Scegli la lingua.
TKART magazine Must Have | 4 inserti per l’avvitatore a impulsi consigliati dai meccanici “pro” di vari costruttori: quando usarli e quando (per evitare danni) assolutamente no!
Exclusive Content

4 INSERTI PER L’AVVITATORE A IMPULSI CONSIGLIATI DAI MECCANICI “PRO” DI VARI COSTRUTTORI: QUANDO USARLI E QUANDO (PER EVITARE DANNI) ASSOLUTAMENTE NO!

Jacopo Colombo
02 Dicembre 2023 • 5 min. lettura

L’avvitatore a impulsi agevola le operazioni sul telaio, le rende più veloci e permette di risparmiare tempo (oltre che fatica) sia nel garage di casa sia in pista, soprattutto quando le sessioni sono brevi, ravvicinate e particolarmente concitate. Non a caso, è uno degli strumenti privilegiati dai professionisti che operano nelle gare internazionali di maggior prestigio (per approfondire, leggi “Must Have | Cosa usano i top team: avvitatore a impulsi”). Premesso che sul kart l’avvitatore a impulsi potrebbe essere adoperato per avvitare qualsiasi cosa - compreso, per assurdo, anche il bullone di fissaggio del data logger sul suo supporto - è importante sottolineare come questo strumento debba essere utilizzato con le giuste accortezze. Perché è in grado di trasformarsi repentinamente da “amico” del kartista a “nemico”, soprattutto per chi lo utilizza non rispettando le giuste coppie di serraggio e non sostituendo regolarmente la minuteria in base a determinati cicli di utilizzo. Per questo motivo, per fornivi un vademecum circa l’utilizzo ottimale di questo strumento (mettendovi al riparo da danni provocati da un suo uso “improprio”), abbiamo chiesto ai meccanici professionisti dei team ufficiali di alcuni dei principali costruttori di telai per Racing kart (come OTK Kart Group, CRG, IPKarting, Parolin Racing Kart, Sodikart e Birel ART) di indicarci quali sono le bussole più utilizzate, per cosa vengono utilizzate e quando, invece, è meglio non usarle per evitare danni.

N.B. Gli inserti per il mandrino dell’avvitatore indicati in questo articolo presentano tutti un attacco esagonale (1/4” - 6,35 mm), compatibile con la maggior parte dei prodotti disponibili sul mercato. Ti consigliamo, a ogni modo, di verificarne la compatibilità con il modello di cui disponi.

Advertisement
1

Inserto con chiave esagonale da 10 mm

Utile per allentare o stringere dadi e bulloni e viti di tipo M6 (presenti sui telai di molti marchi), l’inserto esagonale da 10 mm è risultato uno dei più utilizzati da parte dei meccanici intervistati (per tutti è un elemento immancabile anche nel parco chiuso, per approfondire leggi “Come Fare a | Il kit del meccanico esperto al parco chiuso (e tutti i modi per usarlo)”). Come viene impiegato? Sui telai Sodikart, OTK Kart Group (nei vari brand dell’azienda italiana, come Tony Kart, Kosmic Kart, LN Kart, Exprit…) e Birel ART viene utilizzato per il fissaggio dei cerchi sui mozzi, sia anteriori sia posteriori. Inoltre, viene anche generalmente adoperato per la rimozione dei dadi che fissano la corona al portacorona dei kart Monomarcia, permettendo così di sostituire il rapporto (per approfondire, leggi “Come Fare a | Come montare il rapporto nei kart monomarcia”“Vero o Falso | 6 quiz sul rapporto ottimale del vostro kart”). Sui telai Parolin, poi, viene impiegato per velocizzare le operazioni di modifica del caster sull’eccentrico “Easy Caster”. Il prodotto consigliato, grazie a una lunghezza totale di 150 mm, consente di raggiungere agevolmente i dadi dei cerchi anteriori e posteriori.

Prezzo indicativo


Circa 14 euro (IVA inclusa)

Per comprare: blukart.it
Photo credit Blukart

Continua a leggere l'articolo abbonandoti a soli 0,96 € / settimana
5
Esplora questi e tanti altri
contenuti premium
Vai al Magazine