pur mantenendo una lubrificazione eccellente.

Continua a leggere il tuo articolo

Non perdere tempo: registrati ora per un free tour di 24 ore. Articoli illimitati.

Inizia il tuo free tour di 24 ore
Non è richiesta la carta di credito
o
Salta il free tour e diventa un membro di TKART Magazine.
  • Continui aggiornamenti
  • Contenuti interattivi (360°, Video, Gallery, ecc)
  • 15 rubriche
  • Più di 700 articoli approfonditi
  • Accesso a tutto l’archivio
  • Disponibile in italiano, inglese e spagnolo
  • Accesso da desktop e mobile
Abbonati